Archivio per tag: anit

  • Pubblicata la norma UNI 10200:2018

    UNI
    16 ottobre 2018

    E’ stata pubblicata lo scorso 11 ottobre dall’UNI,  la nuova norma che stabilisce i criteri di ripartizione delle spese di climatizzazione invernale (riscaldamento), climatizzazione estiva (raffrescamento) e acqua calda sanitaria (ACS) in edifici dotati di impianto centralizzato. La Norma comprende edifici provvisti o meno di dispositivi per la contabilizzazione (diretta o indiretta) dell’energia termica utile, distinguendo i consumi volontari delle singole unità immobiliari da tutti gli altri consumi.
    Acquista la Norma

  • Congresso ANIT: Sessione progettazione estiva

    29-nov
    12 settembre 2018

    PROGETTAZIONE ESTIVA: DAL MODELLO STAZIONARIO AL MODELLO DINAMICO
    Sala 2, dalle 15.30 alle 17.00
    Modera: Ing. Giorgio Galbusera, Esperto ANIT

    La sessione pomeridiana della sala 2 è dedicata alla progettazione estiva degli edifici.
    Il primo intervento a cura del Prof. Vincenzo Corrado del Politecnico di Torino farà il punto sull’evoluzione normativa legata alla norma UNI EN ISO 52016, ovvero su tempi e modi di passaggio dall’attuale modello di calcolo semplificato medio mensile al futuro modello di calcolo dinamico orario descritto dalla norma.
    Il secondo intervento a cura dell’Ing. Luca Pietro Gattoni porterà invece l’esperienza di un progettista esperto di analisi energetica e sarà l’occasione per una riflessione di natura “culturale” sul ruolo degli strumenti di simulazione dinamica rispetto alla qualità del progetto.
    Concluderà la sessione il terzo intervento del Prof. Lorenzo Pagliano del Politecnico di Milano dedicato all’analisi delle variabili che influenzano il comfort estivo di un edificio e alle sue modalità di previsione attraverso la simulazione dinamica della temperatura operante (requisito estivo anche per i CAM). L’intervento sarà accompagnato dalla presentazione di due casi di studio in cui sono state ottimizzate le strategie di progettazione estiva.

    Interventi:

    ore 15.30 – Sviluppo normativo sulle procedure di calcolo: cosa ci aspettiamo nel prossimo futuro

    ore 16.00 – Riflessioni sul ruolo degli strumenti di simulazione nel progetto

    ore 16.30 – Strategie per analizzare e ottimizzare il comfort estivo di un edificio

    Iscrizioni

  • Congresso ANIT: Sessione materiali e sostenibilità

    29-nov

    MATERIALI E SOSTENIBILITA’
    Sala 2, dalle 9.30 alle 12.30
    Modera: Ing. Rossella Esposti, Direttore tecnico ANIT

    Nella sessione mattutina in sala 2 del Congresso ANIT, verranno trattati alcuni importanti aspetti riguardanti le caratteristiche di materiali e sistemi, la loro commercializzazione e il loro corretto impiego. In particolare verranno approfonditi alcuni recenti e importanti documenti normativi e  legislativi che definiscono nuove responsabilità per i progettisti. ITC-CNR tratterà il tema del decreto 106/2017 sui prodotti da Costruzione, che specifica, oltre alle regole per la commercializzazione dei materiali in base al Regolamento 305/2011 UE, anche le sanzioni per tutti gli attori del mercato (tra cui progettisti e produttori) in caso della loro violazione. Verranno quindi approfondite le nuove norme tecniche sulla corretta posa del sistema a cappotto e sulla qualifica dei posatori , documenti fondamentali per la qualità di un sistema largamente utilizzato negli interventi di efficientamento energetico. Un altro argomento fondamentale nell’attuale panorama delle costruzioni è quello della sostenibilità ambientale. Faremo il punto sulle norme CEN in preparazione sul tema e tratteremo approfonditamente l’argomento dei Criteri Ambientali Minimi, obbligatori per gli appalti sugli edifici pubblici, che richiedono molto impegno e attenzione da parte di tutti gli attori della filiera edilizia. Capitolo fondamentale dei CAM per i materiali isolanti è quello che tratta del contenuto di materiale riciclato ed emissione di sostanze pericolose, che verrà approfondito in modo specifico.

    Interventi:

    ore 9.30 – Criteri Ambientali Minimi: il punto e possibili revisioni

    ore 10.00 – I criteri ambientali minimi applicati ai materiali: % riciclato, sostanze pericolose, ecc.

    ore 10.30 – Il settimo requisito: i lavori CEN UNI sulla sostenibilità

    ore 11.30 – Regole e responsabilità dei progettisti secondo il D. Lgs 106/2017

    ore 12.00 – Le nuove UNI 11715 e UNI 11716 per i sistemi a cappotto: corretta posa e qualifica dei posatori

    Iscrizioni

  • Congresso ANIT: Sessione efficienza energetica #2

    29-nov

    EFFICIENZA ENERGETICA: REQUISITI E OPPORTUNITA’
    Sala 1, dalle 15.30 alle 17
    Modera: Ing. Alessandro Panzeri, Esperto ANIT

    Nella sessione pomeridiana della Sala 1 verrà approfondito maggiormente il tema delle opportunità nella riqualificazione energetica degli edifici esistenti.
    Riprendendo gli incentivi fiscali legati all’efficienza energetica, l’Agenzia delle Entrate approfondirà il tema della cessione del credito di imposta nel caso delle detrazioni legate al risparmio energetico (dal 50% al 85%). Questa opportunità introdotta con le ultime finanziare in modalità differenti ha fornito la possibilità di accedere a questo incentivo a più utenti. Le occasioni e i vantaggi della riqualificazione non sono solo statali ma anche gli enti locali si sono organizzati e continuano a promuovere progetti in aiuto agli interventi di efficientamento energetico. In questo, il Comune di Milano ha promosso la seconda edizione del bando BE2. L’area Ambiente Energia del Comune descriverà questa esperienza che ben si allinea anche con gli incentivi statali.
    Per chiudere una giornata all’insegna dell’efficienza energetica un esperto progettista “socio ANIT” presenterà le opportunità dal punto vista del professionista con delle case history in relazione a quanto descritto nelle precedenti relazioni ma soprattutto per documentare i vantaggi effettivi che gli interventi e gli incentivi possono fornire all’utente, ma anche all’ambiente.

    Interventi:

    ore 15.30 – Opportunità fiscali: aspetti fiscali e cessione del credito

    ore 16.00 – Bandi promossi dalla PA: Bando BE2 del Comune di Milano

    ore 16.30 – Progettazione, requisiti e opportunità, per edifici energeticamente efficienti pubblici e privati

    Iscrizioni

  • Congresso ANIT: Sessione efficienza energetica #1

    29-nov

    EFFICIENZA ENERGETICA: REQUISITI E OPPORTUNITA’
    Sala 1, dalle 9.30 alle 12.30
    Modera: Ing. Valeria Erba, Presidente ANIT

    Nella prima sessione del Congresso ANIT parleremo di efficienza energetica in edilizia.
    Verrà presentata la legislazione nazionale spesso rivista e corretta da quella regionale, ma anche le responsabilità di controllo degli enti locali. Sono stati invitati i referenti del Ministero dello sviluppo economico, di Regione Lombardia e del Comune di Milano a rispondere non solo sullo stato attuale, ma anche sulle possibili novità legate all’uscita della nuova Direttiva Europea UE/2018/844 sull’efficienza energetica che prevede ovviamente il suo recepimento da parte degli stati membri.
    Questo aspetto implica che gli attuali documenti legislativi vengano revisionati in base ai nuovi obiettivi europei.
    Tra le richieste comunitarie è sempre più presente la necessità che lo stato incentivi interventi di riqualificazione attuando tutte le misure necessarie per il contenimento dei consumi energetici per raggiungere gli obiettivi di riduzione delle emissioni di gas a effetto serra di almeno il 40 % entro il 2030 rispetto al 1990. Su questo tema ENEA presenterà i nuovi requisiti previsti per accedere alle detrazioni fiscali del 65% che dovranno sostituire i precedenti limiti ormai fermi dal 2010.
    In questo panorama di cambiamento anche le norme tecniche sono in revisione e il Comitato termotecnico Italiano, ente federato UNI per l’efficienza energetica,  è stato invitato a fare il punto della situazione e quindi a chiudere una mattinata di lavori che fornirà un quadro completo della legislazione, dei metodi di verifica e delle opportunità dal punto di vista tecnico.

    Interventi:

    ore 9.30 – Regole nazionali di efficienza energetica: novità e chiarimenti

    ore 10.00 – Regole regionali per l’efficienza energetica: lo stato dell’arte a tre anni dall’introduzione della nuova disciplina

    ore 10.30 – Il Comune di Milano e l’esperienza di Ucredil nella verifica dei requisiti

    ore 11.30 – Detrazioni fiscali per l’efficienza energetica: risponde l’ENEA

    ore 12.00 – Metodi di calcolo per le verifiche dei requisiti

    Iscrizioni

  • Congresso ANIT: Sessione acustica edilizia #2

    29-nov
    06 settembre 2018

    ACUSTICA EDILIZIA. ANALISI PREVISIONALI E DATI DI INGRESSO NEI MODELLI DI CALCOLO
    Sala 3, dalle 15.30 alle 17
    Modera: Ing. Stefano Benedetti, Esperto ANIT

    La sessione del pomeriggio è dedicata alle analisi previsionali che permettono al professionista di valutare i requisiti acustici passivi a partire dalla prestazione dei sistemi previsti nel progetto. Negli anni questi metodi hanno subito un’evoluzione e ne subiranno ancora nei prossimi. Ne parlerà il Dott. Fabio Scamoni, Presidente della Sottocommissione UNI acustica edilizia.
    La recente pubblicazione delle UNI EN ISO 12354, revisione delle UNI EN 12354, prevede in Italia l’aggiornamento del “nostro” UNI TR 11175 che recepirà il metodo semplificato delle norme internazionali e si occuperà delle future banche dati per i requisiti acustici passivi delle diverse soluzioni tecnologiche in circolazione. Della prima parte della norma, riguardante i calcoli previsionali, ne parlerà Il prof. Luca Barbaresi dell’università di Bologna, che ha seguito da vicino i lavori in sede europea, mentre la seconda parte, riguardante le banche dati, verrà esposta dall’Ing. Matteo Borghi, esperto ANIT di Acustica Edilizia, che ne coordina la stesura.

    Interventi:

    ore 15.30 – Evoluzione dei metodi di valutazione dei requisiti acustici passivi

    ore 16.00 – La nuova Parte 1 di UNI TR 11175. Modelli di calcolo e dati di ingresso

    ore 16.30 – La nuova impostazione di UNI TR 11175 – Parte 2. Nuove banche dati per i requisiti acustici passivi

    Iscrizioni

  • Congresso ANIT: Sessione acustica edilizia #1

    29-nov

    ACUSTICA EDILIZIA. PROSPETTIVE FUTURE DOPO 20 ANNI DI DPCM 5-12-97
    Sala 3, dalle 9.30 alle 12.30
    Modera: ing. Matteo Borghi, Esperto ANIT

    La sessione mattutina in Sala 3 si pone l’obiettivo di analizzare lo sviluppo della normativa sui requisiti acustici passivi dopo 20 anni di applicazione del DPCM 5-12-1997. Tra i temi trattati ci sono l’evoluzione dei modelli di calcolo previsionale, l’incertezza di misura, le indicazioni di corretta posa e infine, la classificazione acustica degli edifici.
    In particolare, insieme a Federlegno/Edilegno Arredo parleremo dell’acustica e la posa dei serramenti: dai giunti d’installazione alla corretta esecuzione. A seguire si parlerà dello stato dei lavori e le prospettive future in tema delle norme serie UNI 11532 sulle caratteristiche acustiche interne di ambienti confinati con l’ing. Linda Parati, Coordinatore della Norma UNI 11532. Con il Prof. Massimo Garai dell’Università di Bologna parleremo dell’incertezza nelle misure di acustica edilizia e con il Prof. Antonino Di Bella dell’Università di Padova del futuro per la classificazione acustica, con l’aggiornamento di UNI 11367 e il confronto con la normativa internazionale. Per finire, con l’Ing. Lorenzo Lombardi del Ministero dell’Ambiente vedremo la situazione legislativa dopo un anno e mezzo dalla pubblicazione del Dlgs 42/2017.

    Interventi:

    ore 9.30 – Acustica e posa dei serramenti: dalla progettazione dei giunti d’installazione alla corretta esecuzione

    ore 10.00 – Le norme serie UNI 11532 sulle caratteristiche acustiche interne di ambienti confinati: stato dei lavori e prospettive future

    ore 10.30 – L’incertezza nelle misure di acustica edilizia. Sintesi della normativa in vigore

    ore 11.30 – Qual futuro per la classificazione acustica? L’aggiornamento di UNI 11367 e confronto con la normativa internazionale

    ore 12.00 – Situazione legislativa dopo un anno e mezzo dalla pubblicazione del Dlgs 42/2017

    Iscrizioni

  • ENEA: news detrazioni fiscali

    Enea
    30 agosto 2018
    In una nota posta in evidenza sul proprio portale, ENEA comunica quanto segue: “Si informano gli utenti che il sito dedicato alla trasmissione ad ENEA dei dati degli interventi edilizi e tecnologici che comportano risparmio energetico e/o utilizzo delle fonti rinnovabili di energia ammessi alle detrazioni fiscali del 50% ai sensi dell’art.16 bis del D.P.R. 917/86 (TUIR) e s.m.i., terminata la fase di realizzazione, è attualmente in fase di test e sarà messo in linea il prima possibile. Il termine dei 90 giorni dalla data di fine dei lavori per la trasmissione ad ENEA dei dati, per gli interventi già ultimati decorrerà dalla data di apertura del sito. Con l’apertura del sito, saranno definiti e pubblicati anche i dettagli operativi.”
    Link al sito ENEA
  • Ecobonus: chiarimenti dall’Agenzia

    ag-entrate

    Ulteriori chiarimenti delle Entrate sulla cessione del credito d’imposta per gli interventi di efficienza energetica e per quelli relativi all’adozione di misure antisismiche. Con un documento di prassi, l’Agenzia risponde ad alcuni dubbi sollevati dagli operatori dopo l’emanazione della circolare n. 11/E del 18 maggio 2018. Tra le novità, la possibilità di cedere il credito nell’ambito di un Consorzio o una Rete di imprese, a eventuali subappaltatori nonché a soggetti che rientrano nello stesso contratto di appalto anche se non hanno eseguito lavori che danno diritto a detrazioni cedibili.

    Ok a Consorzi, Reti di imprese e subappaltatori “collegati” – Se la ditta che effettua i lavori rientra in un Consorzio o in una Rete di imprese, il bonus per l’intervento di riqualificazione energetica o antisismico può essere ceduto ai soggetti che ne fanno parte, anche se non hanno eseguito i lavori. Il credito può essere “passato” anche direttamente al Consorzio o alla Rete. A questo proposito la circolare di oggi ribadisce il divieto di cessione a favore di istituti di credito e società finanziarie, che vale anche se fanno parte del Consorzio o della Rete. Il credito può essere ceduto anche al subappaltatore che ha eseguito l’opera per conto del fornitore così come al soggetto che ha fornito i materiali necessari: si tratta infatti di soggetti che presentano un collegamento con il rapporto che ha fatto scattare il diritto alla detrazione. Ammesse a ricevere il bonus, infine, anche le imprese che – pur avendo eseguito lavori che non danno diritto a detrazioni cedibili – rientrano nello stesso contratto di appalto.

    Eco e sismabonus, stessi limiti per la cessione – Il documento di oggi spiega che i chiarimenti sui soggetti cessionari e sul numero di cessioni, già forniti con la circolare n. 11/E di maggio scorso relativamente all’ecobonus, valgono anche per gli interventi relativi all’adozione di misure antisismiche. Infine, nel ribadire che il credito può essere ceduto a soggetti privati “collegati” al rapporto che ha dato origine alla detrazione, la circolare precisa che questa circostanza deve essere valutata sia con riferimento alla cessione originaria, sia a quella successiva.
    Scarica la Circolare

  • Aggiornato il contatore del Conto Termico

    gse

    Il GSE ha aggiornato sulla sua homepage il contatore del Conto Termico (D.M. 28/12/12 e D.M. 16/02/2016) che consente di monitorare l’andamento degli incentivi impegnati attraverso questo meccanismo che supporta la realizzazione di interventi di efficienza energetica e impianti termici alimentati a fonti rinnovabili presso privati e pubbliche amministrazioni. Dall’avvio del meccanismo ad oggi sono pervenute più di 124 mila richieste di incentivi, alle quali corrisponde un ammontare di incentivi impegnati di 365 milioni, 17 milioni in più rispetto al mese precedente per effetto delle nuove richieste di incentivazione ammesse. L’impegno di spesa annua nel 2018 per la promozione di interventi realizzati da privati ammonta a 108 milioni di incentivi a fronte di un limite di spesa su base annua di 700 milioni € (art.1 comma 4 del DM 16/02/2016). L’impegno di spesa annua nel 2018 per la promozione di interventi realizzati e da realizzare dalla Pubblica Amministrazione ammonta a 43 milioni di incentivi di cui 26 mediante prenotazione entrambi al di sotto dei limiti di spesa su base annua che ammontano rispettivamente a 200 milioni e 100 milioni (art.1 comma 3 e art. 6 comma 4 del DM 16/02/2016).
    Vai al sito GSE

Resta in contatto con anit!
Iscriviti alla newsletter e resta sempre aggiornato sulle nostre attività
Iscriviti alla newsletter
  • Iscrizione alla newsletter

    Leggi l'informativa Privacy