Norme Sostenibilità

I Soci ANIT hanno accesso a numerosi contenuti, corsi ed eventi per formarsi e rimanere aggiornati sui temi dell'isolamento termico e acustico.

Diventa socio
Secondo aggiornamento dei CAM – Criteri Ambientali Minimi

Secondo aggiornamento dei CAM, criteri ambientali minimi. Il DM 11 ottobre 2017 aggiorna il DM 24 dicembre 2015 e il DM 11 gennaio 2017 dedicato ai “Criteri ambientali minimi per l’affidamento di servizi di progettazione e lavori per la nuova costruzione, ristrutturazione e manutenzione di edifici pubblici.”

Il documento s’inserisce nel  Piano d’Azione Nazionale sul Green Public Procurement (PAN GPP).

Riferimento legislativo:
DM 24 dicembre 2015, DM 11 gennaio 2017, CAM
Aggiornamento del Decreto criteri minimi ambientali

Aggiornati i CAM, criteri minimi ambientali. Il DM 11 gennaio 2017 aggiorna il DM 24 dicembre 2015 dedicato ai “Criteri ambientali minimi per l’affidamento di servizi di progettazione e lavori per la nuova costruzione, ristrutturazione e manutenzione di edifici pubblici.
Il documento s’inserisce nel  Piano d’Azione Nazionale sul Green Public Procurement (PAN GPP).

Riferimento legislativo:
DM 24 dicembre 2015, CAM
Pubblicato il decreto con i Criteri Ambientali Minimi

Il DM 24 dicembre 2015 definisce i Criteri Ambientali Minimi (CAM) per l’affidamento di servizi di progettazione e lavori per la nuova costruzione, ristrutturazione e manutenzione di edifici e per la gestione dei cantieri della pubblica amministrazione.

Il documento s’inserisce nel Piano d’azione per la sostenibilità ambientale dei consumi della pubblica amministrazione (PAN GPP) per ridurre gli impatti ambientali degli interventi di nuova costruzione o ristrutturazione/manutenzione degli edifici e per aumentare il numero di appalti verdi.

Protocollo ITACA Puglia per le strutture alberghiere

Pubblicato nel Bollettino ufficiale regionale del 13 maggio 2014, il Protocollo ITACA – Strutture ricettive della Regione Puglia che incentiva interventi edilizi di miglioramento della sostenibilità ambientale e delle prestazioni energetiche. In considerazione del peso che il settore turismo occupa nella strategia di sviluppo regionale,il Servizio Assetto del Territorio ha elaborato questa nuova versione di protocollo di sostenibilità per le strutture ricettive a partire dal PROTOCOLLO ITACA PUGLIA 2011 RESIDENZIALE adattandolo alle strutture turistiche dal momento che manca uno specifico protocollo nazionale per questa destinazione d’uso.

Maggiori informazioni: Regione Puglia

Scarica il testo

Riferimento legislativo:
DGR Puglia 17 aprile 2014 n. 724