News Anit

  • I prossimi corsi di novembre e dicembre

    ANIT_novembre_news
    10 novembre 2017

    Tra le iniziative in calendario segnaliamo i due corsi sulla norma ISO 12354 per il progetto dei requisiti acustici passivi in programma a Padova e Concorezzo (MB) e gli incontri da 4 ore dedicati al calcolo del fabbisogno energetico degli edifici ( con promozione speciale per diventare socio ANIT).
    I prossimi corsi sono in programma anche a Bari, Pordenone, Belluno, Milano, Vicenza, Torino, Sondrio, Bergamo, ecc.

    Dal link sottostante accedi al calendario completo con tutti i dettagli.
    Se trovi un corso che ti piace, registrati e prenota il tuo posto.

    Vai alla pagina corsi

  • Acustica e ristrutturazioni: nuova GUIDA ANIT

    ristrutturazioni
    26 ottobre 2017

    Quando si affronta un intervento di ristrutturazione è sempre opportuno considerare la possibilità di migliorare le prestazioni di isolamento acustico dell’immobile. Infatti, a prescindere dall’esistenza o meno di specifici limiti di legge, un incremento dei requisiti acustici passivi determina migliore comfort abitativo e un aumento del valore commerciale dell’edificio. Se si considera inoltre che gli interventi di ristrutturazione vengono effettuati raramente, è più che opportuno “cogliere l’occasione” per migliorare le caratteristiche acustiche dell’abitazione.

    In aggiunta a questo occorre però ricordare che vari documenti impongono anche valori minimi da rispettare. I limiti di legge per l’acustica edilizia sono definiti dal ben noto DPCM 5-12-1997, e varie circolari ministeriali (scaricabili a questo link) indicano che è necessario rispettare le prescrizioni del decreto anche in caso di riqualificazione. A queste si aggiungono le indicazioni riportate in specifiche leggi regionali e in molti regolamenti edilizi comunali. Inoltre il recente Decreto 11 gennaio 2017 sui Criteri ambientali minimi (CAM) individua nuovi obblighi anche per le gare d’appalto per la ristrutturazione o manutenzione di edifici pubblici.

    Ma quali sistemi si possono utilizzare per riqualificare acusticamente gli edifici esistenti?
    Esistono sul mercato varie soluzioni tecnologiche e la scelta del prodotto più adeguato per il proprio intervento dipende da vari fattori.

    In primo luogo occorre considerare che la presenza di elementi acusticamente deboli (ponti acustici) può ridurre drasticamente l’efficacia di alcuni interventi.  Si consideri ad esempio la necessità di dover incrementare l’isolamento acustico rispetto ai rumori esterni. Se si interviene solo sulle pareti e si trascurano serramenti caratterizzati da prestazioni molto scadenti, l’intervento può risultare poco efficace o nullo dal punto di vista acustico. Similmente un intervento di fonoisolamento su una parete divisoria tra unità immobiliari può risultare poco significativo se le pignatte del solaio in laterocemento mettono in comunicazione ambiente emittente e ricevente.

    controparete

    Inoltre non bisogna dimenticare che alcuni interventi di ristrutturazione possono anche peggiorare le prestazioni acustiche dell’immobile. Ad esempio:

    • L’asportazione della pavimentazione e dello strato di supporto e la sostituzione con piastrelle posate su un nuovo massetto, può comportare il peggioramento del livello di rumore da calpestio nell’appartamento sottostante.
    • Se si ristruttura un bagno e si installano nuovi impianti (ad es. una nuova vasca idromassaggio), è concretamente possibile che verrà aumentato il livello di rumore da impianto nelle vicine unità immobiliari.
    • Alcune tipologie di contropareti possono peggiorare la prestazione fonoisolante delle partizioni su cui vengono applicate

    In generale quindi, prima di intervenire su un edificio esistente, si raccomanda di:

    • definire quale “obiettivo di isolamento” si vuole raggiungere (Rispetto di limiti di legge? Prescrizioni del committente?)
    • realizzare una “diagnosi acustica“, mediante calcoli previsionali e/o misure in opera (a questo link le norme di riferimento), per valutare quali sono le prestazioni acustiche “ante operam”, l’entità dei vari percorsi di rumore e la presenza di eventuali “ponti acustici”.

    In questo modo sarà possibile definire quali sono gli elementi deboli che richiedono priorità di intervento e individuare le soluzioni da proporre.

    Guida acustica ristrutturazioni - Copertina

    Per approfondire questi temi ANIT ha realizzato per i propri soci la nuova guida ACUSTICA E RISTRUTTURAZIONI.

    Il documento analizza i limiti di legge in vigore e gli accorgimenti da seguire durante la diagnosi acustica. Inoltre riporta 18 schede sulle possibili soluzioni tecnologiche da utilizzare.

    SCOPRI LA GUIDA
  • NUOVO VOLUME ANIT

    vol.5
    25 ottobre 2017

    Con largo anticipo rispetto alla stagione estiva 2018, ANIT ha redatto la nuova edizione del Volume su “Le prestazioni estive degli edifici” per aiutare i professionisti nello studio del controllo del fabbisogno di raffrescamento e del comfort estivo. Il libro cartaceo è disponibile dai primi di novembre 2017 e acquistabile on line al link: http://www.anit.it/prodotto/libri/vol-5-prestazioni-estive-degli-edifici/. E’ previsto uno sconto per i Soci ANIT.

  • Approfondimento tecnico: il polistirene espanso estruso

    ManualeXPS
    09 ottobre 2017

    Nel 2017 è nato il Gruppo di lavoro (GdL) ANIT XPS con lo scopo di analizzare, studiare, approfondire e spiegare tutte le caratteristiche del polistirene espanso estruso. I materiali isolanti spesso vengono utilizzati nella maniera errata proprio per una mancata conoscenza da parte del professionista delle proprietà e peculiaretà.
    Del gruppo fanno parte le Aziende associate ANIT Ediltec, Soprema e Ursa, che con i loro esperti sono al lavoro per rispondere a tutte le domande su questo materiale.
    ANIT è lieta di presentare la prima guida creata dalle Aziende in collaborazione con l’Associazione per fare conoscere il materiale e le sue applicazioni.
    Nei prossimi mesi il GdL XPS presenterà un secondo Manuale sul tema dei ponti termici controterra.
    L’approfondimento è scaricabile al seguente Link.

  • Termografia: 5 cose da sapere

    ANIT_termografia_news
    05 ottobre 2017

    Indagini termografiche per il settore civile e industriale

    1 L’indagine termografica è definita come una “prova non distruttiva”
    Il personale addetto alle prove non distruttive può acquisire un’abilitazione ufficiale, spendibile all’interno della Comunità Europea, in accordo con la norma UNI EN ISO 9712.

    2 Esistono 3 livelli di qualificazione del personale
    Un operatore di 1° livello è qualificato a effettuare correttamente l’indagine termografica, un operatore di 2° livello oltre a effettuare l’indagine è qualificato a commentare i dati rilevati, un operatore di 3° livello può svolgere attività di docenza nei corsi di formazione sulle PND.

    3 Sono codificate 6 procedure di indagine termografica
    Le procedure possono essere di tipo quantitativo, comparativo e qualitativo abbinate a tecniche di sollecitazione attiva o passiva. Un buon operatore termografico sceglie la procedura migliore in base al proprio obiettivo.

    4 La norma descrive un metodo “per avere successo”
    La norma sulle prove termografiche UNI EN 16714-1 pubblicata nel 2016 prevede una capitolo “per avere successo”. Un buon operatore termografico non può che seguire queste indicazioni…

    5 ANIT organizza corsi completi per l’abilitazione di 2° livello
    I corsi attualmente in calendario sono in programma a Milano, Torino e Roma. Scopri tutti i dettagli dal link sottostante.

    Vai alla pagina dei corsi abilitanti al 2°livello in programma Milano, Torino e Roma

  • Nuovo Manuale – Isolamento con pavimenti in PVC

    Manuale ANIT - Gerflor
    26 settembre 2017

    ANIT pubblica un nuovo Manuale  tecnico per descrivere come è possibile ridurre i rumori da calpestio con i pavimenti resilienti in PVC.

    Il documento analizza i limiti di legge in vigore e le soluzioni tecnologiche presenti sul mercato.
    Nell’ultimo capitolo sono riportati i risultati di misure fonometriche comparative su vari prodotti.

    Il Manuale è stato realizzato in collaborazione con l’azienda associata Gerflor e può essere scaricato A QUESTO LINK

  • Corsi autunnali di aggiornamento operativo

    Corsi autunnali ANIT
    22 settembre 2017

    Mettiamo al centro le scelte progettuali
    I corsi sono dedicati a chi vuole governare in modo consapevole le scelte progettuali rispetto alle ricadute energetiche, igrotermiche e acustiche. I corsi hanno un taglio pratico e sono accompagnati da esercitazioni operative.

    Obiettivo: analizzare e semplificare
    La progettazione di un edificio nuovo o la riqualificazione di un edificio esistente passa attraverso l’analisi approfondita del sistema edificio-impianto. Vista la complessità dell’argomento, è facile (anche per un esperto) non ricordare i contenuti normativi, oppure affidarsi ciecamente ai risultati estrapolati dal software di calcolo. Un corso ANIT è l’occasione per un confronto con i nostri esperti.

    Corsi itineranti
    Legge 10, requisiti acustici passivi, termografia, Energy Plus, igrotermia dinamica…
    I corsi sono in programma in molte località da Aosta a Bari e da Genova a Udine.
    Consulta l’elenco dei corsi in calendario e scarica la locandina con tutti i dettagli

    Vai al calendario completo dei corsi autunnali

  • Ponderazione dei coefficienti lineari

    IRIS4
    19 settembre 2017

    VIDEO guarda il video che approfondisce il tema.
    IRIS 4.1 prova il software già predisposto per la ponderazione dei coefficienti lineari dei ponti termici.

    Il calcolo dei coefficienti lineari dei ponti termici è necessario ai fini delle valutazioni energetiche in accordo con UNI TS 11300-1 per la redazione di legge 10, APE e diagnosi energetiche.

    La normativa consente di ripartire il coefficiente lineare di una percentuale del 50% nei casi di interventi su singola zona termica a contatto con altra zona termica, ma se si compiono valutazioni in accordo con UNI EN 10211 questa percentuale può positivamente diminuire.

    Affrontare la ponderazione dei ponti termici vuol dire stabilire se l’oggetto di studio è una superficie o se è una zona termica. Successivamente, individuando i ponti termici di confine, è necessario stabilire se riguardano solo l’oggetto di studio o se riguardano altri aspetti.

    La norma UNI TS 11300-1, correttamente, prevede al paragrafo 11.1.3 dedicato ai ponti termici, di valutare i coefficienti lineari ѱ e viene indicata la via da seguire nel caso di ponti termici appartenenti a zone termiche differenti: “Nel caso in cui il ponte termico si riferisca ad un giunto tra due strutture che coinvolgono due zone termiche diverse, il valore di trasmittanza termica lineare, dedotto dalla UNI EN ISO 14683, deve essere ripartito in parti uguali tra le due zone interessate.” Questa via è corretta se il nodo è simmetrico rispetto ad un asse di taglio posto tra le due zone termiche; nel caso non vi sia simmetria, caso molto frequente in molti degli interventi di isolamento termico sugli edifici esistenti, è presente una nota che dice “Nel caso in cui si effettui il calcolo analitico del ponte termico in base alla UN EN ISO 10211, anche la suddivisione dei flussi lineari attribuiti alle due zone termiche può derivare da calcolo analitico”.

    In quali casi è utile procedere con una ponderazione migliore del 50% e come si realizzano i calcolo?
    Per approfondire nel dettaglio il tema ANIT propone CORSI FORMATIVI per i professionisti del settore.
    I Soci inoltre possono confrontarsi con lo Staff ANIT, su problematiche pratiche di applicazione, utilizzando il servizio di CHIARIMENTO TECNICO e usando il software IRIS compreso nella quota annuale di 95€ + iva.

     

  • Pronti a ripartire? Nuovi corsi e convegni

    Stagione_ANIT2017
    04 settembre 2017

    22 Convegni gratuiti
    Riparte il tour dei convegni ANIT con due proposte: “Progettare la riqualificazione dell’involucro” e “Comfort e sicurezza in edilizia (efficienza e antisismica).
    I convegni sono in programma nelle seguenti città:
    Aosta, Bari, Bassano del Grappa (VI), Belluno, Benevento, Borgaro Torinese (TO), Brescia, Ferentino (FR), Francavilla al Mare  (CH), L’Aquila, La Spezia, Lucca, Napoli, Parma, Pesaro, Roma, Seriate (BG), Sondrio, Termoli, Viterbo

    70 Corsi per professionisti
    Pubblicato il calendario dei prossimi corsi
    con numerose proposte. Le iniziative spaziano da brevi corsi d’aggiornamento tecnico a titoli con programmi articolati su più giornate.
    I corsi sono in programma a:
    Aosta, Bari, Belluno, Bologna, Borgomanero (NO), Brescia, Carate Brianza (MB), Chieti, Como , Frosinone, Genova, Ivrea (TO), La Spezia, Legnano (MI), Lucca, Milano, Monza, Padova, Parma, Pordenone, Reggio Emilia, Rimini, Roma, Seriate (BG), Sondrio, Torino, Trento, Udine, Vicenza, Vimercate (MB), Viterbo

    Riparte la stagione, prenota il tuo posto!
    >> vai alla pagina dei Convegni
    >> vai alla pagina dei Corsi

  • Il calendario dei corsi autunnali

    CorsiANIT_restart
    28 luglio 2017

    Abbiamo messo in programma più di 60 nuovi corsi con molti titoli inediti.
    Consulta l’elenco dal link sottostante e pianifica per tempo il tuo percorso con ANIT
    Ogni evento è accompagnato da una locandina dettagliata e da una scheda di registrazione per consentirti di valutare e prenotare il corso che fa per te.
    Se sei interessato a proporre un corso ANIT presso il tuo Ordine o Collegio scrivi a corsi@anit.it

    I corsi sono in programma a:
    Aosta, Bari, Bassano, Belluno, Bologna, Borgomanero, Brescia, Carate, Chieti, Como, Frosinone, Genova, Ivrea, La Spezia, Legnano, Lucca, Milano, Monza, Padova, Parma, Pesaro, Pordenone, Reggio Emilia, Rimini, Roma, Seriate, Sondrio, Torino, Trento, Udine, Vimercate, Viterbo.

    Vai all’elenco dei corsi

     

Resta in contatto con anit!
Iscriviti alla newsletter e resta sempre aggiornato sulle nostre attività
Iscriviti alla newsletter
  • Iscrizione alla newsletter

    Leggi l'informativa Privacy