I nostri Software

Di seguito alcuni esempi sviluppati con i software ANIT.

Ricordiamo che i software ANIT sono utilizzabili in base alla tipologia di associazione (Socio Individuale o Socio Individuale Più) per 12 mesi e su 3 computer

I software sono compresi nella quota associativa

Materiali isolanti: scelta dei dati di progetto

 

Abbiamo organizzato il 18 maggio un webinar d’approfondimento sulle caratteristiche dei materiali isolanti e su come individuare in modo corretto i valori utili alla progettazione energetica e igrotermica a partire dalla documentazione tecnica aziendale e dagli archivi di norma. Gli argomenti sono stati illustrati con l’ausilio del software PAN.


Comfort acustico degli ambienti chiusi


Abbiamo organizzato l’11 maggio 2020 un webinar con l’obiettivo di presentare i descrittori che permettono di definire il comfort acustico di un ambiente interno e alcuni suggerimenti operativi da applicare al progetto architettonico. Gli argomenti sono stati illustrati con l’ausilio del software ECHO.


Diagnosi igrotermica degli edifici esistenti


Il 4 maggio abbiamo organizzato un breve corso on-line sulle metodologie di analisi delle prestazioni igrotermiche degli edifici esistenti attraverso misure dell’umidità, indagini termoflussimetriche e analisi termografiche. Gli argomenti sono stati illustrati mostrando alcuni esempi con i software PAN e IRIS.


Schermature solari e rispetto dei requisiti minimi

 

Il 27 aprile 2020 abbiamo organizzato un webinar su come valutare l’efficacia delle schermature solari attraverso i modelli di calcolo delle norme UNI/TS 11300-1 e UNI EN ISO 52022 dalla richiesta legislativa alle opportunità dell’Ecobonus. Gli argomenti sono stati illustrati con alcuni esempi dei software APOLLO e ICARO


Esempi di analisi dei ponti termici con IRIS 5


Abbiamo organizzato un webinar per i Soci ANIT il 16 aprile 2020 per presentare le novità di IRIS5 e illustrare  le logiche alla base dell’analisi dei ponti termici.
La registrazione dell’incontro è disponibile al link sottostante assieme alla presentazione e ai 5 esempi mostrati.
Gli esempi mostrati sono sviluppati con il software IRIS 5.


Analisi dinamica con ICARO


Abbiamo registrato un corso andato in diretta streaming il 31 marzo 2020 sull’analisi energetica dinamica secondo UNI EN ISO 52016. Il corso ha illustrato cosa cambia rispetto a un’analisi tradizionale e quali nuove informazioni si possono ottenere su fabbisogni, comfort e potenze della zona termica.
I temi sono stati affrontati utilizzando il software ICARO.


Isolamento acustico con ECHO


Proponiamo un breve video-corso per rispondere alle principali domande dei professionisti sui calcoli previsionali di acustica edilizia. Sono obbligatori? Come interpretare i modelli di calcolo? Quali accorgimenti utilizzare per realizzare concretamente un calcolo previsionale di requisiti acustici passivi?
Gli esempi mostrati sono sviluppati con il software ECHO.


Esempi di analisi impianti per la predisposizione di un APE


Come analizzare gli impianti di un edificio residenziale al fine di predisporre un APE – Attestato di Prestazione energetica. Il primo esempio affronta un caso con riscaldamento e acqua calda sanitaria (servizi H e W), il secondo esempio anche un impianto di climatizzazione (servizio C).
Gli esempi mostrati sono sviluppati con il software LETO.


Analisi di un sistema impiantistico di riscaldamento e ACS


Abbiamo registrato un’esercitazione on-line di 2 ore per illustrare come analizzare alcune configurazioni impiantistiche ricorrenti legate ai servizi di riscaldamento e produzione di acqua calda sanitaria. L’obiettivo è quello di presentare una serie di schemi impiantistici reali e verificare assieme al relatore come procedere con l’analisi energetica secondo norma.
L’esempio mostrato è sviluppato con il software LETO.


Analisi di una pompa di calore


Proponiamo un video corso di 2 ore dedicato a come analizzare una pompa di calore per i servizi di riscaldamento e raffrescamento in accordo con le UNI/TS 11300. L’obiettivo è mostrare come reperire i dati dalle schede tecniche, come inserirli in un software di calcolo e come analizzare i risultati.
L’esempio mostrato è sviluppato con il software LETO ed è disponibile dal link accanto.


Ponti termici contro terra agli elementi finiti


L’esempio, prodotto in collaborazione col gruppo XPS ANIT contiene alcuni modelli calcolati di nodi contro terra. Nel file la lettera che contrassegna ogni nodo (da A ad F) trova corrispondenza nel Manuale sui ponti termici contro terra inserito nella sezione manuali. Ogni nodo è riportato in due versioni, una con dicitura NC che significa “Non Corretto” e una con dicitura C che significa “Corretto”

L’esempio è sviluppato con il software IRIS.


Guida al calcolo orario della temperatura operante

L’esempio mostra come eseguire un calcolo orario in regime dinamico per la valutazione del fabbisogno energetico e per la valutazione del comfort in diverse zone termiche.

L’esempio è sviluppato con il software ICARO basato sulla norma UNI EN ISO 52016.


Calcolo di un APE per un appartamento

L’appartamento si trova in un edificio esistente con impianto è centralizzato per il riscaldamento e autonomo per la produzione di ACS.

L’esempio è sviluppato con il software LETO (creazione dell’APE) e con l’ausilio dei software PAN e IRIS per l’analisi delle strutture opache e dei ponti termici.


Guida al calcolo della U media

L’esempio mostra come usare i software LETO, IRIS e PAN per calcolare la trasmittanza media nell’ambito di un progetto di “riqualificazione energetica” di una facciata in accordo con il DM requisiti minimi.

L’esempio è sviluppato con i software LETO, PAN e IRIS.


Analisi di ponti termici agli elementi finiti

L’esempio mostra 7 ponti termici tipici (balcone, pilastro, finestra, fondazioni, ecc.) analizzati agli elementi finiti. Lo studio è finalizzato al calcolo della trasmittanza lineica (coefficiente ψ) e alla verifica del rischio di formazione di muffa.

L’esempio è sviluppato con il software IRIS.


Nuovo calcolo di calpestio secondo UNI EN ISO 12354:2017

L’esempio mostra come eseguire una verifica di livello di calpestio, per ambienti sovrapposti, con il nuovo metodo di calcolo delle UNI EN ISO 12354. Il calcolo è eseguito sia per un intervento nell’ambiente emittente con sistema anticalpestio, che per un intervento nell’ambiente ricevente con controsoffitto e contropareti.

L’esempio è sviluppato con il software ECHO.