EFFICIENZA ENERGETICA: OBBLIGHI E OPPORTUNITA’

Das Eigenheim
09 novembre 2018

La nuova direttiva europea UE 2018/844 impone agli stati membri una revisione della legislazione in campo di efficienza energetica e richiede l’attivazione di provvedimenti per la riduzione dei consumi energetici. L’edilizia è tra i settori che crea maggiore inquinamento e non si può prescindere dal prevedere prestazioni sempre più spinte e gli attuali documenti legislativi, nazionali o regionali, dovranno essere revisionati in base ai nuovi obiettivi europei.
Un’intera sessione del V Congresso ANIT sarà dedicata all’approfondimento di temi legati all’efficienza energetica in edilizia dai requisiti alle opportunità.

Requisiti minimi
Negli anni di applicazione dei provvedimenti previsti nel DM 26 giugno 2015 sono emerse diverse criticità. Le richieste di chiarimento degli associati, più di mille durante l’anno, sono il termometro che consente ad Anit di avere il polso della situazione e di acquisire le problematiche dal campo.
Per mezzo del tavolo consultivo sulla legge 90 del Comitato Termotecnico Italiano – CTI – si è cercato di risolvere tali criticità. Sulla base delle proposte pervenute, il Ministero dello Sviluppo Economico ha pubblicato due serie di FAQ dedicate ai DM 26/06/2015. Non tutto è però ancora chiaro e risolto e molte difficoltà sono tutt’ora un freno agli interventi di riqualificazione. Due interventi sono dedicati a questo tema.
Oltre alle criticità del rispetto dei limiti, è opportuno conoscere anche il punto di vista di chi controlla e verifica. Poiché il quadro legislativo nazionale impone agli enti locali il controllo delle relazioni energetiche allegate alle pratiche edilizie, saranno presenti al Congresso referenti del Comune di Milano che illustreranno in che modo i tecnici comunali eseguono il controllo e quali sono gli obblighi a livello locale, oltre che gli incentivi ottenibili attraverso il raggiungimento di determinate prestazioni energetiche.

Opportunità
Bandi regionali e locali e incentivi nazionali sono fondamentali per la fattibilità di interventi soprattutto di riqualificazione globale.

Edifici privati e edifici pubblici hanno delle opportunità non indifferenti nel caso di interventi di efficientamento energetico.
In relazione alle detrazioni fiscali legate al risparmio energetico (dal 50% al 85%), un tema di attualità è la possibilità della cessione del credito, oggetto di alcune criticità organizzative e fiscali, verrà descritto con il punto di vista dell’imprese.

Per la pubblica amministrazione un forte contributo viene dato dal Conto termico. Il GSE ci spiegherà meglio di cosa si tratta e come sono andati questi incentivi negli ultimi anni .
Anche gli enti locali hanno implementato diverse misure di incentivazione. Regione Lombardia si è rivolta agli Enti Pubblici in caso di efficientamento energetico e adeguamento di edifici pubblici ai nuovi standard prestazionali “NZEB”. I funzionari regionali presenteranno una breve sintesi dei risultati attesi da queste misure, sulla base degli interventi incentivati attualmente in corso di realizzazione nel territorio regionale.
Infine la pubblica amministrazione, che ha un compito rilevante nel promuovere l’efficienza energetica, da una parte prevede verifiche e controlli, dall’altra forme di sostegno. L’Area Ambiente Energia del Comune di Milano ha attivato un bando costruito su due forme di incentivazione: i contributi a fondo perduto e il finanziamento agevolato per soggetti privati e pubblici.
E il progettista come si muove in tutto questo ? Un intervento è dedicato alla comprensione di quali sono le competenze che il professionista deve padroneggiare per potersi orientare nel mercato della progettazione degli interventi edilizi, nel pubblico e nel privato, che mirano ad un’adeguata progettazione energetica dell’edificio.

Il Congresso ANIT è l’occasione per avere una visione d’insieme in relazione alle tematiche dell’efficienza energetica in edilizia. Al Congresso saranno infatti presenti esperti del settore che potranno confrontarsi sulle varie tematiche. E’ un’occasione da non perdere, poiché l’evento è biennale.

Per approfondire questi temi
La nostra Associazione offre diverse occasioni d’approfondimento sul tema trattato nell’articolo.
In particolare segnaliamo:

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+
Resta in contatto con anit!
Iscriviti alla newsletter e resta sempre aggiornato sulle nostre attività
Iscriviti alla newsletter
  • Iscrizione alla newsletter

    Leggi l'informativa Privacy