Ponti termici di facciata in Lombardia

Ponti termici lombardia
27 febbraio 2020

Il Decreto 18546 di Regione Lombardia del 18 dicembre 2019 pubblicato sul BURL del 4 gennaio 2020 ha introdotto una modifica sostanziale al calcolo della trasmittanza termica media per le facciate degli edifici esistenti nel caso di riqualificazione energetica e ristrutturazione importante di secondo livello.
La modifica riguarda come considerare i ponti termici tra serramento e parete perimetrale.
I soci ANIT ANIT possono scaricare la Guida ANIT per la Regione Lombardia aggiornata a febbraio 2020 con tutte le novità introdotte dal Decreto 18456.

Prima del Decreto 18456/2019
I regolamenti regionali lombardi, prima dell’introduzione del Decreto 18456/2019, erano allineati al DM 26/6/15 per quanto riguarda le modalità di controllo della trasmittanza termica media.
Il valore limite indicato nelle tabelle 12,13,14 dell’Allegato B, riguardanti le strutture opache verticali e orizzontali era considerato:
comprensivo dei ponti termici all’interno delle strutture oggetto di riqualificazione e di metà del ponte termico al perimetro della superficie oggetto di riqualificazione”.
Per superare la verifica era necessario progettare strutture perimetrali con trasmittanze significativamente più basse rispetto a quelle limite (già particolarmente severe).

ANIT_ponti termici facciata figura1

Dopo il Decreto 18456/2019
Il nuovo Decreto, entrato in vigore il 4 gennaio 2020, introduce una serie di modifiche al testo del precedente Decreto 2456/2017. Tra queste un’indicazione in più sul rispetto della trasmittanza limite:
nel solo caso in cui le parti opache appartengano ad un soggetto giuridico diverso da quello a cui appartengono le parti trasparenti ed in caso di intervento sulla sola parte opaca, allora i valori delle tabelle (…) non si considerano comprensive dei ponti termici tra finestra e muro”.
La modifica è significativa e riguarda soprattutto il mondo dei condominii dove i soggetti giuridici ricadono nella casistica specificata e gli interventi di isolamento termico spesso si limitano alle strutture opache.
Non considerare nei calcoli i coefficienti lineari del nodo parete-serramento rende meno complicato il rispetto della legislazione pur mantenendo elevato il grado di isolamento termico della struttura.

ANIT_ponti termici facciata figura 2

Attenzione al rischio muffa
Sebbene questa nuova indicazione semplifichi il calcolo della trasmittanza media di facciata, è bene tenere sempre alta l’attenzione sulla correzione dei ponti termici tra parete e serramento per evitare il rischio di muffa.
Consigliamo di valutare sempre attentamente i ponti termici sulle superfici oggetto di intervento anche nel caso di edifici esistenti: la correzione dei ponti termici infatti riduce i rischi di muffa.

Per approfondire
Segnaliamo tre strumenti per approfondire il tema:

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+
Resta in contatto con anit!
Iscriviti alla newsletter e resta sempre aggiornato sulle nostre attività
Iscriviti alla newsletter
  • Iscrizione alla newsletter

    Leggi l'informativa Privacy