Aggiornamenti legislativi

  • Piemonte: risorse per la riqualificazione

    Piemonte
    17 maggio 2017

    Nell’ambito delle strategie di politica energetica per il raggiungimento degli obiettivi comunitari “20-20-20” fissati dall’Unione Europea, la Regione Piemonte ha messo a disposizione 76 milioni di euro come dotazione finanziaria per l’efficienza energetica degli edifici pubblici.
    Grazie a questi fondi sarà possibile realizzare interventi di riduzione della domanda di energia dell’edificio (ad esempio isolamento di strutture opache e trasparenti, installazione di schermature solari e sistemi bioclimatici), la revisione degli impianti a fonti fossili, con incremento dell’efficienza energetica anche mediante l’impiego di mix tecnologici, l’installazione di sistemi di produzione di energia da fonte rinnovabile da destinare all’autoconsumo.
    Vai ai dettagli del Bando POR FESR 2014-2020

  • ENEA: ATTIVO PORTALE 2017

    Enea
    15 maggio 2017

    È operativo il sito per la trasmissione dei dati relativi agli interventi di efficienza energetica ammessi alla detrazione fiscale del 65% e conclusi nel 2017.
    Nella home page del sito si chiarisce che non è ancora possibile inviare la documentazione relativa agli interventi su parti comuni di edifici condominiali che posseggano i requisiti per usufruire delle detrazioni del 70 e 75%.
    Vai al sito Finanziaria 2017

  • Conto Termico: aggiornato il Contatore

    gse
    11 maggio 2017

    Dal 31 maggio 2016 sono arrivate al GSE circa 19.900 domande, per un totale di 93,4 milioni di incentivi richiesti, di cui 57,8 milioni relativi a richieste inviate in accesso diretto (privati e PA) e 35,6 milioni attraverso le prenotazioni (solo PA). Queste ultime sono riferibili al periodo agosto 2016 – aprile 2017.
    Dall’avvio del meccanismo al 1° maggio 2017, risultano ammesse all’incentivo circa 36.300 richieste, per un totale di quasi 121 milioni di incentivi impegnati, di cui 97 afferenti a interventi effettuati da privati e circa 24 milioni a quelli realizzati invece dalle PA.
    Limitatamente agli incentivi riconosciuti in accesso diretto, l’impegno di spesa annua cumulata per il 2017 è di 47 milioni, di cui 39 per i privati e 8 milioni per le PA mentre, per il 2018, è di 8 mln, di cui 7 mln per i privati e1 mln per le PA.
    Val sito del GSE

  • LOMBARDIA: INTRODOTTE NUOVE REGOLE PER I TCA

    Lombardia
    10 maggio 2017

    A seguito della pubblicazione del Dlgs 42/2017 la Regione Lombardia, nel B.U.R.L. Serie Ordinaria n° 17 del 27 aprile, individua le regole per la presentazione, da parte dei tecnici competenti in acustica già riconosciuti dalla Regione, delle istanze per l’inserimento nell’elenco nazionale.
    Inoltre istituisce l’elenco dei membri di indicazione regionale per le commissioni d’esame dei corsi in acustica e definisce le modalità per essere inseriti in tale elenco.
    Scarica un estratto del BURL
    Consulta l’intero BURL
    Scarica l’approfondimento ANIT sui TCA

  • NUOVE REGOLE PER I TECNICI COMPETENTI IN ACUSTICA

    TCAA2
    19 aprile 2017

    Il Dlgs 42/2017 ha radicalmente modificato i criteri per l’esercizio della professione di Tecnico Competente in Acustica (TCA). Chi è già TCA per continuare a esercitare la professione dovrà presentare una domanda presso la propria regione, e chi vuole diventare TCA potrà farlo seguendo un corso di almeno 180 ore.
    ANIT ha preparato un approfondimento per fare chiarezza sul tema.
    Il Tecnico Competente in Acustica (TCA), secondo quanto indicato nella Legge quadro sull’inquinamento acustico n° 447 del 1995, è la figura professionale idonea a effettuare le misurazioni, verificare l’ottemperanza ai valori definiti dalle vigenti norme, redigere i piani di risanamento acustico e svolgere le relative attività di controllo.
    Il DLgs 42/2017, in vigore dal 19 aprile 2017, stabilisce nuovi criteri per l’esercizio della professione di Tecnico Competente.
    In questo approfondimento ANIT riportiamo alcune domande e risposte per cercare di fare chiarezza sulla nuova situazione normativa.

    Download riservato a SOCI ANIT e UTENTI REGISTRATI.
    ACCEDI e attiva il download.

  • Pubblicata la UNI 11673-1 sui serramenti

    住宅のイメージ
    12 aprile 2017

    E’ stata pubblicata la UNI 11673: “Posa in opera dei serramenti. Parte 1: requisiti e criteri di verifica della progettazione”. La norma definisce le metodologie di verifica dei requisiti di base dei progetti di posa dei serramenti, tali metodologie sono concepite per la verifica delle prestazioni dei giunti di istallazione e della loro coerenza alle prestazioni dei serramenti. La norma si applica alla fase di progettazione esecutiva e di scelta dei materiali e dei componenti.
    Tra i criteri generali sono ovviamente trattati l’isolamento termico e acustico. Per l’isolamento termico l’efficacia del giunto è determinata dal posizionamento del serramento all’interno del vano di posa, dalle caratteristiche degli elementi di connessione e dalle caratteristiche e dalle modalità d’impiego dei materiali di riempimento.
    L’analisi del comportamento energetico con la valutazione delle isoterme sulla sezione diventa fondamentale. Analisi delle isoterme nelle zone critiche, analisi delle temperature per valutare il rischio di muffe e condense,  analisi dei ponti termici lineari sono le basi per la corretta analisi termica del serramento.
    Per l’isolamento acustico il progetto di posa deve considerare innanzitutto la prestazione del prodotto dichiarata, espressa in termini di indice di valutazione di potere fono isolante Rw. Il sistema di installazione deve considerare quanto definito nella norma UNI 11296. Lo studio e l’esecuzione di elementi di dettaglio del giunto, la conformazione del vano e i materiali utilizzati vengono analizzati nel dettaglio.
    Inoltre  la norma definisce i requisiti di base per materiali di sigillatura, riempimento e isolamento.
    Per maggiori informazioni: www.uni.com

  • Due nuovi Decreti di acustica

    gazzetta_ufficiale
    06 aprile 2017

    La Gazzetta Ufficiale n.79 del 4 aprile 2017 contiene due nuovi decreti legislativi sul tema dell’acustica.

    Entrambi i decreti entreranno in vigore il 19 aprile 2017

    Il DLgs 41/2017 reca modifiche ad alcuni articoli del DLgs 4-9-2002 n° 262 che disciplina i valori di emissione acustica delle macchine destinate a funzionare all’aperto

    Il DLgs 42/2017 invece:

    • Dispone modifiche ad alcuni articoli del DLgs 19-8-2005 n° 194, riguardante mappe acustiche, piani di azione e informazione al pubblico in merito al rumore ambientale
    • Istituisce una commissione per la tutela dall’inquinamento acustico presso il ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare.
    • Reca modifiche alla Legge 447/1995 (Legge Quadro sull’inquinamento acustico)
    • Stabilisce nuovi criteri per l’esercizio della professione di Tecnico Competente in Acustica

    Di seguiti i link per scaricare:

  • GARE D’APPALTO: CRITERI MINIMI AMBIENTALI

    onda acustica
    22 marzo 2017

    Il DM 11 gennaio 2017 sui “Criteri ambientali minimi” ha introdotto, per le gare di appalto degli edifici pubblici, alcune importanti novità sul tema del comfort acustico.
    Link per scaricare l’approfondimento ANIT

  • EFFICIENZA AL SUD: DOMANDE PER L’AGEVOLAZIONE

    PON-impresa
    20 marzo 2017

    Sono in arrivo 100 milioni di euro per promuovere l’efficientamento energetico delle imprese in Basilicata, Campania, Calabria, Puglia e Sicilia. 
Le risorse – a valere sul Programma Operativo Nazionale (PON) Imprese e competitività – sono contenute nel DM 7 dicembre 2016 che disciplina le modalità e i termini per la concessione delle agevolazioni per programmi di sviluppo che consentano la riduzione dei consumi energetici e delle emissioni di gas climalteranti delle imprese e delle aree produttive del Sud.
    Link per scaricare il Bando
    
Link per scaricare gli Allegati

  • LOMBARDIA: DECRETO EFFICIENZA ENERGETICA

    Lombardia
    16 marzo 2017

    Con decreto regionale n.2456 del 8 marzo 2017, sono state integrate e riapprovate le disposizioni regionali che disciplinano l’efficienza e la certificazione energetica degli edifici.
    Le differenze principali riguardano la valutazione del coefficiente medio di scambio termico H’t nella ristrutturazione importante di 2 livello, la valutazione della quantità di energia termica prodotta dalle pompe di calore oltre alcuni aspetti legati agli attestati di certificazione energetica. Si segnala che ad oggi il decreto non è ancora pubblicato, ma presente e scaricabile dal sito CENED.
    Link per Scaricare il Testo

Resta in contatto con anit!
Iscriviti alla newsletter e resta sempre aggiornato sulle nostre attività
Iscriviti alla newsletter
  • Iscrizione alla newsletter

    Leggi l'informativa Privacy