Bonus Facciate: Risposta n.191

bonus facciate risposta n.191

Con risposta n.191 del 23 giugno scorso l’Agenzia delle Entrate ha risposto positivamente alle domande: è possibile detrarre anche le spese sostenute per opere accessorie che servono per l’esecuzione dei lavori, quali, ad esempio, quelle per la direzione lavori, il coordinamento per la sicurezza, la sostituzione dei pluviali?

Rientrano nel bonus facciate anche le spese per il solo restauro di balconi, senza interventi sulle facciate e, ove ricorra l’obbligo di isolare la facciata, anche queste opere di isolamento?

Per gli interventi iniziati nel 2019 ma i cui pagamenti sono stati effettuati nel 2020, si può usufruire del bonus facciate e nel caso occorre utilizzare una causale particolare?

Con riferimento alla seconda domanda la risposta positiva è chiaramente vincolata al rispetto dei requisiti minimi del DM 26/06/2015.

Per quanto riguarda, la possibilità di ammettere al bonus facciate le spese sostenute nel 2020 per interventi già iniziati nel 2019, l’Agenzia delle Entrate ricorda che nel comma 219 è utilizzata la locuzione “spese documentate, sostenute nell’anno 2020”, senza altre condizioni volte a circoscrivere l’applicazione del “bonus facciate” alla data di avvio degli interventi.

Scarica il documento