Norme Termica

  • Aggiornamento del Decreto criteri minimi ambientali

    Aggiornati i CAM, criteri minimi ambientali. Il DM 11 gennaio 2017 aggiorna il DM 24 dicembre 2015 dedicato ai “Criteri ambientali minimi per l’affidamento di servizi di progettazione e lavori per la nuova costruzione, ristrutturazione e manutenzione di edifici pubblici.
    Il documento s’inserisce nel  Piano d’Azione Nazionale sul Green Public Procurement (PAN GPP).

    Riferimento legislativo:
    DM 24 dicembre 2015, CAM
  • Regione Lombardia: nuovo testo unico sull’efficienza energetica degli edifici

    E’ stato pubblicato sul BURL della regione Lombardia del 24 gennaio 2017 il DDUO 176 del 12 gennaio 2017 , nuovo testo unico sull’efficienza energetica degli edifici, che sostituisce il DDUO 6480/2015.

    Vengono integrate nel nuovo testo le modifiche introdotte dal DDUO 224/206 , insieme ad alcune precisazioni e modifiche al testo precedente.

  • Decreto Milleproroghe 2017: differimento obblighi per fonti rinnovabili e contabilizzazione

    Il Decreto Legge n. 244 /2016 (noto come Milleproroghe), pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 304 del 30 dicembre 2016 all’art. 12 comma 2, proroga al 1 gennaio 2018 l’entrata in vigore dell’obbligo di copertura con fonti rinnovabili di almeno il 50% della somma dei fabbisogni di acqua calda sanitaria, raffrescamento e riscaldamento negli edifici nuovi e sottoposti a ristrutturazione rilevante, obbligo contenuto nell’Allegato 3 del Dlgs 28/2011. Per tutto il 2017 pertanto rimane l’obbligo di coprire con rinnovabili il 35% della somma dei fabbisogni.
    Nello stesso decreto viene riportata anche la proroga di sei mesi sugli obblighi di installazione di contabilizzazione e termoregolazione.
    Scarica il Testo

  • Legge di Bilancio 2017 ed eco-bonus

    Con la Legge n. 232 dell’ 11 dicembre 2016, ai commi 2 e 3, si dispone la proroga di un anno, fino al 31/12/2017, della misura della detrazione al 65% per le spese relative ad interventi di riqualificazione energetica degli edifici. La proroga sale a 5 anni, fino al 31/12/2021, per gli interventi di riqualificazione energetica relativi a parti comuni degli edifici condominiali, o che interessino tutte le unità immobiliari del singolo condominio.  Inoltre, in questi casi, la percentuale di detrazione è aumentata al 70% nel caso di interventi che interessino l’involucro dell’edificio ed al 75% nel caso di interventi finalizzati a migliorare la prestazione energetica invernale e estiva e che conseguano almeno la qualità media prevista dal D.M. 26/06/2016 e asseverata con l’Attestato di prestazione energetica.
    Testo della Legge di Bilancio
    Stralcio articoli Legge di Bilancio

  • NUOVE FAQ SUI DECRETI EFFICIENZA ENERGETICA

    Il 1 agosto 2016 il Ministero dello Sviluppo Economico ha pubblicato un’altra serie di FAQ sul DM 26 giugno 2015 e il DLgs 28/2011. Le FAQ rientrano in un lavoro di analisi critica dei decreti di efficienza energetica e cercano di risolvere i dubbi principali sull’applicazione di questi documenti.
    Gli aspetti principali riguardano: ampliamenti volumetrici e cambio di destinazione d’uso,  obblighi del DLgs 28/11, requisiti sugli impianti, compilazione dell’APE…

    Riferimento legislativo:
    DM 26/06/2015 , DLgs 28/11
  • REGIONE BASILICATA: APE ON LINE

    La deliberazione 767/2016 stabilisce che, a partire dal 15 agosto 2016, la registrazione degli Attestati di Prestazione Energetica in regione Basilicata da parte dei soggetti certificatori dovrà avvenire esclusivamente con modalità telematica, attraverso l’apposita sezione del sito internet istituzionale, e tramite l’uso della firma digitale.

    Riferimento legislativo:
    Delibera 767/2016
  • DLgs 141/2016 di modifica del DLgs 102/2014

    Pubblicato in Gazzetta il 25 luglio 2016 il DLgs 141 modifica diversi punti del DLgs 102 del 2014 di attuazione della direttiva 2012/27/UE sull’efficienza energetica.

    Riferimento legislativo:
    DLgs 141/ 2016 e DLgs 102/2014
  • Provincia autonoma di Trento: criteri di efficienza energetica

    Con la Delibera n.162 /2016 anche la provincia autonoma di Trento recepisce quasi completamente il DM 26 giugno 2016 sull’efficienza energetica in edilizia. Le modifiche sostanziali riguardano i requisiti prestazionali per cui entrano in vigore già quelli più restrittivi previsti nel 2021 a livello nazionale, la classificazione energetica fissa e l’obbligo al blower door test per la certificazione di edifici in classe A e A+.

     

    Riferimento legislativo:
    Delibera n.162/2016
  • REGIONE CALABRIA E PROTOCOLLO ITACA

    Firmato un accordo tra l’Assessore regionale alle Infrastrutture Roberto Musmanno e la presidente di ITACA (Istituto per l’Innovazione e la Trasparenza degli Appalti e la Compatibilità Ambientale) Anna Casini.

    Il Protocollo ITACA, elaborato dall’omonimo organo tecnico della Conferenza delle Regioni è uno strumento per la certificazione del livello di sostenibilità ambientale di edifici con diverse destinazioni d’uso.

    Con la sottoscrizione di questo accordo, si dà attuazione alla LR 41/2011 ‘Norme per l’abitare sostenibile’. La certificazione di sostenibilità ambientale, infatti, sarà normata entro il prossimo 30 giugno dalla Giunta Regionale con l’emanazione del primo regolamento attuativo che darà operatività alla legge.
    La certificazione, inoltre, sarà obbligatoria per tutti gli interventi di edilizia che saranno finanziati con i fondi pubblici.

  • IMPIANTI GEOTERMICI: REGOLE PER L’UTILIZZO

    Il Lazio istituisce il registro dei piccoli impianti, il Piemonte detta linee guida tecniche in attesa delle norme nazionali.

    Nel Lazio, la Legge regionale 3/2016 regola le piccole utilizzazioni locali di calore geotermico

    In Piemonte, con il Decreto dirigenziale 66/2016 sono state dettate le linee guida regionali per l’installazione e la gestione delle sonde geotermiche.
    Le linee guida colmano, dal punto di vista tecnico, il vuoto legislativo creato dal D.lgs. 28/2011 in base al quale, entro 3 mesi dalla sua entrata in vigore, doveva essere approvato un decreto ministeriale per regolare la posa in opera delle sonde geotermiche e i casi in cui poter usare le procedure abilitative semplificate.

Resta in contatto con anit!
Iscriviti alla newsletter e resta sempre aggiornato sulle nostre attività
Iscriviti alla newsletter
  • Iscrizione alla newsletter

    Leggi l'informativa Privacy