Dal 21 settembre, si ricomincia con la seconda metà del Tour ANIT 2021.

Inizia la seconda parte del tour

Dopo i 33 convegni della prima parte, svoltasi da marzo a giugno, il tour prevede altre 36 “tappe” digitali, sempre dedicate all’aggiornamento tecnico e normativo per i professionisti.

Nonostante la formula online, non mancheranno gli spazi dedicati al dibattito e al confronto con i tecnici, che risponderanno in diretta alle domande ricevute via chat durante l’evento.

Consulta il nostro calendario per scoprire tutti i nuovi convegni del Tour ANIT 2021

La partecipazione ai convegni ANIT è gratuita, previa registrazione.

Con i software ANIT è possibile stampare la “Relazione Legge 10” in accordo con i decreti sui requisiti minimi.

Come si sa i modelli di relazione previsti dal legislatore sono 3, ovvero (semplificando) si usa l’Allegato 1 nel caso di edifici di nuova costruzione e interventi assimilati, l’Allegato 2 per le riqualificazioni energetiche d’involucro e le ristrutturazioni di 2° livello e l’Allegato 3 per le riqualificazioni energetiche degli impianti.

Allegato 2 con LETO ed EUREKA

Con l’ultima versione dei software è ora possibile stampare l’Allegato 2 sia con LETO che con EUREKA.

La differenza è che con LETO i risultati sono analizzati per l’intero edificio e per le singole unità immobiliari, mentre con EUREKA è possibile analizzare i dati per superfici di uguale orientamento (come richiesto dalla FAQ ministeriale 2.15/2016 per la verifica di H’t).

Consigliamo pertanto di utilizzare EUREKA per la redazione di questo allegato.

Il software è disponibile per tutti i Soci ANIT ed è in grado di importare file nel formato .leto.

Scopri i software ANIT

È ora disponibile il calendario aggiornato con tutti i nostri corsi online.
Scopri le nostre proposte formative, consulta le locandine e scegli il corso più adatto alla tua formazione.

Corsi online: gli argomenti in evidenza:

Modalità di partecipazione

I corsi si terranno on-line in diretta streaming su Google Meet. 
Tutti i dettagli su contenuti, costi e CFP sono disponibili sulla locandina dei singoli corsi.

Scopri i corsi ANIT


Vi informiamo che, in occasione delle ferie estive, i servizi di chiarimenti tecnici e assistenza ai Soci saranno sospesi dal 6 al 24 agosto.

Le spedizioni saranno sospese per tutto il mese di agosto e riprenderanno a settembre.

Buone vacanze!

La guida ANIT – Bonus 110%, che analizza le regole per accedere al Bonus 110% a partire dalle informazioni contenute nei testi di legge, nelle circolari e nelle FAQ ufficiali, è stata aggiornata con le ultime integrazioni ed è ora disponibile per i Soci ANIT.

Guida ANIT – Bonus 110%: l’aggiornamento

La versione del 6 agosto 2021 introduce le novità:

  • del DL 59/2021 convertito in legge con la Legge n. 101 del 1° luglio 2021;
  • del DL 77/2021 “Legge di semplificazione” convertito in legge con la Legge n.108 del 29 luglio 2021;
  • degli aggiornamenti, FAQ e interpelli dell’Agenzia delle Entrate e di ENEA.

La Guida, come sempre, proporre una sintesi del Bonus 110% basata sui seguenti testi:

  • Legge 77/2020 di conversione del DL Rilancio (Decreto 34/2020);
  • decreti attuativi del Ministero dello Sviluppo Economico
    pubblicati in G.U. il 5 ottobre 2020;
  • Circolare 24/ECircolare 30/E e Provvedimento del direttore dell’Agenzia delle Entrate;
  • FAQ di ENEA pubblicate ad ottobre 2020;
  • Legge 126/2020 di conversione del DL 104 (cosiddetto DL Agosto) entrato in vigore il 14 ottobre 2020;
  • Legge di Bilancio 2021, ovvero Legge 178 del 30 dicembre 2020.

Scarica la guida aggiornata

Tour ANIT: com’è andata?

Si è da poco conclusa la prima parte del Tour ANIT 2021 che ha visto l’organizzazione, da marzo ad oggi, di 33 convegni online dedicati all’aggiornamento tecnico e normativo per i professionisti. Il format online ha permesso la partecipazione da tutta Italia, nel rispetto delle disposizioni anti-COVID. Non sono mancati lo spazio dedicato al dibattito, tramite chat, e il riconoscimento dei crediti formativi da parte degli enti preposti.

Abbiamo registrato 6.596 presenze totali, con una media di oltre 260 professionisti per ogni evento. 18 Aziende associate ANIT hanno partecipato in qualità di Sponsor, e hanno contribuito ai convegni con interventi tecnologici e approfondimenti tecnici.

Quali sono le maggiori criticità del Superbonus 110%?

Durante i convegni, abbiamo effettuato un sondaggio chiedendo ai partecipanti quali sono le principali criticità del Bonus 110%. Le risposte ottenute, evidenziano che le maggiori criticità sono legate agli aspetti burocratici più che a quelli tecnici. La conformità urbanistica è il primo problema da risolvere, anche se con il tempo diventa meno importante mentre aumenta la percentuale di chi ritiene più complessa la verifica di congruità dei prezzi. La burocrazia è sempre vista da nord a sud Italia come un vincolo non indifferente che può frenare il provvedimento. Per quanto riguarda gli aspetti energetici, la verifica dei requisiti tecnici di trasmittanza risulta più complessa rispetto al raggiungimento dell doppio salto di classe.

Guarda i risultati del sondaggio

A settembre, la seconda parte del tour

Il Tour ANIT 2021 riprenderà dopo l’estate con altri 36 convegni, online e in presenza, a partire dal mese di settembre.

Ricordiamo che la partecipazione ai convegni ANIT è gratuita, previa registrazione sul sito anit.it e prevede la presenza dello Staff tecnico dell’Associazione per rispondere ai quesiti e ai dubbi dei partecipanti.

Scopri i prossimi eventi in programma

ANIT e ASSOVERNICI si sono fatti promotori di questo comunicato congiunto per richiedere la proroga del Superbonus prima dell’estate, tante associazioni del settore delle costruzioni lo hanno firmato e condiviso.

Ci auspichiamo che le motivazioni sottolineate siano sufficienti affinché il Governo comprenda l’importanza delle tempistiche di proroga.

Scarica il comunicato.


La quarta fase in un intervento di isolamento acustico, riguarda le misure in opera.

Al termine dell’opera o durante l’avanzamento del cantiere è possibile eseguire misure fonometriche al fine di collaudare i requisiti acustici passivi.

Queste misure vengono eseguite da una figura abilitata, il Tecnico Competente in Acustica, secondo le indicazioni normative e legislative.

Nonostante la precisione degli strumenti utilizzati, le misure sono sempre soggette a incertezza.

Nell’ultimo video della serie “Acustica Edilizia in Pillole” affrontiamo queste tematiche e descriviamo brevemente le procedure di misura.

Consulta la pagina ANIT RISPONDE per approfondire questi temi.

Sui temi dell’isolamento ai rumori, è disponibile il “Manuale di acustica edilizia“, volume 3 della collana ANIT sull’isolamento termico e acustico.

È inoltre disponibile, per tutti i Soci, la guida ANIT – acustica edilizia

Il nuovo numero della rivista scientifica neo-Eubios 76 è disponibile on-line in formato digitale e sfogliabile gratuitamente a questo link.

Nel numero si parla di calcolo dei carichi termici estivi, diagnosi delle problematiche di una copertura di grandi dimensioni, novità della norma UNI EN 1264, prestazioni energetiche dei materiali isolanti, tecnici competenti in acustica, qualità acustica in ambienti scolastici, Superbonus 110%.

neo-Eubios è scaricabile in formato .pdf da tutti i Soci ANIT che lo ricevono anche a casa in formato cartaceo.

Scopri come iscriverti ad ANIT.

La terza fase in un intervento di isolamento acustico, è quella dei controlli in cantiere.

La fase di realizzazione dell’opera è di fondamentale importanza se si vogliono raggiungere a edificio ultimato le prestazioni previste dal progetto. È opportuno farsi affiancare da un professionista dell’acustica edilizia per seguire l’avanzamento del cantiere nelle fasi più delicate per l’isolamento acustico.

Nel terzo video della serie “Acustica Edilizia in Pillole”, descriviamo brevemente queste fasi e l’attività di controllo da mettere in atto.

Consulta la pagina ANIT RISPONDE per approfondire questi temi.

Sul tema della corretta posa, è disponibile il “Manuale di acustica edilizia”, volume 3 della collana ANIT sull’isolamento termico e acustico.

È inoltre disponibile un elenco delle aziende associate ANIT che forniscono sistemi costruttivi per l’isolamento acustico.

Il secondo passaggio necessario per raggiungere uno specifico obiettivo di isolamento acustico è la definizione del progetto acustico.

Prima di iniziare un intervento di isolamento acustico è necessario realizzare una valutazione analitica, per stabilire quali materiali e sistemi costruttivi utilizzare per raggiungere l’obiettivo prefissato. In questo video analizziamo sinteticamente quali norme tecniche definiscono i modelli di calcolo e cosa deve contenere una relazione di calcolo previsionale di requisiti acustici passivi.

Ne parliamo nel secondo video della serie “Acustica Edilizia in Pillole”

Guarda il video:

Consulta la pagina ANIT RISPONDE per approfondire questi temi.

Il primo passaggio necessario per raggiungere uno specifico obiettivo di isolamento acustico è proprio la definizione degli obiettivi che possono essere richiesti dal committente.

Gli edifici devono rispettare le prescrizioni di isolamento acustico definite nella legislazione in vigore (DPCM 5-12-1997, Decreto CAM, documenti locali) ed eventuali richieste aggiuntive definite d’accordo con i committenti.

Ne parliamo nel primo video della serie “Acustica Edilizia in Pillole”

Guarda il video:

Consulta la pagina ANIT RISPONDE per approfondire questi temi.

ANIT lancia il nuovo ciclo di video brevi “Acustica edilizia in pillole”, per approfondire i principali temi dell’isolamento acustico.

Pubblicheremo un video a settimana, ogni martedì, sul canale Youtube ANIT.

Acustica edilizia in pillole

È possibile raggiungere uno specifico obiettivo di isolamento acustico seguendo un percorso in quattro passaggi:

Guarda il video introduttivo:

Consulta la sezione del sito “ANIT RISPONDE” per un ulteriore approfondimento di questi temi.


È disponibile sul sito ANIT, il manuale realizzato con Stiferite dedicato al tema del rapporto tra isolamento termico degli edifici e comportamento estivo.

Scopri di più nella pagina dedicata.

Il nuovo Approfondimento ANIT “Isolamento del contorno dei serramenti e 110%” è ora disponibile per il download previa registrazione al sito ANIT.

Isolamento del contorno dei serramenti e 110%

Con il presente approfondimento si vuole porre l’attenzione sul tema dell’isolamento termico del contorno dei serramenti per l’accesso alle detrazioni fiscali del Superbonus 110%.

All’interno del documento sono presenti riferimenti anche all’Ecobonus tradizionale, necessari a chiarire alcune differenze.

Scarica l’approfondimento

ANIT ha organizzato un webinar gratuito sulla sicurezza sismica

Efficienza energetica e sicurezza sismica nel Superbonus 110%

A un anno dalla pubblicazione del DL rilancio n. 34/2020 e dall’annuncio del Superbonus 110%
proponiamo una riflessione su come integrare gli interventi trainanti energetici e sismici previsti ai commi 1 e 4 dell’art. 119 della Legge 77/2020.

Efficienza energetica e messa in sicurezza sismica devono essere progettati e pensati a partire dallo studio di fattibilità, solo così potremo rendere i nostri edifici davvero sostenibili.

Il webinar propone una sintesi sui requisiti tecnici e sulle modalità di asseverazione per l’accesso al Superbonus 110% per interventi energetici e sismici combinati e nel caso di demolizione e ricostruzione.

Abbiamo approfondito, con degli esempi, l’analisi integrata dei due ambiti ponendoci ad esempio le seguenti domande:
• dove e come dichiaro il rispetto dei requisiti sismici?
• come faccio la suddivisione le spese?
• come calcolo i massimali?
• se un sistema ha entrambe le funzioni, come lo devo considerare?
• come tratto gli interventi che possono essere trainati sia da sismica che energetica?
• come suddivido le spese accessorie e professionali?

Guarda il webinar

Il webinar è disponibile alla visione sul canale YouTube ANIT

Il nuovo Approfondimento ANIT “CAM e Superbonus 110%” è ora disponibile per il download previa registrazione al sito ANIT.

CAM e Superbonus 110%

Il rispetto dei Criteri Ambientali Minimi CAM, riportati nel DM 11 ottobre 2017 è uno dei requisiti importanti previsti dal Superbonus nel caso di intervento trainante di isolamento termico

Con questo approfondimento, poniamo l’attenzione sulla corretta scelta dei materiali isolanti per l’accesso alle detrazioni fiscali del Superbonus 110% previste dall’art. 119, comma 1a del DL34/2020 convertito in Legge con la Legge 77/2020, e cerchiamo di rispondere alle domande dei professionisti.

Scarica l’approfondimento

ANIT organizza una nuova edizione del corso di termografia in edilizia in modalità mista: online e dal vivo.

Termografia in edilizia: 1° e 2° livello UNI EN ISO 9712:2012

Il corso si svolgerà a partire dall’8 giugno: la prima parte è prevista online (6 moduli da 4 ore) mentre la seconda parte dal vivo (3 giornate tra settembre e ottobre).

L’obiettivo è la formazione di figure professionali esperte e qualificate nel campo dell’indagine termografica, ponendo l’accento sulle applicazioni legate al mondo dell’edilizia secondo la norma UNI EN 16714:2016.

Il corso permette ai professionisti di conseguire l’abilitazione di Operatore Termografico di 2° Livello, in conformità alla norma UNI EN ISO 9712:2012.

Il certificato è rilasciato previo superamento dell’esame finale (incluso nel prezzo del corso).

Modalità di partecipazione

Il corso è a numero chiuso.
Tutti i dettagli su contenuti, costi e CFP sono disponibili a questo LINK

ANIT ha organizzato un webinar gratuito sulla conduttività termica e la corretta valutazione delle prestazioni.

Conduttività termica, cos’è e come si valuta

L’obiettivo del webinar è quello di far comprendere quali sono le basi scientifiche per la corretta valutazione dell’isolamento termico, partendo dai meccanismi fisici di trasmissione del calore e dai concetti di conduttività, emissività e riflessione solare.

Sapere come valutare le prestazioni dei materiali è fondamentale per comprendere se un determinato prodotto ha le caratteristiche giuste per essere utilizzato come isolante termico.

I materiali con marcatura CE hanno degli obblighi e quindi delle dichiarazioni di prestazione conformi alle richieste del mercato.
•I materiali non marcati come si possono correttamente commercializzare?
•Come si misura la prestazione di isolamento termico?
•Quali sono gli indicatori corretti e i metodi di valutazione?
•Come si può valutare la conduttività dei materiali: quali sono i metodi normati e validi per la marcatura CE e quali sono invece quelli qualitativi o comunque non rappresentativi della effettiva prestazione?

Analizziamo i rapporti di prova e le schede tecniche, vediamo dove è possibile reperire dati di calcolo corretti e rispondiamo ai principali dubbi sul tema della prestazione termica dei materiali da costruzione.

Guarda il webinar:

Il webinar è disponibile alla visione sul canale YouTube ANIT

Pubblicata una nuova versione della Guida ANIT – Acustica edilizia aggiornata ad aprile 2021.

La guida ANIT – acustica edilizia, analizza la legislazione e le norme tecniche in vigore sui temi dei requisiti acustici passivi e della classificazione acustica delle unità immobiliari.

In particolare vengono approfonditi:

  • Le prescrizioni del DPCM 5-12-1997
  • La norma UNI 11367 sulla classificazione acustica degli edifici
  • Le indicazioni riportate in altri documenti di legge (Decreto CAM, Leggi regionali, incentivi fiscali, ecc.)

Scarica la guida aggiornata

Abbiamo pubblicata la nuova versione della Guida ANIT – Regione Emilia Romagna aggiornata con le disposizioni della DGR 1548/2020 per la parte di requisiti minimi e della DGR 1385/2020 per quella di certificazione.

La Guida ANIT – Regione Emilia Romagna, analizza i contenuti delle delibere regionali sull’efficienza energetica e la certificazione in Emilia Romagna proponendo un metodo tabellare per individuare in pochi passaggi le verifiche da rispettare a seconda del tipo di intervento.

Scarica la guida



Il nuovo numero della rivista scientifica neo-Eubios 75 è disponibile on-line in formato digitale e sfogliabile gratuitamente a questo link.

Nel numero si parla di materiali isolanti e conduttività termica, calcolo di carichi termici invernali secondo UNI EN 12831 negli edifici ad elevate prestazioni, determinazione dell’isolamento acustico di facciata per ambienti d’angolo, applicabilità dell’ottimizzazione multi-obiettivo nella progettazione acustica delle aule scolastiche, impatti ambientali dei pannelli in poliuretano, processo termotecnico per il Superbonus 110%, Superbonus e parcelle professionali.

neo-Eubios è scaricabile in formato .pdf da tutti i Soci ANIT che lo ricevono anche a casa in formato cartaceo.

Segnaliamo che in questo periodo di emergenza, la spedizione potrebbe subire alcuni ritardi.

Scopri come iscriversi ad ANIT.

I due incontri gratuiti organizzzati da ANIT sull’utilizzo dei software sono ora disponibili sul canale YouTube ANIT.

LETO, come preparare l’APE convenzionale per il Bonus 110%

Nel primo incontro, parleremo di APE convenzionale per l’accesso al Bonus 110%, della corretta analisi del coefficiente H’T e della trasmittanza media Um per
il rispetto dei requisiti minimi, utilizzando il software LETO

Guarda il webinar: LETO, come preparare l’ape convenzionale per il Bonus 110%:

Software LETO 5.0

LETO è il software per il calcolo del fabbisogno energetico degli edifici sviluppato per i SOCI ANIT Il software è certificato dal CTI (n. 80/2017) e può essere utilizzato per tutti i calcoli energetici che richiamano le UNI/TS 11330

La registrazione del webinar è disponibile sul nostro CANALE YOUTUBE

Il secondo incontro gratuito organizzato da ANIT sull’utilizzo dei software, disponibile sul nostro canale YouTube.

EUREKA, calcolo di H’T e Um

Nel secondo incontro, parliamo della corretta analisi del coefficiente H’T e della trasmittanza media Um per il rispetto dei requisiti minimi utilizzando il software EUREKA.

Guarda il webinar: EUREKA, calcolo di H’T e Um

Software EUREKA 1.0

EUREKA è il nuovo software della suite ANIT per il calcolo del coefficiente H’T e della trasmittanza termica media Um sviluppato per i SOCI ANIT. È uno strumento di aggregazione delle informazioni relative agli elementi opachi, agli elementi trasparenti e ai ponti termici.

La registrazione del webinar è disponibile sul nostro CANALE YOUTUBE


Informiamo che gli uffici ANIT saranno chiusi per le festività Pasquali dal 2 al 5 aprile 2021.

In queste date, i servizi dedicati ai Soci saranno sospesi e riprenderanno regolarmente a partire da martedì 6 aprile.

Auguriamo a tutti Buona Pasqua!

Abbiamo aggiornato l’ Approfondimento ANIT “Tecnico competente in acustica – facciamo chiarezza” ed è disponibile per il download previa registrazione al sito ANIT.

Tecnico competente in acustica – facciamo chiarezza

La figura professionale del TCA è definita dalla Legge quadro sull’inquinamento acustico n° 447 del 1995.

Tuttavia, i criteri per l’esercizio della professione di Tecnico Competente sono stati ridefiniti dal DLgs 42/2017, in vigore dal 19 aprile 2017.

Questo approfondimento vuole fare chiarezza sull’attuale situazione normativa e rispondere alle seguenti domande:

  • Chi può svolgere oggi l’attività di TCA?
  • Cosa richiede il Dlgs 42 per l’aggiornamento professionale dei TCA?
  • Come è possibile oggi diventare TCA?

Scarica l’approfondimento


È stata pubblicata la nuova Guida ANIT – Bonus Facciate riservata ai soci ANIT.
La guida propone una sintesi delle regole da rispettare per accedere al provvedimento del Bonus Facciate introdotto dalla Legge di Bilancio 2020.

Il Bonus Facciate è una detrazione dedicata agli interventi: 
– finalizzati al recupero o restauro della facciata esterna degli edifici esistenti; 
per il rinnovo e il consolidamento della facciata esterna, inclusa la sola pulitura o tinteggiatura esterna sulle strutture opache della facciata;
– su balconi, ornamenti o fregi, ivi inclusi quelli di sola pulitura o tinteggiatura; 
– riconducibili al decoro urbano, quali quelli riferiti a pluviali, grondaie, parapetti, cornicioni e parti impiantistiche; 
– di coibentazione delle superfici opache della facciata esterna.

All’interno della guida ANIT – Bonus Facciate, si possono trovare tutte le informazioni ufficiali (leggi, circolari, chiarimenti, ecc.) e alcuni approfondimenti che vogliono chiarire gli aspetti più critici.

Scarica la guida

Nell’ultimo video di questa serie parliamo di APE convenzionali e doppio salto di classe.

In particolare ci concentreremo APE convenzionale ante operam e post operam che metteremo a confronto con l’APE tradizionale.

Analizzeremo anche la valutazione del doppio salto di classe.

Guarda gli altri video della serie

Pubblicata una nuova versione della Guida ANIT – Ecobonus aggiornata al 22 marzo 2021. La Guida analizza le regole per accedere all’Ecobonus con tutte le novità introdotte nel 2020.

La nuova Guida ANIT – Ecobonus ostituisce la precedente “Guida ANIT alle detrazioni” ed è interamente dedicata allo strumento “Ecobonus” e agli interventi per la riqualificazione e valorizzazione energetica del patrimonio edilizio esistente.


Rispetto alla precedente edizione abbiamo analizzato il DL 34/2020 convertito dalla Legge 77/2020, il decreto requisiti Ecobonus
(Decreto interministeriale 6/8/2020) e la Legge 30 dicembre 2020 n. 145 (Legge di Bilancio 2021).

Scarica la guida aggiornata

Come si verifica la trasmittanza media, e quali sono le regole da rispettare per accedere alle detrazioni?

Approfondiamo questi argomenti nel quarto video della serie “Bonus 110% in pillole”.

Guarda il video:

Guarda gli altri video della serie

È ora possibile rivedere gli oltre 80 eventi della fiera Klimahouse digital edition 2021.

Tutti i video possono essere fruiti on-demand sul sito della Klimahouse Digital Edition e rimarranno disponibili in lingua originale fino alla fine dell’anno.

Guarda gli eventi di ANIT a Klimahouse 2021

Di seguito i link agli eventi di ANIT, disponibili on-demand:

Le prestazioni dei materiali isolanti

Focus sull’APE convenzionale e il doppio salto di classe

H’t e trasmittanza media

Progettare il comfort estivo

Comfort acustico

Inoltre, il video dell’evento “La nuova norma UNI 10351” è disponibile alla visione sul nostro canale YouTube

Un intervento di riqualificazione dell’involucro che ambisce al Bonus 110%, deve poter superare la verifica di H’T.

Questo video della serie “Il Bonus 110% in pillole”, ci aiuta a capire come si verifica H’T, quali sono gli ingredienti del calcolo e i limiti da rispettare.

Guarda il video:

Guarda gli altri video della serie


Quali sono i materiali isolanti che possono essere utilizzati negli interventi che accedono alle detrazioni?

In questo video della serie “Bonus 110% in pillole”, ci focalizzaimo sulla nota ENEA sui materiali isolanti, sulla dichiarazione di prestazione (DoP), sulla conduttività termica dichiarata (λD) e sull’obbligo di marcatura CE.

Guarda il video:

Guarda gli altri video della serie

È disponibile un nuovo approfondimento tecnico sulla scelta e correzione delle prestazioni termoigrometriche dei materiali, con particolare riferimento alla conduttività termica degli isolanti.

Parlando di prestazioni è fondamentale infatti avere il giusto riferimento normativo per capire se i valori scelti in fase di progetto, sia preliminare che definitivo, siano corretti e possano garantire il risultato previsto.
Le norme tecniche UNI /CTI, essendo elaborate in gruppi di lavori di esperti con il supporto di laboratori e enti di ricerca, sono il riferimento più corretto per la valutazione del comportamento energetico dei nostri edifici nonché comunque l’unico ufficialmente valido in quanto citate nelle leggi di riferimento.

Il documento propone una riflessione attorno a questi temi per dare al professionista una guida su come scegliere la conduttività di un materiale isolante. Ricordiamo che questi temi sono approfonditi in numerose altre pubblicazioni disponibili tra gli approfondimenti e i manuali tecnici del sito ANIT.

Scopri di più nella pagina dedicata.

ANIT è lieta di dare il benvenuto in associazione a 3 Aziende del settore.

ANPE: Associazione nazionale poliuretano espanso rigido;

TELCAM SRL: monoblocchi per avvolgibili e sistemi trasparenti;

RADAELLI 1967 spa: sistemi acustici fonoassorbenti.

Le aziende associate ANIT sono ad oggi 98 e comprendono produttori di isolanti, di sistemi costruttivi, sistemi a secco, impermeabilizzazioni, isolamento riflettente, isolamento degli impianti, sistemi per la ventilazione, sistemi trasparenti, strumentazione, laboratori di prova e associazioni di categoria.

Tutte le aziende associate ANIT


Per accedere al Bonus 110% deve essere verificata la conformità ai CAM per i materiali isolanti utilizzati. Ma come deve essere dichiarata?


Nel primo video della serie “Bonus 110% in pillole”, parleremo proprio di materiali isolanti e criteri ambientali minimi all’interno del superbonus 110%.

Guarda il video:

Guarda gli altri video della serie

Il Bonus 110% è oggi un argomento di grande attualità.

Il provvedimento, che prevede una detrazione del 110% delle spese per l’efficientamento energetico, ha ancora dei punti oscuri.

Con il ciclo di video brevi “Il Bonus 110% in pillole”, ANIT vuole fare il punto su alcuni degli argomenti più spinosi.

Gli argomenti trattati:

▪️ CAM e materiali isolanti;
▪️ I materiali isolanti per le detrazioni;
▪️ Bonus 110% e verifica H’t;
▪️ Trasmittanza media: detrazioni e legge;
▪️ APE convenzionale e doppio salto di classe.

Guarda la playlist “Bonus 110% in pillole” QUI

Ogni settimana a partire da martedì 23 febbraio, pubblicheremo un nuovo video sul canale YouTube ANIT

Abbiamo aggiornato la procedura per le richieste di chiarimenti tecnici su efficienza energetica, incentivi fiscali, acustica, materiali solanti e assistenza software da parte dei Soci ANIT.

Ricordiamo che questo servizio è pensato come supporto alle Guide, e agli altri strumenti ANIT. Si raccomanda perciò, di utilizzarlo solo dopo aver consultato gli strumenti precedentemente citati. Molte domande che ci vengono formulate trovano infatti una risposta nei documenti di sintesi prodotti.

Richiedere chiarimenti utilizzando il form sul sito web

I nostri Soci possono inviare domande sintetiche attraverso i form presenti nella propria area personale del sito ANIT

Per farlo occorre:
– Accedere al sito con le proprie credenziali di Socio
– Andare a questo link 

Il servizio è attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 9:00 alle ore 18:00. 
Per garantire la risposta in tempi brevi, chiediamo ai Soci di inviarci al massimo una richiesta al giorno e di non abusare del servizio per non togliere opportunità ad altri associati.

Il numero di richieste alle quali possiamo rispondere in tempi ragionevoli è numericamente limitato. 
Il sito è predisposto per accettare un numero massimo di richieste giornaliero.

Richiedere chiarimenti telefonando in Associazione

I nostri Soci possono richiedere chiarimenti anche telefonando in Associazione al numero 02 89415126 dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 13:00.

Il lunedì è dedicato ai soli chiarimenti di acustica edilizia, dal martedì al venerdì ai temi di efficienza energetica.

Diventa socio ANIT

Klimahouse Digital Edition 2021

ANIT partecipa alla nuova versione digitale della fiera prevista dal 27 al 29 gennaio 2021 con sei eventi fruibili online.

Nell’edizione di quest’anno, gli espositori metteranno a disposizione una scheda aziendale e una scheda dei propri prodotti di punta consultabili online.

Aziende ANIT presenti

Ecco le Aziende associate ad ANIT che parteciperanno: Ecosism, Eurac Research, Fischer, Isotex, Isopan, Naturalia Bau, Primate, Riwega, Rockwool, Rothoblaas, Roverplastik, Tecnosugheri, Ursa.

Scopri tutti i dettagli


Il nuovo numero della rivista scientifica neo-Eubios 74 è disponibile on-line in formato digitale e sfogliabile gratuitamente a questo link.

(altro…)

È disponibile il calendario del primo trimestre 2021 

È ora disponibile il calendario aggiornato con tutti i nostri corsi online.
Scopri tutte le proposte per la formazione a distanza e prenota il tuo posto. 

I titoli dei corsi online pubblicati:

  • Bonus 110%: analisi termotecnica per accedere alle detrazioni
  • Legge 10: come preparare la relazione tecnica
  • NZeb: studio del sistema edificio-impianto a energia quasi zero
  • Capire gli impianti: esempi di modellizzazione, pompe di calore
  • EnergyPlus: simulazione dinamica degli edifici
  • Corsi per TCA: corsi d’aggiornamento per tecnici competenti in acustica

Modalità di partecipazione

I corsi si terranno on-line in diretta streaming attraverso Google Meet. Tutti i dettagli su contenuti, costi e CFP sono disponibili sulla locandina dei singoli corsi.

Scopri i corsi ANIT

Abbiamo aggiornato la nostra Guida sul Bonus 110% con le ultime novità introdotte dalla Legge di Bilancio 2021 (ovvero la Legge n. 178 del 30 dicembre 2020) e dalla Circolare 30/E dell’Agenzia dell’Entrate.

La Guida propone una sintesi su regole e condizioni per poter usufruire del  “Bonus 110%” ed è disponibile per tutti i Soci ANIT.

Scopri di più

è disponibile sul sito ANIT, il manuale realizzato con Sika dedicato al tema dell’applicazione di materiali per cool roof (ad alta riflettanza solare e ad
alta emissività).

Scopri di più nella pagina dedicata.

Di seguito riportiamo tutti i documenti di riferimento e link ai siti utili per conoscere tutto sul superbonus 110%.

Questo provvedimento, che prevede delle detrazioni fiscali del 110% per interventi di efficienza energetica in edilizia e messa in sicurezza sismica, prevede dei riferimenti legislativi ufficiali e una serie di documenti interpretativi e di chiarimento.

Gli enti ufficiali a cui fare riferimento sono : il Ministero dello sviluppo economico, l’ENEA e l’Agenzia delle Entrate.

LEGGI DI RIFERIMENTO

DL 34/2020 e Legge di conversione n. 77/2020 ( testo ufficiale del provvedimento all’art. 119 )

DL 48/2020

Legge 77/2020 di conversione del DL34

DL 104/2020 e Legge di conversione n. 126/2020 ( che riporta solo alcune modifiche e chiarimenti al precedente )

Decreto interministeriale 6 agosto 2020 ( GU 5 ottobre 2020) – requisiti

Decreto interministeriale 6 agosto 2020 (GU 5 agosto 2020)- asseverazioni

DM requisiti Eco Bonus in vigore dal 6 ottobre

DM asservazioni in vigore dal 6 ottobre

Legge 126/2020 di conversione del DL 104/2020

Legge 178/2020

DOCUMENTI DI RIFERIMENTO E INTERPRETAZIONI ENEA

Documento di FAQ – OTTOBRE 2020

Portale ENEA

sito ENEA dedicato

Nota chiarimenti ENEA sui materiali isolanti Giugno 2020

Nota chiarimenti ENEA sui materiali isolanti Dicembre 2020

Vademecum ENEA

AGENZIA DELLE ENTRATE

(tutti i documenti aggiornati si trovano nel sito)

Sito AdE dedicato

Circolare 19/E dell’8 Luglio 2020

Guida superbonus 110%

Provvedimento del Direttore dell’AdE del 8 agosto 2020

Circolare 24/E dell’8 agosto 2020

Risposta agli interpelli 9 settembre 2020

Risoluzione 60/E del 28 settembre 2020

Audizione del direttore dell’ade del 18 novembre 2020

Risposte AdE del 9 novembre 2020

Risposte Ade del 9 dicembre 2020

Circolare 30/E del 22 dicembre 2020

Risposte AdE del 7 gennaio 2021

Guida 110% 6 febbriaio 2021

Risposte AdE del 22 febbraio 2021

SERVIZI ANIT

Guida ANIT 110%

Webinar: Bonus 110% a che punto siamo?

Webinar: Superbonus 110% – l’esperto risponde con ENEA

Video Bonus 110% in pillole

ANIT ha firmato una lettera aperta al governo per richiedere la proroga degli incentivi fiscali ad almeno il 2024, poiché rappresentano un utile mezzo per rilanciare l’economia del paese e uno strumento per migliorare la sostenibilità degli edifici e quindi l’ambiente.

La lettera aperta è firmata da 21 sigle del mondo industriale, ambientale e accademico, e si pone l’obiettivo di far sì che la riqualificazione energetica in edilizia sia al centro della ripresa italiana.

“L’Italia si era già attivata con il DL Rilancio Italia, del quale abbiamo apprezzato l’introduzione del c.d. Superbonus 110%. Ci attendiamo che nelle prossime settimane il Superbonus 110% entri pienamente a regime e inizi così la ripresa per il settore edile e, conseguentemente, per buona parte dell’industria italiana.

È però necessario che tale strumento, mantenendo una previsione di spesa di circa 10 miliardi euro/anno, abbia un orizzonte temporale più ampio di quello originariamente previsto. Solo in questo modo infatti un adeguato numero di famiglie e cittadini avrà il tempo necessario per decidere la riqualificazione dei propri immobili.

Webinar ANIT con ENEA sul Bonus 110%


Disponibile sul canale YouTube ANIT, la registrazione del webinar gratuito per fare il punto sul Bonus 110% insieme all’ing. Domenico Prisinzano di ENEA.
Il webinar analizza le regole d’accesso al Superbonus per gli interventi di efficienza energetica con l’obiettivo di rispondere alle domande più ricorrenti pervenute nel corso delle settimane ad ANIT ed ENEA.

(altro…)

La Guida ANIT – Bonus 110% è stata aggiornata con le ultime integrazioni dopo la pubblicazione dei due decreti di attuazione definitiva del provvedimento previsto nel DL rilancio.

La guida analizza le regole per accedere al “Bonus 110%” a partire dalle informazioni contenute nei testi di legge, nelle circolari e nelle FAQ ufficiali.

(altro…)

Il nuovo numero della rivista scientifica neo-Eubios 73 è disponibile on-line in formato digitale e sfogliabile gratuitamente a questo link.

(altro…)


È online LETO 5.0, la nuova versione del software ANIT per l’analisi del fabbisogno energetico degli edifici e ora anche dell’APE convenzionale.

(altro…)

Il nuovo manuale ANIT, realizzato in collaborazione con l’azienda associata ISOPAN, dedicato all’analisi energetica dei tetti verdi è disponibile al download.  

Le coperture verdi rappresentato una soluzione che porta diversi vantaggi su scala urbana e su scala locale.

Vantaggi su scala urbana:

Riduzione dell’isola di calore;
Riduzione dell’inquinamento;
Controllo del pulviscolo.

Vantaggi per singolo edificio:

Maggior isolamento invernale;
Mitigazione temperature estive;
Attenuazione deflusso piovano;
Miglioramento estetico.

Il manuale offre l’occasione per fare il punto sul comportamento energetico dei tetti verdi e in particolare sugli aspetti riguardanti le prestazioni estive.

Scarica il manuale

7 settembre 2020 ore 15.00 (apertura collegamento ore 14.30)

Il bonus del 110% introdotto dal DL Rilancio (19 maggio 2020) e convertito dalla Legge 77 (17 luglio 2020) è stato completato da due decreti attuativi: il decreto Asseverazioni e il decreto Requisiti.

Per mettere ordine all’attuale quadro legislativo e far luce sulle novità proponiamo un breve incontro in diretta streaming sul nostro canale YouTube.
L’obiettivo del webinar è quindi quello di presentare una sintesi ragionata sugli interventi ammessi, sui requisiti tecnici di accesso alla detrazione e sulle novità introdotte dai decreti attuativi.

Modalità di partecipazione
Il webinar è gratuito, ma è richiesta la registrazione da questa pagina.
La diretta sarà disponibile dal seguente link:

Vi informiamo che per le ferie estive gli uffici ANIT rimarranno chiusi dal 10 al 21 agosto.

Pertanto anche il servizio chiarimenti tecnici non potrà essere garantito.

Le spedizioni saranno sospese per tutto il mese di agosto e riprenderanno a settembre.

Buone vacanze!

La guida ANIT “Bonus 110%“ è stata aggiornata con la legge di conversione del DL Rilancio (Legge 17 luglio 2020 n.77), ed è disponibile per i soci.

La guida propone una sintesi su regole e condizioni per poter usufruire del  “Bonus 110%”. Verrà ulteriormente aggiornata dopo la pubblicazione degli attuativi, attesa entro il 18 agosto.

La Guida è un utile strumento per i professionisti ed è disponibile per i Soci ANIT in formato digitale.

Scarica la guida aggiornata

Siamo felici di comunicare che il nuovo sito web ANIT è finalmente online!

La grafica più fresca e la migliore organizzazione dei contenuti, ti permetteranno di trovare facilmente tutto quello di cui hai bisogno!
E renderanno molto più piacevole la tua navigazione.

Oltre ai servizi dedicati ai soci – come guide, software e un’area dedicata ai chiarimenti tecnici – il sito propone una selezione di news tempestivamente aggiornata con le ultime novità in campo di efficienza energetica e acustica.

Non può mancare l’area dedicata ai nostri corsi e convegni in Italia e online, dove per registrarsi basta un click!

Abbiamo organizzato il 20 luglio 2020 un webinar per fare il punto sul “Bonus 110%” alla luce delle novità introdotte dalla conversione in Legge del DL Rilancio. Il webinar propone un aggiornamento sul quadro legislativo introdotto dalla Legge n.77 del 17 luglio 2020 (conversione in legge del DL) e sui principali aspetti tecnici per l’accesso alla detrazione (interventi ammessi, spese, salto di classe, ecc.).

La registrazione del webinar è pubblicata su questa pagina.

Il nuovo numero della rivista scientifica neo-Eubios 72 è disponibile on-line in formato digitale e sfogliabile gratuitamente a questo link.
Nel numero si parla di consumi degli edifici NZEB,  di riqualificazione energetica con materiali naturali, di analisi estiva dinamica, di qualità acustica in ambienti scolastici secondo la UNI 11532-2:2020, dell’ultima versione del software ECHO 8.1, delle detrazioni fiscali per l’acustica edilizia, del ruolo dei professionisti nel superbonus 110% energetico, e infine,  di schermature solari, requisiti minimi ed eco bonus.

Nell’Editoriale è stata pubblicata la posizione ANIT sui provvedimenti del Governo per il rilancio dell’edilizia attraverso interventi gratuiti o quasi.

neo-Eubios è scaricabile in formato .pdf da tutti i Soci ANIT che lo ricevono anche a casa in formato cartaceo.

Segnaliamo che in questo periodo di emergenza, la spedizione potrebbe subire alcuni ritardi.

Scopri come iscriversi ad ANIT.

ANIT ha recentemente pubblicato la “Guida Bonus 110%“, un documento che propone una sintesi su regole e condizioni per poter usufruire del  “Bonus 110%”, introdotto dal Decreto Legge 19-05-2020 n. 34,  noto come Decreto Rilancio.

In tale decreto, gli art. 119 e 121 fanno riferimento alle opportunità per gli interventi volti a incrementare l’efficienza energetica degli edifici e introducono una detrazione del 110% delle spese sostenute dal 1 luglio 2020 al 31 dicembre 2021, e l’allargamento della validità del provvedimento della cessione del credito e dello sconto in fattura a quasi tutti i bonus fiscali per interventi nel settore edile.

In attesa dei decreti attuativi, la “Guida Bonus 110%” cerca di dare risposta ai dubbi di utenti e aziende rispetto alle incertezze applicative, ai requisiti di efficienza energetica richiesti, allo sconto in fattura e molto altro.

La Guida è un utile strumento per i professionisti ed è disponibile per i Soci ANIT in formato digitale.

[button link=”www.anit.it/pubblicazioni/guide-anit/”]Scopri di più[/button]

 

È online ECHO 8.1, la nuova versione del software ANIT per il calcolo dei requisiti acustici passivi (DPCM 5-12-1997), la classe acustica delle unità immobiliari (UNI 11367) e la verifica delle caratteristiche acustiche interne degli ambienti (UNI 11532).

La versione 8.1 è stata sviluppata per rispondere alle richieste del Decreto CAM (Criteri Ambientali Minimi) e recepire le indicazioni della UNI 11532-2 (Caratteristiche acustiche interne delle scuole).

Tra le novità introdotte da ECHO 8.1, la possibilità di calcolare:

– Isolamento acustico tra ambienti adiacenti (DnT,w) collegati con porte;
– Indice di trasmissione del parlato (STI – Speech Transmission Index);
– Chiarezza (C50).

ECHO 8.1 è scaricabile e usabile, nella sua versione completa, per i primi 30 giorni da tutti i professionisti interessati.

I soci di ANIT possono usarlo durante il periodo di associazione (con gli altri software compresi nella quota).

Scopri il software

Abbiamo organizzato il 3 giugno un webinar d’approfondimento sulle opportunità e criticità del DL 34 “Rilancio” dal punto di vista associativo, con un taglio tecnico legato al mondo dell’isolamento dell’involucro.

In Gazzetta ufficiale n. 128 del 20 maggio 2020 è stato pubblicato il Decreto n. 34 recante “Misure urgenti in materia di salute, sostegno al lavoro e all’economia, nonché di politiche sociali connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19”.

Agli art. 119 e 121 il Decreto introduce, per il periodo dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2021, una detrazione del 110% per interventi di efficientamento energetico degli edifici.

La registrazione della diretta è pubblicata su questa pagina.

Nuovi corsi online ANIT in programma da giugno: corsi per TCA, Legge 10, Impianti, NZeb, Ponti termici, e molto altro.

Legge 10 e impianti
NZeb, studio dell’edificio a energia quasi zero (9 ore)
Come preparare la relazione Legge 10 – liv.1 (9 ore)
Come preparare la relazione Legge 10 – liv.2 (9 ore)
Capire gli impianti: pompe di calore e solare termico (6 ore)
Capire gli impianti: esempi di modellizzazione energetica (6 ore)

Acustica: corsi di aggiornamento per TCA
Acustica per interni: comfort, riverbero e STI (6 ore)
Incertezza di misura e di calcolo (6 ore)
Semplificazione della documentazione di impatto acustico (6 ore)
Acustica per interni: comfort, riverbero e STI (6 ore) bis

Acustica per tutti (non validi per l’aggiornamento TCA)
Il progetto dei requisiti acustici passivi:
Corso base (3 ore)
Corso intermedio (3 ore)
Corso avanzato (3 ore)

Analisi energetica e igrotermica dell’edificio
Studio dei ponti termici (6 ore)
Termografia, come impostare una diagnosi (3 ore)
Migrazione del vapore in regime dinamico (3 ore)
Guida alla diagnosi energetica del condominio (3 ore)

Modalità di partecipazione
I corsi sono erogati in diretta streaming attraverso Google Meet. Tutti i dettagli su contenuti, costi e CFP sono disponibili sulla locandina dei singoli corsi.
Attenzione: i corsi sono a numero chiuso con priorità all’ordine di registrazione.
>>>Vai al calendario completo dei corsi

Il tanto atteso Decreto Legge N. 34 /2020 chiamato DL rilancio è stato finalmente pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il 19 maggio 2020 e riporta 266 articoli, in cui si entra nel merito di centinaia di argomenti diversi.

La prima considerazione porta a chiedersi se discutere di tanti aspetti importanti della vita del Paese non abbia creato un po’ di confusione e non abbia portato a perdersi qualche dettaglio, a volte magari importante e necessario.

Gli art. 119 e 121 riguardano le opportunità per gli interventi di efficientamento energetico. Queste comprendono la detrazione del 110% delle spese sostenute dal 1 luglio 2020 e l’allargamento della validità del provvedimento della cessione del credito e dello sconto in fattura a quasi tutti i bonus fiscali per interventi nel settore edile.

Dato il titolo del decreto ci si aspettava che i provvedimenti previsti potessero portare ad una ripresa del settore delle costruzioni. Sicuramente i testi degli articoli sono stati discussi e elaborati più volte ma, da associazione tecnica, la nostra lettura ci ha fatto soffermare sull’effettiva fattibilità degli interventi e, ahimè, abbiamo osservato che forse veramente ci si è persi per strada alcuni aspetti importanti. Per questo motivo riteniamo che presentare il provvedimento, come è oggi, come un sicuro rilancio delle ristrutturazioni e riqualificazioni degli edifici sia decisamente fuorviante.

Siamo pienamente convinti che un’opportunità di questo tipo dovrebbe essere fornita solo a interventi di notevoli dimensioni, che possano garantire un risparmio energetico e una riduzione dei consumi e delle emissioni importanti di aiuto alla politica energetico-ambientale del Paese, in ottica anche degli obiettivi ambientali fissati al 2030. Tuttavia ci si chiede anche se il provvedimento nasce per essere sfruttato pienamente per tutti gli interventi ivi previsti o solo come un messaggio politico per i non addetti ai lavori.

Parlare di efficienza energetica e sostenibilità non può prescindere dal garantire un risultato reale legato alla riduzione dei consumi e delle emissioni. Questo significa dover entrare nel merito di indicatori tecnici validi e normati, anche se a volte non di facile comprensione per tutti.  Inoltre porre gli stessi obiettivi e requisiti per tutte le tipologie di intervento previste è sicuramente più semplice, ma spesso non corretto e sostenibile.

E’ un peccato che criticità applicative possano rendere meno efficace un provvedimento che avrebbe le potenzialità per essere importante per il nostro settore.

In questi mesi gli esperti di efficienza energetica in edilizia al Governo si sono moltiplicati, per cui pare che i tecnici non siano più necessari. Non sto parlando tanto della nostra associazione,  che  pur si occupa di questo settore dal 1984, ma anche di altri enti e soggetti, anche interni alle istituzioni, che conoscono il tema, sanno come funziona un edificio esistente, conoscono le tecnologie e i materiali, sanno come fare una valutazione della sostenibilità ambientale, sanno come si fanno i calcoli energetici e la classificazione energetica tanto citata come documento ufficiale andrebbe asseverato dai professionisti.

Ma qualcuno tiene conto del fatto che non è possibile eseguire un APE come previsto dal decreto per l’intero edificio, e quindi dovrò verificare il doppio cambio di classe per ogni unità immobiliare? E nelle regioni con classificazione differente come si deve comportare un tecnico?

E’ altresì risaputo da chi lavora sull’argomento che l’efficienza energetica dell’involucro edilizio non viene pienamente valorizzata nella classe energetica, tanto è che viene richiesto di indicare nel certificato anche il livello di prestazione dell’involucro come classe di qualità. Per questo motivo richiedere un salto di due classi per interventi sull’involucro risulta particolarmente penalizzante.

Restando sulle strutture, è altresì comprensibile che la sostenibilità ambientale di un edificio o di un intervento di riqualificazione non si possa imputare puramente alle caratteristiche dei soli materiali isolanti. Un decreto molto complesso come quello dei CAM, criteri ambientali minimi attualmente previsti per gli appalti pubblici, non dovrebbe essere introdotto in maniera furtiva e parziale in un provvedimento che dovrebbe essere di rilancio dell’edilizia.

Pur ritenendo certamente importante un cambio generalizzato verso l’uso di fonti energetiche rinnovabili, non consideriamo sostenibile incentivare al 110% l’installazione di impianti super performanti su edifici totalmente scadenti dal punto di vista dell’involucro. Se uno degli obiettivi è il rilancio dell’edilizia, gli interventi sul fabbricato non dovrebbero essere quelli più penalizzati.

Non vogliamo essere negativi, ma tutti i paletti introdotti per gli interventi sull’involucro edilizio portano alla domanda del titolo: UN’OPPORTUNITA’ O UNO SPECCHIETTO PER LE ALLODOLE?

Siamo convinti che possa essere una grande opportunità. Ad oggi l’art. 119 manca di decreti e provvedimenti per l’attuazione, quindi ANIT proporrà al legislatore le modifiche che ritiene possano essere di aiuto alla corretta applicazione dal punto di vista tecnico, in un’ottica totalmente costruttiva e positiva per fornire al provvedimento risultati, sia per un rilancio del settore, sia per una riduzione effettiva di consumi energetici e emissioni inquinanti.

Abbiamo organizzato il 18 maggio un webinar d’approfondimento sulle caratteristiche dei materiali isolanti e su come individuare in modo corretto i valori utili alla progettazione energetica e igrotermica a partire dalla documentazione tecnica aziendale e dagli archivi di norma.
Gli argomenti sono stati illustrati con l’ausilio del software PAN.

La registrazione della diretta è pubblicata su questa pagina.

Simulazione dinamica con EnergyPlus

Una guida alla comprensione dei processi di simulazione energetica dinamica con uno dei software più diffusi a livello mondiale. Il corso è proposto per la prima volta interamente in modalità online.
Simulazione dinamica degli edifici con EnergyPlus (32 ore)

Analisi energetica e requisiti minimi

Approfondimenti tecnici sulla diagnosi e l’analisi energetica degli edifici. L’obiettivo di questi corsi è illustrare in modo chiaro il quadro normativo e sciogliere i principali dubbi attraverso diversi esempi.
Guida alla diagnosi energetica del condominio (3 ore)
Come preparare la relazione Legge 10 (9 ore)
Come preparare la relazione Legge 10 – liv.2 (9 ore)

Capire gli impianti: corso pratico per i certificatori energetici

Un corso pratico dedicato ai certificatori energetici lombardi per fare chiarezza su come compilare la parte impianti di un APE in modo veloce e rigoroso. Gli esempi sono svolti col software CENED+2.0
Guida pratica per il certificatore energetico (6 ore)
Guida pratica per il certificatore energetico – liv.2 (6 ore)

Acustica edilizia

Incontri introduttivi sul mondo della progettazione acustica aperti a tutti gli interessati.
Il progetto dei requisiti acustici – Base (3 ore)
Il progetto dei requisiti acustici – Intermedio (3 ore)
A breve pubblicheremo il calendario dei corsi validi per l’aggiornamento dei TCA

Modalità di partecipazione

I corsi sono erogati in diretta streaming attraverso Google Meet. Tutti i dettagli su contenuti, costi e CFP sono disponibili sulla locandina dei singoli corsi. Attenzione: i corsi sono a numero chiuso con priorità all’ordine di registrazione.

>>> Vai al calendario completo dei corsi

Abbiamo organizzato l’11 maggio 2020 un webinar con l’obiettivo di presentare i descrittori che permettono di definire il comfort acustico di un ambiente interno e alcuni suggerimenti operativi da applicare al progetto architettonico. Gli argomenti sono stati illustrati con l’ausilio del software ECHO.

La registrazione della diretta è pubblicata su questa pagina.

Questo difficilissimo periodo di crisi sanitaria ma anche economica dovuto al lockdown ha permesso al nostro pianeta di respirare una nuova aria . Proprio in questo periodo ci siamo resi conto di quanto l’ambiente possa essere migliore e sostenibile e forse dobbiamo ripartire da qui.

ANIT ha condiviso più proposte nella direzione di una nuova ricrescita sempre più verde e sostenibile. “Una proposta per l’Italia” e “Il Manifesto Green Deal Italia” cercano di rispondere a questa richiesta. Mentre “Una proposta per l’Italia” si focalizza sul settore delle costruzioni, “Il Manifesto Green Deal Italia” sottolinea l’importanza della Green economy in tutti i settori.

I pacchetti di stimolo all’economia non devono aumentare le emissioni di gas serra e gli impatti ambientali, trasferendo ulteriori costi sul nostro futuro, ma garantire la sostenibilità economica ambientale e sociale.

Manifesto Green deal Italia e primi 110 firmatari

200422_Proposta per Italia

Il 4 maggio abbiamo organizzato un breve corso on-line sulle metodologie di analisi delle prestazioni igrotermiche degli edifici esistenti attraverso misure dell’umidità, indagini termoflussimetriche e analisi termografiche. Gli argomenti sono stati illustrati mostrando alcuni esempi con i software PAN e IRIS.

La registrazione della diretta è pubblicata su questa pagina.

Abbiamo aggiornato il calendario dei corsi di maggio con alcune nuove proposte tra cui: il corso sulla Legge 10 di livello 2, il corso sull’analisi impianti per la redazione dell’APE di livello 2, il corso “avanzato” di progettazione dei requisisti acustici passivi, il corso sulla migrazione del vapore in regime dinamico e la nuova versione on-line del corso EnergyPlus.


4 e 5 maggio (6 ore) Capire gli impianti: pompe di calore e solare termico
6,7,8 maggio (9 ore) Come preparare la Relazione Legge 10
11 e 12 maggio (6 ore) Capire gli impianti: esempi di modellizzazione
13 maggio (3 ore) Migrazione del vapore in regime dinamico
14 e 15 maggio (6 ore) Capire gli impianti: guida per il certificatore
19,20,21 maggio (9 ore) Come preparare la Relazione Legge 10 – liv.2
19 maggio (3 ore) Il progetto dei requisiti acustici passivi – corso base
20 maggio (3 ore) Il progetto dei requisiti acustici passivi – corso intermedio
Dal 21 maggio (32 ore) Simulazione dinamica con EnergyPlus
22 maggio (3 ore) Guida alla diagnosi energetica del condominio
25 e 26 maggio (6 ore) Capire gli impianti: guida per il certificatore – liv.2
28 maggio (3 ore) Il progetto dei requisiti acustici passivi – corso avanzato

Modalità di partecipazione

I corsi si terranno on-line in diretta streaming attraverso Google Meet. Tutti i dettagli su contenuti, costi e CFP sono disponibili sulla locandina dei singoli corsi.
Attenzione: i corsi sono a numero chiuso con priorità all’ordine di registrazione.

Guarda tutti i dettagli alla pagina corso: >>LINK

Il 27 aprile abbiamo organizzato un breve corso in diretta streaming su come valutare l’efficacia delle schermature solari attraverso i modelli di calcolo delle norme UNI/TS 11300-1 e UNI EN ISO 52022 dalla richiesta legislativa alle opportunità dell’Ecobonus.

Gli argomenti sono stati illustrati con l’ausilio del software APOLLO e ICARO.
La registrazione della diretta è pubblicata su questa pagina.

La riqualificazione energetica degli edifici per una ripresa economica sostenibile-

Per rilanciare l’economia duramente colpita dall’emergenza sanitaria del COVID-19 occorre puntare anche sul settore delle costruzioni. A chiederlo sono 24 organizzazioni rappresentative di un ampio ventaglio di settori industriali, del mondo ambientalista, accademico e della società civile in una lettera inviata oggi al Governo e al Parlamento.

“Il settore delle costruzioni ha un valore strategico per l’Italia”, dichiarano i sostenitori dell’iniziativa, “in particolare la riqualificazione del patrimonio edilizio rappresenta una formidabile opportunità per innescare un circolo virtuoso in cui ad occupazione e crescita economica si collegano comfort abitativo, sicurezza, risparmi in bolletta, incremento del valore delle proprietà immobiliari e benefici ambientali”.

Nella lettera si suggerisce di intervenire su strumenti che esistono già e che possono generare effetti immediati, come ad esempio l’Ecobonus, e su strumenti che invece sono in fase di recepimento, come la Direttiva europea sul rendimento energetico degli edifici che, se correttamente trasposta nell’ordinamento normativo italiano, puo’ esercitare i propri effetti in tempi brevi.

200422_Proposta per Italia

Nuove proposte per l’approfondimento tecnico da casa

Abbiamo aggiornato il calendario degli eventi con 4 nuovi webinar gratuiti e numerosi corsi d’approfondimento tecnico. Tutti i dettagli su contenuti, costi e CFP sono disponibili sulla locandina dei singoli corsi.

Webinar gratuiti
27 aprile (1,5 ore) Schermature solari e rispetto dei requisiti minimi
4 maggio (1,5 ore) Diagnosi igrotermica degli edifici esistenti
11 maggio (1,5 ore) Comfort acustico degli ambienti chiusi
18 maggio (1,5 ore) Materiali isolanti: scelta dei dati di progetto

Il calendario dei corsi
23 e 24 aprile (6 ore) Capire gli impianti: guida per il certificatore Cened
30 aprile e 7 maggio (6 ore) Studio dei ponti termici agli elementi finiti
4 e 5 maggio (6 ore) Capire gli impianti: pompe di calore e solare termico
6,7,8 maggio (9 ore) Come preparare la Relazione tecnica Legge 10
8 maggio (3 ore) Termografia, come impostare una diagnosi a regola d’arte
11 e 12 maggio (6 ore) Capire gli impianti: esempi di modellizzazione
13 maggio (3 ore) Migrazione del vapore in regime dinamico
14 e 15 maggio (6 ore) Capire gli impianti: guida per il certificatore Cened
19 maggio (3 ore) Il progetto dei requisiti acustici passivi – corso base
20 maggio (3 ore) Il progetto dei requisiti acustici passivi – corso intermedio
22 maggio (3 ore) Guida alla diagnosi energetica del condominio

Modalità di partecipazione
I corsi si terranno on-line in diretta streaming sul nostro canale YoutTube o attraverso Google Meet. Per tutti gli eventi è richiesta la registrazione.
>> vai al calendario completo

Il numero 71 della rivista scientifica neo-Eubios è disponibile on-line in formato digitale e sfogliabile gratuitamente a questo link.
Nel numero si parla di comfort ambientale all’interno dei reparti ospedalieri di maternità,  di APE e Diagnosi, della Direttiva 844/18, di ristrutturazione consapevole, requisiti acustici passivi nella relazione di asseverazione agibilità in Regione Lombardia, detrazioni fiscali e infine di ponti termici per il calcolo della trasmittanza media.
Nell’Editoriale è stata pubblicata la posizione ANIT condivisa con AVISA-Federchimica (Associazione Nazionale vernici, inchiostri, sigillanti e adesivi), ASSOVERNICI (Associazione italiana dei produttori di vernici per edilizia, industria, legno) e CORTEXA (Consorzio per l’Eccellenza nel sistema a cappotto) sulle proposte cosiddette “miracolose” per l’isolamento termico e il risparmio energetico con minimi spessori che da qualche tempo sono state lanciate sul mercato.
neo-Eubios è scaricabile in formato .pdf da tutti i Soci ANIT che lo ricevono anche a casa in formato cartaceo.

Segnaliamo che in questo periodo di emergenza, la spedizione potrebbe subire alcuni ritardi.

Scopri come iscriversi ad ANIT.

Abbiamo aggiornato il nostro calendario: 10 nuovi corsi in modalità streaming sull’analisi energetica degli edifici, sui ponti termici, sulla modellizzazione impiantistica, sul controllo dei requisiti acustici passivi e sulla diagnosi termografica.

Il programma degli incontri

Modalità di partecipazione
I corsi si terranno on-line in diretta streaming attraverso Google Meet. Tutti i dettagli su contenuti, costi e CFP sono disponibili sulla locandina dei singoli corsi. Attenzione: i posti sono limitati
>> vai al calendario completo

Iris, il software dei ponti termici, rapido, rigoroso e dedicato al rispetto del DM requisiti minimi, è distribuito nella versione 5.

Sono stati aggiunti due importanti nodi: il nodo a croce e il nodo a T che vanno a completare la vasta gamma di ponti termici disponibili.

Il software è scaricabile e usabile, nella sua versione completa, per i primi 30 giorni da tutti i professionisti interessati.

I soci di ANIT possono usarlo durante il periodo di associazione (con gli altri software compresi nella quota).

Vai al Software

Guarda i video di presentazione

Il 6 aprile abbiamo organizzato un corso in diretta streaming per illustrare come simulare un nodo architettonico agli elementi finiti e valutarne il peso sotto il profilo energetico e igrotermico.
L’incontro è stata anche l’occasione per presentare la nuova versione del software IRIS 5 per l’analisi dei ponti termici agli elementi finiti.

IRIS 5 è disponibile in versione di prova gratuita (30 giorni) da questa pagina.
Abbiamo pubblicato anche un breve video con le novità della versione 5.
La registrazione del corso sui ponti termici è pubblicata su questa pagina.

Il 31 marzo 2020 abbiamo registrato un corso in diretta streaming sull’analisi energetica dinamica secondo UNI EN ISO 52016. Il corso ha illustrato cosa cambia rispetto a un’analisi tradizionale e quali nuove informazioni si possono ottenere su fabbisogni, comfort e potenze della zona termica.

I temi sono stati affrontati utilizzando il software ICARO.
La registrazione della diretta è pubblicata su questa pagina.

Proponiamo per il prossimo mese 7 corsi in modalità streaming: 2 brevi incontri gratuiti per fare il punto sull’analisi energetica dinamica e lo studio dei ponti termici e 5 corsi a numero chiuso suddivisi in moduli da tre ore per un maggiore approfondimento tecnico.

Il programma degli incontri
31 marzo (1 ora) Analisi energetica dinamica con ICARO
1 aprile (3 ore) Guida all’analisi energetica del condominio posti esauriti
2 aprile 
(3 ore) Guida all’analisi energetica del condominio nuova data
2 aprile
 (3 ore) Il progetto dei requisiti acustici passivi, corso base
3 aprile (3 ore) Migrazione del vapore in regime dinamico
6 aprile (1 ora) Ponti termici con il nuovo IRIS
7, 9, 15 aprile (9 ore) Come preparare la Relazione tecnica Legge 10
8 aprile (3 ore) Il progetto dei requisiti acustici passivi – corso intermedio

Modalità di partecipazione
I corsi si terranno on-line in diretta streaming. Gli eventi gratuiti saranno trasmessi dal canale YouTube di ANIT, mentre i corsi a pagamento saranno organizzati attraverso Google Meet. È richiesta la registrazione dal sito ANIT.
>> Prenota il tuo posto!

Il 24 marzo 2020 abbiamo organizzato una diretta streaming per fare il punto sulle detrazioni fiscali per l’edilizia. L’idea è stata di presentare il quadro in vigore nel 2020 per approfondire gli aspetti tecnici e affrontare i dubbi più comuni soprattutto legati agli interventi che migliorano l’efficienza energetica degli edifici.

Per approfondire il Bonus Facciate segnaliamo la nostra sintesi.
La registrazione della diretta è pubblicata su questa pagina.

ANIT , AVISA-Federchimica , ASSOVERNICI  e CORTEXA  – nell’ottica di tutelare il mercato e i consumatori – segnalano nuovamente che il mercato dei materiali di finitura ha visto nell’ultimo periodo un incremento di proposte cosiddette “miracolose” per l’isolamento termico e il risparmio energetico con minimi spessori (ovvero con mm o addirittura micron di spessore) avvisano quindi tutti i professionisti di porre attenzione a tutti quei prodotti tipicamente di rivestimento o finitura con spessori molto bassi che dichiarano proprietà isolanti termiche dal punto di vista invernale senza certificati di prova validati dalle norme vigenti.

ANIT ha pubblicato un nuovo documento di chiarimento in cui sono approfonditi sia la corretta valutazione delle prestazioni isolanti, sia i rischi legati al mancato rispetto delle regole normative e legislative con riferimento ai requisiti minimi di efficienza energetica (DM 26 giugno 2015) e ai provvedimenti incentivanti oggi in vigore (Ecobonus, Cessione del Credito e Bonus facciate).

Scarica il documento di chiarimento:

SCARICA L’APPROFONDIMENTO

SCARICA IL COMUNICATO

Isolamento acustico con ECHO. Considerazioni e analisi di casi pratici

Il 17 marzo 2020 abbiamo proposto in diretta streaming un corso per rispondere alle principali domande dei professionisti sui calcoli previsionali di acustica edilizia.

Sono obbligatori? Come interpretare i modelli di calcolo? Quali accorgimenti utilizzare per realizzare concretamente un calcolo previsionale di requisiti acustici passivi?

I temi sono stati affrontati utilizzando il software ECHO.
La registrazione della diretta è pubblicata su questa pagina.

Vista l’impossibilità di organizzare eventi dal vivo, proponiamo 4 incontri on-line di 1 ora ciascuno per fare il punto sull’isolamento acustico degli edifici, le detrazioni fiscali, l’analisi energetica dinamica degli edifici e il calcolo dei ponti termici.

Il programma degli incontri
– Martedì 17 marzoIsolamento acustico con ECHO
– Martedì 24 marzoEcobonus, Bonus Casa e Bonus Facciate
– Martedì 31 marzoAnalisi energetica dinamica con ICARO
– Lunedì 6 aprilePonti termici con il nuovo IRIS

Modalità di partecipazione
I corsi si terranno on-line dal canale YouTube di ANIT.
Per partecipare è necessario registrarsi attraverso il sito ANIT. Le credenziali d’accesso per assistere alla diretta saranno fornite prima dell’avvio del corso.
>> vai al calendario di tutti i corsi

La Legge di Bilancio 2020 n. 160, del 27 dicembre 2019, ha modificato e aggiornato i provvedimenti legati alle detrazioni fiscali per interventi in edilizia. Proponiamo una breve sintesi in merito a ciò che è stato confermato e alle novità introdotte.

I Soci ANIT possono approfondire gli argomenti nel dettaglio con la nuova Guida ANIT Detrazioni fiscali

DETRAZIONI FISCALI E LEGGE DI BILANCIO 2020

Le detrazioni fiscali in edilizia si possono distinguere in:

  • Bonus casa: interventi di ristrutturazione edilizia, nati inizialmente come detrazione del 41% e 36% ed oggi al 50%.
  • Ecobonus: detrazioni per la “riqualificazione energetica” degli edifici, nati nel lontano 2007 come detrazione del 55% e poi passati al 65%-70%-75%
  • Sismabonus: legati agli interventi di riqualificazione antisismica e validi fino al 2021

La Legge di Bilancio 2020 ha:

  • Prorogato fino al 31 dicembre 2020 le detrazioni legate a Ecobonus e Bonus casa, con le stesse modalità e prescrizioni valide nel 2019. (Art. 1, comma 175)
  • Introdotto il “Bonus facciate” per restauro e recupero delle facciate (Art. 1, commi 219-224)
  • Modificato la modalità della cessione del credito con sconto in fattura (Art. 1, commi 70 e 176)

Lo schema che segue sintetizza le percentuali di detrazione e le tempistiche di applicazione.

inventivi-2020

(*) Per approfondimenti si rimanda alla Guida ANIT

IL BONUS FACCIATE

Nella Legge di Bilancio 2020 la novità sostanziale è il provvedimento chiamato “Bonus Facciate”. Tale incentivo prevede la detrazione del 90% delle spese sostenute nel 2020 per interventi sulle facciate esterne degli edifici nelle zone A e B, e la sua applicazione è stata chiarita dalla Circolare n.2 /E dell’Agenzia delle entrate del 14 febbraio 2020.

In sintesi il Bonus facciate prevede una detrazione dall’imposta lorda (Irpef o Ires) del 90% delle spese documentate, sostenute nell’anno 2020, ripartita in 10 quote annuali costanti e di pari importo, nell’anno di sostenimento delle spese e in quelli successivi.

Per tale incentivo:

  • non sono previsti limiti massimi di spesa né un limite massimo di detrazione.
  • non è possibile accedere alla cessione del credito o allo sconto in fattura

La detrazione spetta per gli interventi:

  • di sola pulitura o tinteggiatura esterna sulle strutture opache della facciata esterna dell’edificio
  • su balconi, ornamenti o fregi, ivi inclusi quelli di sola pulitura o tinteggiatura,
  • influenti dal punto di vista termico sulle strutture opache della facciata o che interessino oltre il 10% dell’intonaco della superficie disperdente lorda complessiva dell’edificio

Cosa si intende per facciata esterna? Applicando una definizione riportata nella Guida dell’Agenzia delle entrate si possono identificare i due casi sotto riportati:

  • a sinistra un edificio con facciata che dà sul solo perimetro esterno interamente visibile dalla strada. Tutta la facciata è ammessa al Bonus Facciate,
  • a destra un edificio con doppio affaccio esterno e interno. La facciata interna non è ammessa al Bonus Facciate.

facciate esterne ANIT


I lavori di rifacimento della facciata, non di sola pulitura o tinteggiatura esterna, che influiscono anche dal punto di vista termico o interessano oltre il 10% dell’intonaco della superficie disperdente lorda complessiva dell’edificio, devono soddisfare specifici requisiti per essere ammessi al bonus:

  • i “requisiti minimi” previsti dal decreto del Ministro dello Sviluppo economico del 26 giugno 2015
  • i valori limite di trasmittanza termica stabiliti dal decreto del Ministro dello Sviluppo economico dell’11 marzo 2008 (tabella 2 dell’allegato B), aggiornato dal decreto ministeriale del 26 gennaio 2010.

Per la trasmittanza valgono i valori più restrittivi.

La detrazione è possibile solo per gli interventi su edifici di qualsiasi categoria catastale ubicati nelle zone A e B (indicate nel decreto del ministro dei Lavori pubblici n. 1444 del 1968) o in zone a queste assimilabili in base alla normativa regionale e ai regolamenti edilizi comunali.

Per approfondire

Il tema delle detrazioni fiscali verrà approfondito ai CONVEGNI ANIT 2020.

Inoltre abbiamo in programma un corso gratuito in diretta streaming il 24 marzo 2020 alle ore 10:00

Segnaliamo altri strumenti per approfondire il tema:

  • La Guida ANIT Detrazioni Fiscali, pubblicata per i Soci, con tutte le novità della Legge di Bilancio 2020. La guida propone una sintesi sulle regole per accedere alle detrazioni fiscali per promuovere gli interventi di riqualificazione e valorizzazione energetica del patrimonio edilizio esistente.
  • L’Approfondimento BONUS FACCIATE che riporta le modalità di applicazione del Bonus facciate e approfondisce alcuni temi quali: Quali sono le zone A e B? Cosa si intende con Restauro e Recupero? Cosa si intende per facciata esterna? Come valutare la percentuale di intervento? Quali sono i requisiti minimi di efficienza energetica?
  • Ricordiamo infine che per i Soci ANIT è disponibile la Guida Nazionale “Regole per l’efficienza energetica degli edifici”

 

 

Nel rispetto dell’emergenza internazionale in atto, al fine di contenere e gestire l’emergenza epidemiologica da COVID-19, segnaliamo che sono rinviati tutti i corsi di formazione e i convegni ANIT da vivo programmati fino a fine aprile 2020.
Segnaliamo inoltre che gli uffici ANIT saranno chiusi al pubblico, mentre resteranno attivi tutti i servizi di chiarimento (telefonici e via e-mail) dedicati ai Soci.
Segnaliamo infine che le spedizioni dei volumi potrebbero subire in questi giorni alcuni ritardi.
Grazie per la comprensione.

Nel rispetto delle misure nazionali previste per contenere l’emergenza epidemiologica COVID-19, segnaliamo che i corsi di formazione ANIT programmati in queste settimane potrebbero aver subito cambi di data.
Per le nuove date consultare la pagina: https://www.anit.it/eventi-e-prodotti/corsi/.

 

Il Decreto 18546 di Regione Lombardia del 18 dicembre 2019 pubblicato sul BURL del 4 gennaio 2020 ha introdotto una modifica sostanziale al calcolo della trasmittanza termica media per le facciate degli edifici esistenti nel caso di riqualificazione energetica e ristrutturazione importante di secondo livello.
La modifica riguarda come considerare i ponti termici tra serramento e parete perimetrale.
I soci ANIT ANIT possono scaricare la Guida ANIT per la Regione Lombardia aggiornata a febbraio 2020 con tutte le novità introdotte dal Decreto 18456.

Prima del Decreto 18456/2019
I regolamenti regionali lombardi, prima dell’introduzione del Decreto 18456/2019, erano allineati al DM 26/6/15 per quanto riguarda le modalità di controllo della trasmittanza termica media.
Il valore limite indicato nelle tabelle 12,13,14 dell’Allegato B, riguardanti le strutture opache verticali e orizzontali era considerato:
comprensivo dei ponti termici all’interno delle strutture oggetto di riqualificazione e di metà del ponte termico al perimetro della superficie oggetto di riqualificazione”.
Per superare la verifica era necessario progettare strutture perimetrali con trasmittanze significativamente più basse rispetto a quelle limite (già particolarmente severe).

ANIT_ponti termici facciata figura1

Dopo il Decreto 18456/2019
Il nuovo Decreto, entrato in vigore il 4 gennaio 2020, introduce una serie di modifiche al testo del precedente Decreto 2456/2017. Tra queste un’indicazione in più sul rispetto della trasmittanza limite:
nel solo caso in cui le parti opache appartengano ad un soggetto giuridico diverso da quello a cui appartengono le parti trasparenti ed in caso di intervento sulla sola parte opaca, allora i valori delle tabelle (…) non si considerano comprensive dei ponti termici tra finestra e muro”.
La modifica è significativa e riguarda soprattutto il mondo dei condominii dove i soggetti giuridici ricadono nella casistica specificata e gli interventi di isolamento termico spesso si limitano alle strutture opache.
Non considerare nei calcoli i coefficienti lineari del nodo parete-serramento rende meno complicato il rispetto della legislazione pur mantenendo elevato il grado di isolamento termico della struttura.

ANIT_ponti termici facciata figura 2

Attenzione al rischio muffa
Sebbene questa nuova indicazione semplifichi il calcolo della trasmittanza media di facciata, è bene tenere sempre alta l’attenzione sulla correzione dei ponti termici tra parete e serramento per evitare il rischio di muffa.
Consigliamo di valutare sempre attentamente i ponti termici sulle superfici oggetto di intervento anche nel caso di edifici esistenti: la correzione dei ponti termici infatti riduce i rischi di muffa.

Per approfondire
Segnaliamo tre strumenti per approfondire il tema:

In programma 13 nuove iniziative sui seguenti temi: aggiornamento TCA, studio dei ponti termici, analisi impianti, diagnosi del condominio, Legge 10 e termografia.

Per iscriversi:
È sufficiente compilare la scheda di registrazione relativa al corso di interesse.
Al raggiungimento del numero minimo di interessati, sarà nostra cura contattarti per informarti dell’attivazione del corso.
>> vai al calendario completo

L’approfondimento sul provvedimento Bonus Facciate, previsto nella Legge di Bilancio 2020, riporta per ogni comma della Legge di Bilancio 2020  le indicazioni della circolare n. 2/E dell’Agenzia delle Entrate (e relativa Guida Bonus Facciate del 14 febbraio 2020) e una serie di approfondimenti tecnici redatti da ANIT.

  • Approfondimento ANIT -1: Quali sono le zone A e B?
  • Approfondimento ANIT -2: Cosa si intende con Restauro e Recupero?
  • Approfondimento ANIT -3: Cosa si intende per facciata esterna?
  • Approfondimento ANIT -4: Come valutare la percentuale di intervento?
  • Approfondimento ANIT -5: Quali sono i requisiti minimi di efficienza energetica?

VAI AL DOCUMENTO ANIT

Esercitazione guidata per la corretta redazione di un APE
Proponiamo un’esercitazione on-line di 2 ore circa dedicata ai certificatori energetici per fare chiarezza su come compilare la parte impianti di un APE in modo veloce e rigoroso.
Gli esempi sono svolti con l’ausilio del software ANIT LETO.

Per chi vuole approfondire segnaliamo i nostri corsi in programma: >>link
Guarda il corso on-line andato in onda il 10 febbraio 2020: >>link

ANIT è lieta di dare il benvenuto ai suoi nuovi Soci 2020:

AIPE, Associazione Italiana Polistirene Espanso: www.aipe.biz

EURAC, Centro di Ricerca applicata: www.eurac.edu/en/research/technologies/renewableenergy/network/Pages/default.aspx

ISOPAN, che produce e commercializza pannelli isolanti metallici ad alto coefficiente isotermico per coperture e pareti: www.isopan.it

Un grazie a tutti per la collaborazione e partecipazione con ANIT alla Fiera Klimahouse 2020 a Bolzano! Ci rivediamo alla prossima edizione! Link all’album fotografico:
https://www.facebook.com/pg/ANIT1984/photos/?tab=album&album_id=2974828212548220

In calendario 10 nuovi corsi a Milano, Verona, Padova, Firenze, Brescia, Bari
+ un corso in diretta streaming

Per iscriversi:
È sufficiente compilare la scheda di registrazione relativa al corso di interesse.
Al raggiungimento del numero minimo di interessati, sarà nostra cura contattarti per informarti dell’attivazione del corso.
>> vai al calendario completo

Informiamo che i nostri tecnici saranno disponibili alla Fiera Klimahouse di Bolzano (stand ANIT B06/08) a partire da mercoledì 22 fino a sabato 25 gennaio 2020. I quesiti telefonici e via mail di chiarimento tecnico per i Soci sono pertanto sospesi fino a lunedì 27. Venite a trovarci! 😉

Abbiamo messo in calendario 3 proposte di formazione con i nostri esperti in occasione della Fiera Klimahouse 2020.
I corsi sono organizzati durante i giorni della fiera dalle 10.00 alle 13.00:

I partecipanti ricevono un ingresso gratuito per entrare in fiera e 3 CFP per Ingegneri, Architetti, Geometri e Periti.
Guarda tutti i dettagli >>>

 

È disponibile il calendario degli eventi in programma a gennaio a Bolzano in occasione della fiera Klimahouse e a Milano:

3 incontri di formazione a Bolzano a Klimahouse 2020

Un corso completo per imparare a redigere la Relazione Legge 10

Per iscriversi:
È sufficiente compilare la scheda di registrazione al corso disponibile sul sito. Al raggiungimento del numero minimo di interessati, sarà nostra cura contattarti per informarti dell’attivazione del corso. Vai a calendario completo.

AIPE , ANIT, ANPE, CONSORZIO CORTEXA, COORDINAMENTO FREE , FIVRA , KYOTOCLUB, LEGAMBIENTE, RENOVATE ITALY e RETE IRENE hanno condiviso un Comunicato Stampa per rispondere agli articoli 235-36 contenuti nella legge di Bilancio 2020 – BONUS FACCIATE – inteso come opportunità mancata per incentivare interventi di riqualificazione energetica e messa in sicurezza antisismica, così importanti non solo nel nostro Paese.
Leggi e diffondi il Comunicato

Quali sono i limiti di legge sul rumore degli impianti negli edifici?

Che soluzioni possiamo utilizzare per limitare il disturbo?

Proponiamo una breve sintesi su questi temi.

Leggi la SINTESI ANIT

Informiamo che per gli utilizzatori del software ANIT PAN 7.1 (per l’analisi termica, igrometrica e dinamica delle strutture opache) è da oggi disponibile gratuitamente un nuovo database tecnico sviluppato insieme all’Azienda associata ANIT, Naturalia Bau e contenente membrane traspiranti e membrane igrovariabili.
Scarica il database

Quante volte in un locale non riusciamo a parlare con la persona che ci sta di fronte a causa del riverbero eccessivo?

Il controllo del tempo di riverbero è una necessità per chiunque progetti ambienti aperti al pubblico. Ecco una breve sintesi per capire cosa è questo parametro, quali limiti occorre rispettare e quali soluzioni è possibile utilizzare.

Leggi la SINTESI ANIT

Aerei, treni, automobili… Sono solo alcune delle sorgenti esterne che possono disturbare il riposo e le attività quotidiane negli edifici.

In questa sintesi raccontiamo come è possibile valutare l’isolamento acustico delle facciate, quali sono i limiti da rispettare per legge e quali soluzioni utilizzare per migliorare le prestazioni.

Leggi la SINTESI ANIT

Informiamo che per gli utilizzatori del software ANIT PAN 7.1 (per l’analisi termica, igrometrica e dinamica delle strutture opache) è da oggi disponibile gratuitamente un nuovo database tecnico sviluppato insieme all’Azienda associata ANIT, Stiferite.
Scarica il database

Promosso da ANIT, ANPE, ASSOBETON, ASSOGESSO CAGEMA, CORTEXA e FIVRA, si è costituito il FORUM INVOLUCRO EDILIZIO che si propone di raggruppare, intorno al tema comune della qualità complessiva degli involucri edilizi, Istituzioni, Associazioni ed aziende che condividano la necessità di valorizzarlo e di migliorarne la percezione a tutti i livelli: da quello dei fruitori a quello dei progettisti, costruttori e regolamentatori locali e nazionali. Leggi il Comunicato

Dopo un intervento di ristrutturazione il vicino al piano di sotto inizia a lamentarsi dei rumori da calpestio? Meglio pensarci prima! Proponiamo una breve sintesi per spiegare cosa sono i rumori da impatto, come si misurano, quali sono i limiti da rispettare e le soluzioni che si possono utilizzare.
Leggi la SINTESI ANIT

Da oggi sono disponibili due nuovi database che possono essere importati nei software ANIT ECHO e PAN sviluppati da ANIT in collaborazione con l’Azienda associata Rothoblaas.
In particolare, il database per ECHO contiene le soluzioni costruttive misurate da Rothoblaas per stimare l’indice di riduzione delle vibrazioni Kij, il potere fonoisolante e il livello di rumore da calpestio nelle strutture in CLT.
Il database per PAN riguarda invece tutti i prodotti Rothoblaas per la tenuta all’aria, al vento e impermeabilizzazione.
Scarica i database

Il committente si lamenta dei vicini troppo rumorosi?
Oppure non vuole disturbare gli altri appartamenti quando organizza una festa?

In entrambi i casi l’unità immobiliare deve essere bene isolata rispetto ai rumori aerei (voci, musica, TV, ecc.)

Proponiamo una breve sintesi per descrivere: come si valuta la prestazione fonoisolante di una partizione, quali limiti di legge devono rispettare gli edifici di nuova costruzione, possibili soluzioni per ridurre la trasmissione di rumori aerei.

Leggi la SINTESI ANIT

Anche ANIT ha inviato richiesta ufficiale di chiarimenti sulla proposta di provvedimento chiamato “BONUS FACCIATE” previsto nel documento programmatico del bilancio 2020.
La volontà del Governo di sostenere un settore in crisi da diversi anni come quello dell’edilizia è molto positiva, tuttavia non crediamo nei provvedimenti fini a se stessi, ma riteniamo che sia indispensabile una strategia a lungo termine che possa aiutare nel raggiungimento di obiettivi di sostenibilità ambientale, economica e sociale.
Vai al Comunicato

ANIT pubblica un nuovo Manuale che analizza le tecnologie per l’isolamento acustico negli edifici in legno con tecnologia CLT (Cross Laminated Timber).

Il documento descrive i limiti di legge da rispettare, le soluzioni tecnologiche e le indicazioni di corretta posa in opera.

Un capitolo è dedicato ai modelli di calcolo previsionale ed ai risultati di prove di laboratorio su pareti, solai e giunti di connessione.

[button link=”https://www.anit.it/pubblicazione/manuale-anit-isolamento-acustico-negli-edifici-clt/”]Scopri di più[/button]

I corsi in calendario:

  • Corso completo per TCA – Milano
  • Come preparare la relazione Legge 10 – Brescia e Roma
  • Il rispetto dei requisiti minimi – Varese
  • Studio dei ponti termici – Trento e Bologna
  • Capire gli impianti, Pompe di Calore – Bari e Ancona
  • La misura dell’umidità nei materiali – Varese
  • Capire gli impianti, esempi di modellizzazione – Vicenza
  • Contabilizzazione e termoregolazione – Como
  • Il calcolo del fabbisogno energetico dinamico – Bergamo

Le iniziative valide per l’aggiornamento dei TCA

Per iscriversi:
È sufficiente compilare la scheda di registrazione on-line per il corso di interesse. Al raggiungimento del numero minimo di registrati sarà nostra cura informarti dell’attivazione del corso. Attenzione: i posti sono limitati.
Guarda il calendario completo >>>

L’obiettivo è la formazione di Tecnici Competenti in Acustica (TCA) riconosciuti dalla legge e preparati a svolgere in modo corretto il proprio compito.
Il corso segue tutte le indicazioni previste dal DLgs 42/2017 (accreditamento, durata, contenuti, esercitazioni, ecc.) e si conclude con un esame ufficiale per l’abilitazione dei TCA nell’elenco nazionale.

Chi è il TCA? Il Tecnico Competente in Acustica (TCA), secondo la Legge 447/1995, è la figura professionale qualificata per la verifica dei valori definiti dalle norme vigenti sui temi dell’acustica.
Il DLgs 42/2017, in vigore da aprile 2017, ha introdotto nuovi percorsi per diventare TCA, e tra le opzioni è stata istituita la possibilità di iscriversi all’elenco nazionale dei tecnici attraverso la partecipazione a un corso di 184 ore con superamento dell’esame finale.
Il corso si pone l’obiettivo di:

  • fornire ai partecipanti tutte le conoscenze e le abilità pratiche necessarie per svolgere con completezza l’attività di Tecnico Competente in Acustica;
  • permettere ai partecipanti di presentare domanda per essere inseriti nell’elenco nazionale dei TCA, in accordo con le indicazioni in vigore previste dal DLgs 42/2017.

Per maggiori informazioni vai alla pagina del corso

Quante volte ci è stato chiesto di presentare in Comune anche la “relazione di acustica”…

Ma di quale relazione si tratta?
E cosa deve contenere?
Quando è “obbligatoria”?

Proponiamo alcune semplici considerazioni su:

  • Valutazioni di impatto acustico
  • Valutazioni di clima acustico
  • Relazioni sui requisiti acustici passivi degli edifici (RAP)
  • Classificazione acustica delle unità immobiliari

Leggi la SINTESI ANIT

Abbiamo registrato un’esercitazione on-line di 2 ore per illustrare come analizzare alcune configurazioni impiantistiche ricorrenti legate ai servizi di riscaldamento e produzione di acqua calda sanitaria.
Il corso è gratuito ed è stato trasmesso in diretta streaming lo scorso 16 settembre sul canale ANIT YouTube.

Di cosa parliamo
L’obiettivo è quello di presentare una serie di schemi impiantistici reali e verificare assieme al relatore come procedere con l’analisi energetica secondo norma. I partecipanti possono seguire le esercitazioni sul proprio PC a partire dal materiale fornito prima del corso.

L’esempio con il software LETO
Gli esempi mostrati sono affrontati con il software LETO. Il software permette il calcolo dei fabbisogni energetici degli edifici in conformità con le norme UNI/TS 11300 parte 1, 2, 3, 4, 5 e 6 ed è fornito ai Soci ANIT. LETO è disponibile anche in versione gratuita di prova per 30 giorni.

Scarica l’esempio di calcolo
Guarda il corso su YouTube

La procedura di classificazione acustica, definita nella norma UNI 11367, è un utile strumento per valutare la “qualità acustica” di una unità immobiliare.

  • Ma come si interpretano i valori limite delle classi acustiche?
  • Come si esegue una classificazione?
  • In quali casi è “obbligatorio” classificare acusticamente gli edifici?

Leggi la SINTESI ANIT

I corsi in calendario:

Per iscriversi:
È sufficiente compilare la scheda di registrazione on-line per il corso di interesse. Al raggiungimento del numero minimo di registrati sarà nostra cura informarti dell’attivazione del corso. Attenzione: i posti sono limitati.
Guarda il calendario completo >>>

In questi giorni stiamo aggiornando il servizio telefonico di chiarimenti.

Se non riuscite a contattarci vi invitiamo a passare dall’area riservata ai soci nel sito o utilizzare le email: info@anit.it e comunicazione@anit.it

Ci scusiamo per il disagio.

Le relazioni di calcolo previsionale dei requisiti acustici passivi (RAP) permettono di valutare quali saranno le prestazioni di isolamento ai rumori di un edificio, prima che venga costruito.

  • Ma cosa devono contenere?
  • È sempre “obbligatorio” realizzarle?
  • Chi può farle? Solo i Tecnici Competenti in Acustica?

Leggi la sintesi ANIT

Ripartiamo da Varese con la seconda metà del Tour ANIT 2019 e 24 nuove date in programma. Il primo semestre di convegni itineranti ha toccato 27 città italiane e ha visto la partecipazione di 2.300 professionisti, prevalentemente Ingegneri (46%) che si occupano di progettazione (76%) e Direzione lavori (53%).
I convegni ANIT sono a partecipazione gratuita e sponsorizzati solo da aziende associate ANIT che ad ogni evento trattano temi non in concorrenza tra loro, garantendo ai partecipanti varietà e completezza dei temi trattati.
Il Tour dei convegni ANIT 2019 ha ricevuto il riconoscimento del Patrocinio da parte di: Ministero Ambiente, Ordini e Collegi territoriali, Consiglio Nazionale Ingegneri, Consiglio Nazionale Architetti, Consiglio Nazionale Geometri, Consiglio Nazionale Periti Industriali, Fondazione Geometri, ANCE territoriali, ENEA , GSE, Legambiente e Consulta Lombarda Architetti.
Per tutte le date in programma sono previsti CFP per gli Ordini e i Collegi professionali – Architetti, Ingegneri, Periti Industriali e Geometri – riconosciuti solo in caso di presenza all’intero evento (faranno fede le firme di entrate e uscita).
Per i programmi dettagliati e le iscrizioni alle prossime 24 date in programma si invita a consultare il link: https://www.anit.it/eventi-e-prodotti/convegni/

Sono sponsor dei convegni ANIT 2019 le Aziende associate ANIT: Alpac, Boero, Brianza Plastica, Caparol, Celenit, Ediltec, Fermacell, Fibran, Finstral, Flir, Gerflor, Isolmant, Isosystem, Isotex, Ivas, Knauf, L’Isolante, Mapei, Over-All, Poliespanso, San Marco, Sardategole, Serisolar, Settef, Siniat, Soprema, Stiferite e Ytong.

Locandina di divulgazione dei convegni ANIT autunno 2019: https://www.anit.it/wp-content/uploads/2019/08/convegni_tour2.jpg

Album foto Convegni ANIT 2019: https://www.facebook.com/pg/ANIT1984/photos/?tab=album&album_id=2367027176661663

Tecnico Competente in Acustica
Corso completo per l’abilitazione nazionale
In programma a Milano

Come preparare la relazione tecnica Legge 10
Guida pratica alla compilazione della relazione tecnica
In programma a Brescia, Firenze, Roma

Il calcolo del fabbisogno energetico in regime dinamico
Aggiornamento normativo, analisi dei servizi energetici e valutazione del comfort
In programma a Firenze, Padova, Treviso, Varese, Genova

Simulazione energetica con EnergyPlus
Guida alla modellizzazione, simulazione e analisi
In programma a Milano

Termografia in edilizia: 1° e 2° livello UNI EN ISO 9712
Tecnica e pratica per l’indagine termografica
In programma a Verona

Corsi per tecnici competenti in acustica validi per l’aggiornamento TCA
Progetto, collaudo, incertezza di misura, vibrazioni
In programma a Brescia, Verona, Padova, Milano, Varese

Migrazione del vapore in regime dinamico
Approfondimento sul rischio di muffa e di condensazione
In programma a Udine

Il DPCM 5-12-1997 è il decreto che (da quasi 22 anni…) definisce a livello nazionale le prescrizioni per “l’isolamento ai rumori” degli edifici.

ANIT ha divulgato i contenuti del DPCM fin dalla sua pubblicazione ma, ancora oggi, emergono molte domande tra i professionisti.

  • Quali sono i limiti del Decreto e come si applicano?
  • Come ci si comporta per interventi su edifici esistenti?
  • È “obbligatorio” fare calcoli previsionali e misure in opera?

Analizziamo questi temi con una breve sintesi.
I Soci possono approfondire l’argomento con la Guida ANIT ACUSTICA

Leggi la sintesi ANIT

Proponiamo un corso in diretta streaming dal titolo “Esempi con LETO – Analisi di un sistema impiantistico”.
La diretta è prevista lunedì 16 settembre dalle 9.00 alle 11.00 circa.
La registrazione del video sarà poi disponibile sul canale YouTube di ANIT.

Segui la diretta!
Di seguito i link del corso:
Diretta su YouTube: https://www.youtube.com/user/staffanit/videos
Software Leto: https://www.anit.it/leto/
Materiale: http://www.anit.it/docs/corsi/LETO_16setStreaming/Materiale.zip

Il “Decreto CAM”, del 2017, tratta i Criteri Ambientali Minimi da rispettare per l’affidamento di servizi di progettazione e lavori per la nuova costruzione, ristrutturazione e manutenzione di edifici pubblici.

In generale il documento propone prescrizioni più restrittive rispetto alla legislazione nazionale e regionale in vigore.

  • Ma è sempre obbligatorio considerare i CAM?
  • Come vengono trattati efficienza energetica e comfort acustico?
  • E la sostenibilità ambientale dei materiali?

Analizziamo questi temi con una breve sintesi.
I Soci possono approfondire l’argomento con la nuova Guida ANIT sui CAM

Leggi la sintesi ANIT

È disponibile il calendario dei corsi autunnali pensato per l’aggiornamento dei TCA, l’approfondimento sull’analisi dinamica, la qualificazione nel campo della termografia e molto altro. Di seguito una sintesi dei principali temi proposti:

Corsi per Tecnici Acustici
Per chi vuole diventare TCA proponiamo dal 30 ottobre un corso completo a Milano. Per l’aggiornamento obbligatorio dei Tecnici Acustici proponiamo corsi accreditati sul progetto dei requisiti acustici passivi, il collaudo secondo norma, il controllo delle vibrazioni, l’incertezza di misura e l’acustica per interni.

Corsi sul fabbisogno energetico dinamico
La simulazione energetica dinamica sarà alla base dei futuri metodi di calcolo per la progettazione e riqualificazione degli edifici. Proponiamo un corso breve per fare il punto con i nostri esperti presentando il nuovo software ICARO di ANIT e un corso completo sull’uso di EnergyPlus.

Termografia: corso abilitante al 2° livello
Proponiamo a Verona un corso abilitante in accordo con UNI EN ISO 9712. L’obiettivo è la formazione di figure professionali esperte e qualificate nel campo dell’indagine termografica, ponendo l’accento sulle applicazioni legate al mondo dell’edilizia.

Legge 10, Nzeb, analisi impianti, igrotermia dinamica, ponti termici
Da calendario sono disponibili diverse iniziative su temi quali: la predisposizione della Legge 10, la progettazione di edifici Nzeb, l’analisi energetica degli impianti, lo studio dei ponti termici, la valutazione del rischio di muffa e condensa in regime dinamico.

>> Guarda il calendario dei corsi con tutti i dettagli

Il Tecnico Competente in Acustica (TCA) è la figura idonea per effettuare misure fonometriche, verificare i limiti di legge in vigore, redigere piani di risanamento acustico, svolgere attività di controllo.

Di seguito si propongono alcune semplici considerazioni sulla situazione attuale dei TCA, dopo l’istituzione dei corsi abilitanti e di aggiornamento definiti dal D.Lgs. 42/2017, e a 7 mesi dalla pubblicazione dell’elenco unico nazionale (ENTECA – Elenco Nazionale dei TEcnici Competenti in Acustica)

Molte informazioni su questa figura sono approfondite nel documento ANIT “TCA – Facciamo chiarezza

È possibile consultare i corsi ANIT di abilitazione e di aggiornamento per TCA A QUESTO LINK

Quanti sono i TCA e come sono distribuiti?

A luglio 2019 sulla piattaforma ENTECA risultano registrati 10774 tecnici. Le regioni con il maggior numero di TCA sono Emilia Romagna, Marche, Lombardia e Campania.

Regioni

Tale situazione molto probabilmente si è determinata sia a causa della popolazione regionale (considerazione valida per Lombardia e Campania), sia per la legislazione in vigore sul territorio.

In Emilia Romagna infatti era già possibile diventare TCA partecipando a un corso professionale, senza affiancamento professionale. Nelle Marche invece la legislazione regionale definisce l’obbligo di essere TCA per poter redigere relazioni di calcolo previsionale di requisiti acustici passivi.

Se si rapporta però il numero di tecnici alla popolazione, si osserva una situazione “anomala” in Valle d’Aosta, dovuta probabilmente dalle procedure che erano in vigore nella regione per il riconoscimento della qualifica.

popolazione

Una analisi qualitativa indica che quasi la metà dei TCA ha la qualifica di ingegnere. Un quarto si distribuisce tra architetti, geometri e periti industriali. La parte restante è caratterizzata da altri titoli di studio (lauree in chimica o fisica, diplomi di maturità scientifica, ecc.)

TCA qualifica

 

Corsi abilitanti e di aggiornamento

A giugno 2019 sul sito ENTECA risultavano pubblicati:

  • 46 corsi abilitanti per tecnici competenti (della durata di almeno 180 ore)
  • 67 corsi di aggiornamento
  • 1 corso di “recupero” per chi aveva già seguito un corso abilitante prima della pubblicazione del Dlgs 42/2017

La maggioranza degli eventi sono stati proposti in Lombardia (13 corsi da 180 ore e 20 corsi di aggiornamento). In alcune regioni invece non è stata sviluppata alcuna iniziativa.

Corsi

Quali prospettive per il futuro?

È logico ipotizzare un costante incremento dei TCA e, considerate le indicazioni del Dlgs 42/2017, un progressivo aumento della percentuale dei laureati rispetto ai diplomati.

Ragionevolmente verranno incrementati i corsi di formazione e aggiornamento. Per questi ultimi si auspica che il Ministero attivi, nel corso del 2020, il registro delle ore di aggiornamento professionale per i TCA.

Infine i corsi probabilmente subiranno alcune modifiche nell’impostazione generale. A maggio 2019 infatti il Ministero dell’Ambiente ha pubblicato un aggiornamento delle linee guida elaborate dal tavolo tecnico ministeriale. Tra le principali novità si osserva la reintroduzione dell’e-learning nei corsi da 180 ore e l’eliminazione dell’obbligo di test finale per i corsi di aggiornamento. Ora sta alle Regioni valutare come recepire le nuove indicazioni nella propria procedura di accreditamento.

ANIT, in collaborazione con ordini professionali e scuole edili, ha già in previsione l’attivazione di nuovi corsi per TCA. L’elenco degli eventi formativi è pubblicato alla pagina “CORSI

Per approfondire:

 

Come sappiamo il Tecnico Competente in Acustica (TCA) è la figura professionale deputata ad occuparsi di misure, verifiche, controlli, ecc. in tema di acustica edilizia e ambientale.

Obbligo di aggiornamento
Per chi è iscritto ad ENTECA (ovvero all’elenco nazionale dei TCA) vale l’obbligo di aggiornamento per almeno 30 ore di formazione ogni 5 anni (distribuite su un minimo di 3 anni).
Su questo aspetto il Ministero ha messo a punto assieme ai tecnici delle varie Regioni le linee guida per l’accreditamento dei corsi di formazione con l’obiettivo di uniformare le modalità di riconoscimento dei corsi e aiutare le Regioni a pubblicare i propri regolamenti in materia.

I prossimi corsi ANIT pensati per l’aggiornamento dei TCA sono:
– Il progetto dei requisiti acustici passivi
– Il collaudo acustico secondo le UNI EN ISO 16283
– Il controllo delle vibrazioni degli edifici
– L’incertezza di misura e di calcolo in acustica edilizia
>>Guarda le nostre proposte per l’aggiornamento dei TCA

Vuoi diventare TCA?
Per entrare nell’elenco dei TCA ad oggi è necessario seguire un corso completo di almeno 180 ore, riconosciuto a livello regionale e superare il relativo esame finale. Se sei interessato: il prossimo corso ANIT per diventare TCA è in partenza il 30 ottobre 2019
>>Prenota il tuo posto al  prossimo corso completo per diventare TCA

Abbiamo registrato un corso di 2 ore dedicato all’analisi di una pompa di calore in accordo con le norme UNI/TS 11300. Il corso è stato mandato in diretta streaming lo scorso 12 giugno, ma è disponibile per tutti gli interessati dal nostro canale YouTube.

Di cosa parliamo
L’obiettivo è capire come inserire correttamente i dati di una pompa di calore all’interno di un software per l’analisi dei fabbisogni di riscaldamento e raffrescamento. Attraverso le schermate del software LETO l’idea è di illustrare quali sono i dati necessari, dove si possono recuperare e come si leggono i risultati ottenuti.

L’esempio con il software LETO
Gli esempi mostrati sono affrontati con il software LETO. Il software permette il calcolo dei fabbisogni energetici degli edifici in conformità con le norme UNI/TS 11300 parte 1, 2, 3, 4, 5 e 6 ed è fornito ai Soci ANIT. LETO è disponibile anche in versione gratuita di prova per 30 giorni.

Scarica l’esempio e il software LETO
Guarda il corso su YouTube

Abbiamo registrato un corso di 4 ore dedicato alla simulazione energetica e igrotermica delle stratigrafie e dei ponti termici con i software ANIT PAN e IRIS.
Gli esempi svolti in aula sono guidati dall’Ing. Rossella Esposti di ANIT.
Il corso è gratuito e disponibile per tutti gli interessati sul canale YouTube ANIT.

I software utilizzati
PAN permette di analizzare le stratigrafie delle strutture opache per calcolarne i parametri invernali, estivi e igrotermici.
IRIS permette il calcolo dei ponti termici agli elementi finiti in accordo con UNI EN 10211.
E’ possibile installare la versione a tempo dei software ANIT al seguente link: https://www.anit.it/software-anit.


Guarda il corso su YouTube

ANIT ha recentemente aggiornato il suo Documento “Guida alla contabilizzazione”, un approfondimento che descrive nel dettaglio gli aspetti legislativi e normativi sul tema della contabilizzazione, termoregolazione e corretta suddivisione delle spese per i servizi di climatizzazione invernale, estiva e di produzione di acqua calda sanitaria degli edifici esistenti e di nuova costruzione.
La norma di riferimento è la UNI 10200 del 2018, che è stata aggiornata lo scorso ottobre, in versione più leggibile e meglio organizzata e con modifiche interessanti.Le novità introdotte nell’ultima versione della Norma riguardano il tema del raffrescamento, il tema della ricerca di dati per il calcolo dei millesimi di fabbisogno e il tema degli edifici sottoccupati con contabilizzazione indiretta.
Come sottolineato dall’Ing. Alessandro Panzeri, Esperto ANIT – “gli interventi di isolamento termico su un edificio portano sempre due vantaggi: una riduzione dei consumi energetici e un aumento del comfort interno percepito”.
Per gli edifici con impianto autonomo, questo binomio è facilmente recepito: un intervento di riqualificazione energetica dà vantaggi diretti sulla riduzione della bolletta e migliora le condizioni ambientali interne a vantaggio dell’utenza che ha voluto (e pagato) l’intervento stesso. Per gli edifici con impianto centralizzato, il binomio risparmio energetico e comfort, invece non sempre è percepito. Questo perché, in assenza di un sistema impiantistico adeguato, i benefici economici sono “dissolti” dall’impossibilità di discriminare il risparmio sulle singole unità immobiliari, mentre ovviamente il comfort migliora.
La Guida è un utile strumento per i professionisti ed è disponibile per i Soci ANIT, in formato digitale al seguente link: www.anit.it/pubblicazioni/guide-anit/

Ecco le nostre prossime proposte
(…parliamo di progettazione e riqualificazione degli edifici)

Corsi di aggiornamento tecnico
I prossimi corsi in programma riguardano:
L’analisi impiantistica per la modellizzazione energetica
Lo studio dei ponti termici e del rischio di formazione di muffa
L’analisi energetica finalizzata alla Legge 10, l’APE e la progettazione NZeb

Il calendario
Torino, 30 maggio: Pompe di calore >>
Milano, 30 maggio: APE e controlli >>
Firenze, 31 maggio e 7 giugno: Ponti termici >>
Seriate, 4 giugno: Pompe di calore >>
Padova, 5 e 12 giugno: NZeb, energia quasi zero >>
Reggio Emilia, 6 giugno: Ponti termici >>
Como, 7 e 20 giugno: Analisi igrotermica dinamica >>
Milano, 7, 14, 28 giugno: Corso Legge 10 >>
Udine, 7 giugno: Pompe di Calore >>
Genova, 7 giugno: Capire gli impianti >>
Bologna, 11, 18 e 25 giugno: Diagnosi energetica >>

Maggiori dettagli e iscrizioni
Per ogni iniziativa puoi scaricare una locandina con indicazioni complete su contenuti, CFP, relatori e prezzo. Se trovi il corso che ti interessa prenota il tuo posto: in questo modo ci consenti di monitorare l’andamento delle registrazioni e darti informazioni sull’attivazione del corso.
Vai al calendario completo >>

Di seguiti l’elenco dei prossimi corsi in calendario a Udine, Trento, Como, Brescia, Vicenza, Seriate, Cuneo, Milano, Mestre, Lecco, Torino e Firenze

Maggiori informazioni e iscrizioni
Tutti i dettagli sono pubblicati alla pagina corsi: per ogni iniziativa è disponibile una scheda sintetica e una locandina completa in formato .pdf.
Per registrarsi a un corso è sufficiente compilare la scheda disponibile on-line per l’iniziativa di interesse. Al raggiungimento del numero minimo di partecipanti sarà nostra cura informarti dell’attivazione del corso. Attenzione: i posti sono limitati.

Vai al calendario completo

È disponibile un nuovo Manuale ANIT per guidare il professionista nell’analisi dei requisiti previsti nel caso di interventi in copertura.
Tali sistemi rappresentano strutture nevralgiche dal punto di vista energetico invernale ed estivo.
La legislazione propone prescrizioni e requisiti specifici per limitare non solo le dispersioni invernali, ma soprattutto per ridurre il surriscaldamento estivo dovuto all’irraggiamento solare.
Partendo da quanto previsto dal DM 26 giugno 2015 sull’efficienza energetica, analizzando poi anche i Criteri minimi ambientali e le norme di riferimento per i calcoli, il manuale ANIT si sofferma sugli aspetti che riguardano nello specifico il sistema tetto presentando alcuni risultati elaborati nel periodo estivo.
Scarica il Manuale

Organizziamo a Milano una nuova edizione del corso completo per l’abilitazione come Tecnico Competente in Acustica (TCA).
L’inizio del corso è previsto per il 23 maggio.

Di cosa parliamo
Il corso segue il percorso didattico ufficiale (184 ore) per l’abilitazione dei TCA alternando lezioni frontali, esercitazioni in aula e prove in campo. Le lezioni sono tenute da personale altamente qualificato in materia di acustica edilizia e acustica ambientale. Alla fine del corso è previsto un esame per l’abilitazione come TCA.

Maggiori dettagli e iscrizioni
Abbiamo riportato tutti i dettagli sulla locandina (scaricabile qua).
Per iscriversi è sufficiente compilare la scheda di registrazione on-line. Al raggiungimento del numero minimo di interessati, sarà nostra cura contattarti per informarti dell’attivazione del corso.

Vai alla pagina del corso

ANIT ha realizzato un nuovo manuale sul tema della correzione dei ponti termici in struttura contro terra sviluppato in collaborazione con il Gruppo di lavoro ANIT XPS. Questa tematica è di fondamentale importanza nella progettazione energetica dell’edificio perché i nodi contro terra rappresentano sempre un aspetto complesso da risolvere, dal momento che coinvolge molte possibili tematiche (dispersione di energia, presenza di umidità, carichi elevati ecc…).
Nel manuale sono presenti esempi di isolamento delle configurazioni di nodo più comuni. Per facilitare il lavoro dei progettisti è possibile scaricare il file contenente gli esempi calcolati col software IRIS. Il file è scaricabile dalla sezione Software/Esempi di calcolo del sito ANIT.
Scarica il Manuale
Esempi di calcolo
Gruppo di lavoro ANIT XPS

Il numero 67 della rivista scientifica neo-Eubios è disponibile on-line in formato digitale e sfogliabile gratuitamente a questo link.
Nel numero si parla di simulazione energetica dinamica con il nuovo software ANIT ICARO, di pianificazione acustica e gestione del rumore di cantiere, del progetto SINFONIA, dell’analisi integrata delle prestazioni termiche e meccaniche delle murature storiche, di comfort acustico abitativo, di BIM come approccio al progetto architettonico e isolamento di unità abitative per cambio di destinazione d’uso.
Inoltre nell’Editoriale, il Presidente ANIT ci racconta della visione ANIT a 35 anni dalla sua nascita.
neo-Eubios è scaricabile in formato .pdf da tutti i Soci ANIT che lo ricevono anche a casa in formato cartaceo.
Scopri come iscriversi ad ANIT.

Abbiamo scritto una guida tecnica da tenere a portata di mano per imparare a governare le “Prestazioni estive degli edifici”.
Siamo convinti infatti che in Italia un progetto di qualità di un edificio non possa prescindere dal controllo del fabbisogno di raffrescamento e del comfort estivo.
Il libro spiega in modo semplice e pratico come:

  • interpretare gli obblighi di legge attualmente in vigore
  • valorizzare le prestazioni estive dei materiali e delle strutture opache
  • verificare il comportamento delle strutture trasparenti e delle schermature
  • valutare il comfort estivo di un edificio

In questi giorni il libro può essere acquistato senza spese di spedizione.
Prezzo scontato per i Soci ANIT.
Scarica l’indice
Acquista il libro “Prestazioni estive degli edifici”

Segnaliamo i prossimi corsi in arrivo a Seriate, Treviso, Udine, Verona, Milano, Sondrio e Brescia:

Per iscriversi:
È sufficiente compilare la scheda di registrazione on-line per il corso di interesse. Al raggiungimento del numero minimo sarà nostra cura informarti dell’attivazione del corso. Attenzione: i posti sono limitati.

Vai al calendario completo

Con grande gioia informiamo che nel 2019 ANIT festeggia i suoi primi 35 anni di attività con oltre 2.800 associati professionisti e onorari e 90 Aziende del settore. Siamo orgogliosi della strada fatta insieme finora e continuiamo ad impegnarci per promuovere le buone pratiche dell’isolamento termico e acustico degli edifici. Grazie a tutti coloro che ogni giorno rendono possibile questo ambizioso progetto! ???

logo35anni-4

A 35 anni dalla sua fondazione, ANIT ripropone anche nel 2019 il suo Tour itinerante di convegni gratuiti per i professionisti con la collaborazione tecnica di alcune delle sue Aziende associate. La proposta si focalizza quest’anno su temi diversi tra cui l’acustica in edilizia, la contabilizzazione, l’analisi edificio-impianto, la riqualificazione dall’interno e molto altro per rispondere alle svariate esigenze di aggiornamento da parte degli addetti del settore. Il primo appuntamento è a Milano presso la Fiera MADE, il prossimo 14 marzo 2019.
Per tutti gli eventi sono previsti CFP per gli Ordini e i Collegi professionali (Architetti, Ingegneri, Periti Industriali e Geometri).  Si ricorda che i crediti formativi saranno riconosciuti solo in caso di presenza all’intero evento (faranno fede le firme di entrate e uscita).

Sono sponsor dei convegni ANIT 2019 le Aziende ANIT: Boero, Brianza Plastica, Caparol, Celenit, Ediltec, Fermacell, Fibran, Finstral, Flir, Gerflor, Isolmant, Isosystem, Isotex, Ivas, Knauf, L’Isolante, Mapei, Over-All, Poliespanso, San Marco, Sardategole, Serisolar, Settef, Siniat, Soprema, Stiferite e Ytong.

La partecipazione è gratuita e le iscrizioni sono da effettuare alla pagina dedicata ai Convegni del sito ANIT.

TOUR-2019-(2)

Abbiamo aggiornato il calendario dei prossimi corsi ANIT.
Tra le novità segnaliamo:

  • Diagnosi energetica e igrotermica
  • Capire gli impianti: pompe di calore e solare termico
  • Capire gli impianti: esempi di modellizzazione energetica
  • La conformità dell’APE e il sistema dei controlli
  • NZeb, studio del sistema edificio impianto
  • Studio dei ponti termici agli elementi finiti

Tutti i dettagli sono disponibili alla pagina CORSI del sito da cui puoi scaricare le singole locandine e prenotare il tuo posto cliccando su REGISTRATI.
Se hai bisogno di un chiarimento chiamaci allo 02-89415126.

Vai alla pagina corsi

Organizziamo a Monza assieme all’Ordine degli Architetti e all’Ordine degli Ingegneri un corso completo per l’abilitazione dei Tecnici Competenti in Acustica (TCA). Il corso ha come obiettivo quello di formare nuovi tecnici in grado di svolgere attività di misura, di controllo e di risanamento dell’inquinamento acustico nell’ambiente esterno e abitativo.

Il Tecnico Competente in Acustica
La Legge Quadro 447 del 1995 (e s.m.i.) all’art. 6 stabilisce che il “Tecnico Competente in Acustica è la figura professionale idonea ad effettuare le misurazioni, verificare l’ottemperanza ai valori definiti dalle vigenti normative, redigere i piani di risanamento acustico, svolgere le relative attività di controllo”. Il TCA, iscritto all’albo Nazionale dopo il corso, secondo la Legge è l’unica figura professionale che può eseguire la stesura di documenti quali la Valutazione di Impatto Acustico e di Clima Acustico, piani di Risanamento e Bonifica acustica, misure fonometriche e zonizzazioni acustiche Comunali.

Isolamento_facciata

Un corso completo
Il corso segue il percorso didattico ufficiale per l’abilitazione dei TCA alternando lezioni frontali, esercitazioni in aula e prove in campo. Le lezioni sono tenute da personale altamente qualificato in materia di acustica edilizia e acustica ambientale. Alla fine del corso è previsto un esame per l’abilitazione come TCA.

Per iscriversi
Le iscrizioni sono raccolte dalle segreterie dell’Ordine degli Architetti e dell’Ordine degli Ingegneri di Monza. I contatti per le iscrizioni sono riportati sulla locandina. Il corso è aperto a tutti gli interessati (i posti sono limitati).

Guarda tutti i dettagli dalla pagina del corso

Si è tenuto lo scorso 5 febbraio 2019 il secondo workshop ANIT “a porte chiuse” sulla simulazione dinamica. Hanno preso parte all’incontro diversi esperti di analisi energetica e del sistema edificio-impianto, tra cui Politecnico di Milano, Politecnico di Torino, Università delle Marche insieme ad alcuni progettisti esperti del settore.
L’incontro è stato organizzato presso la sede ANIT ed è stata un’occasione per fare il punto sulla norma per il calcolo energetico dinamico UNI EN ISO 52016 e sullo sviluppo e l’ottimizzazione del nuovo software dell’Associazione ICARO (www.anit.it/icaro).
Grazie al confronto tra mondo accademico e mondo professionale sono emersi diversi spunti interessanti per il settore anche nell’ottica di rendere sempre più diffusa e fruibile la simulazione dinamica. Riportiamo di seguito alcuni commenti dei partecipanti all’evento:

“la prima e unica esperienza per confrontarsi su un tema complesso e pieno di fascino”

“software ben strutturato e user-friendly”

“interessante la prospettiva di progettare e analizzare edifici in regime dinamico in modo completo e immediato”

“l’uso di un software aperto come ICARO e della nomenclatura internazionale sarebbe un utile strumento didattico che potrebbe migliorare la comunicazione anche nell’ambiente professionale”

“utile giornata di confronto per uno sviluppo consapevole di un nuovo e importante strumento di calcolo”.

Il prossimo appuntamento è in programma per la fine dell’anno quando il quadro normativo sarà più maturo anche nei termini dell’obbligatorietà della simulazione dinamica nella progettazione.

IMG-20190205-WA0002

IMG-20190205-WA0003

IMG-20190205-WA0001

Informiamo che da oggi tutti i volumi ANIT sono acquistabili senza spese di spedizione! Restano invariati gli sconti previsti per i Soci ANIT e le offerte in occasione delle Fiere e dei convegni organizzati da ANIT. Cosa aspettate a procedere? I libri ANIT sono disponibili al link: www.anit.it/libri

 

Siamo lieti di presentarvi le due edizioni aggiornate dei volumi di acustica ANIT: “Manuale di acustica edilizia” e “Classificazione acustica delle unità immobiliari”.

Nel “Manuale di acustica” (Vol. 3 della Collana ANIT) ci siamo posti come obiettivo rispondere alla domanda: Come si può raggiungere una specifica prestazione di isolamento ai rumori?
Innanzitutto è necessario d
efinire gli obiettivi che si vogliono conseguire, poi si può procedere (prima dell’inizio dei lavori) con un progetto acustico e in fase di realizzazione, è indispensabile controllare la corretta posa dei materiali e dei sistemi costruttivi per infine verificare il risultato al termine dell’opera con misure fonometriche.
Dopo 10 anni dalla prima pubblicazione, la nuova edizione del volume è stata aggiornata con la normativa più recente ed integrata con le informazioni e i suggerimenti emersi ai gruppi di lavoro e agli eventi formativi ANIT.
Scarica l’indice del Volume ANIT 3

In “Classificazione acustica delle unità immobiliari” (Vol. 6 della Collana ANIT),abbiamo illustrato, in modo semplice e pratico, i contenuti della UNI 11367, fornendo indicazioni in merito a procedura di classificazione, tecniche di campionamento, classificazione per edifici non seriali con la UNI 11444 ed esempi di applicazione pratica. La UNI 11367, pubblicata a luglio 2010, propone una procedura per determinare la classe acustica delle unità immobiliari sulla base di misure fonometriche.
Il rispetto di una specifica classe è generalmente volontario, ma il Decreto sui Criteri Ambientali Minimi (CAM) del 2017 ha imposto, per le gare di appalto degli edifici pubblici, il raggiungimento della Classe II e di altri parametri descritti nella norma.
Scarica l’indice dei Volume ANIT 6

Acquista i Volumi

Di seguito il calendario dei corsi in programma a Brescia, Milano, Trento, Verona, La Spezia:

Per iscriversi: è sufficiente compilare la scheda di registrazione al corso disponibile sul sito. Al raggiungimento del numero minimo di interessati, sarà nostra cura contattarti per informarti dell’attivazione del corso.

Vai il calendario completo

Puoi diventare “Socio Individuale” oppure “Socio Individuale Più” per usufruire di tutti i servizi della nostra Associazione.
I servizi offerti da ANIT sono pensati per i professionisti che si occupano di efficienza energetica e acustica in edilizia.
Per maggiori dettagli guarda il video e visita la pagina Diventa Socio

DiventaSocio_video

È disponibile il calendario degli eventi in programma alla fiera Klimahouse di Bolzano dal 23 al 26 gennaio (ai partecipanti è fornito un biglietto omaggio per entrare in fiera):

Corsi di formazione nei giorni della fiera:

Eventi gratuiti nei giorni della fiera:

Gli altri corsi in calendario nel prossimo mese:

La norma UNI EN ISO 52016-1 pubblicata a marzo 2018 ha introdotto il nuovo modello di calcolo in regime dinamico orario che probabilmente diventerà lo standard per le analisi energetiche del prossimo futuro.

In arrivo gli allegati nazionali
La norma, legata al mandato CEN M480/2010, fa parte del pacchetto di documenti revisionati o introdotti da UNI in materia di calcolo delle prestazioni energetiche degli edifici e dei loro componenti.
Per completare la procedura di calcolo e la scelta dei dati di input in Italia è in programma a breve (probabilmente a gennaio) la pubblicazione da parte di UNI degli allegati nazionali.

Possibili applicazioni
Con l’applicazione della nuova procedura di calcolo è possibile:

  • calcolare i fabbisogni d’involucro per i servizi di riscaldamento e raffrescamento in regime dinamico orario,
  • analizzare il comfort estivo di una zona termica in condizioni free running o in presenza di impianti,
  • stimare l’oscillazione della temperatura operante per la valutazione del requisito estivo dei CAM (Criteri Ambientali Minimi),
  • studiare le potenze necessarie al mantenimento delle temperature di progetto per il riscaldamento e raffrescamento.

ICARO, il nuovo software ANIT per il calcolo dinamico
I professionisti interessati alla norma UNI EN ISO 52016-1 potranno cimentarsi da gennaio 2019 con il software ICARO, il nuovo strumento della suite ANIT per l’analisi dei fabbisogni energetici in regime dinamico orario.
Il software dialogherà con PAN, IRIS, APOLLO e LETO per la descrizione della zona termica e utilizzerà i dati climatici orari della norma UNI 10349:2016 oppure dati orari caricati dall’utente in formato .xls.

Vai alla pagina di Icaro

Di seguito l’elenco dei corsi di fine 2018 in programma a Trento, Milano, Novara e Seriate (BG). A breve sarà disponibile il calendario aggiornato per le iniziative del primo semestre 2019.

Il calendario di dicembre:

Per iscriversi:
È sufficiente compilare la scheda di registrazione al corso disponibile sul sito. Al raggiungimento del numero minimo di interessati, sarà nostra cura contattarti per informarti dell’attivazione del corso.

Vai al calendario completo dei corsi

Un grazie a tutti – partecipanti, sponsor, enti patrocinatori, stampa, relatori e staff tecnico – che hanno reso possibile la quinta edizione del Congresso Nazionale ANIT.
L’evento ha registrato la partecipazione di oltre 300 addetti del settore segnando un nuovo traguardo per l’Associazione che da trentaquattro anni è impegnata nella promozione del risparmio energetico e dell’acustica in edilizia confermando la sua autorevolezza e riconoscimento sul mercato italiano.
“Con la partecipazione di 29 aziende sponsor e 40 relatori, il Congresso è stata un’importantissima occasione di approfondimento e di scambio sui temi cari all’Associazione, Efficienza energetica ed acustica in edilizia. Siamo molto orgogliosi del lavoro svolto fino ad ora insieme ai nostri associati. Grazie a tutti!” – Presidente ANIT.
L’appuntamento per la prossima edizione è nel 2020 in attesa di rincontrare ANIT il prossimo gennaio alla Fiera internazionale dell’efficienza energetica Klimahouse 2019.
Vai alla rassegna fotografica dell’evento
Vai alla pagina dell’evento

Siamo lieti di informare che è on-line il catalogo ufficiale del V° Congresso Nazionale ANIT che si terrà il prossimo 29 novembre a Milano.
Utile strumento per scoprire nel dettaglio gli interventi, i relatori e le aziende chiamate a partecipare a questo evento biennale, il catalogo verrà distribuito in formato cartaceo a tutti i partecipanti.
Ricordiamo che è ancora possibile iscriversi al Congresso fino ad esaurimento posti e non oltre martedì 27 novembre.

Sfoglia il Catalogo on-line

Scarica il Catalogo

Il Dlgs 42-2017 prevede l’obbligo di aggiornamento professionale per i Tecnici Competenti in Acustica (TCA).

Gli iscritti nell’elenco nazionale devono partecipare, nell’arco di 5 anni dalla data di pubblicazione nell’elenco a corsi di aggiornamento per una durata complessiva di almeno 30 ore, distribuite su almeno tre anni.

Il Ministero dell’Ambiente ha però indicato, in una Linea Guida inviata alle Regioni, che l’obbligo di aggiornamento decorre per ciascun iscritto dalla data di pubblicazione nell’elenco nazionale.

Ad oggi l’elenco nazionale non è stato ancora ufficialmente istituito. Pertanto non sembra essere ancora “iniziato” il periodo di 5 anni.

Anche se alcune Regioni hanno già definito una propria procedura per qualificare i corsi di aggiornamento, si raccomanda di verificare questo aspetto prima di iscriversi a un corso.

PER APPROFONDIRE:

Scarica l’approfondimento ANIT: TCA – FACCIAMO CHIAREZZA

Consulta il: Dlgs 42/2017

La nuova direttiva europea UE 2018/844 impone agli stati membri una revisione della legislazione in campo di efficienza energetica e richiede l’attivazione di provvedimenti per la riduzione dei consumi energetici. L’edilizia è tra i settori che crea maggiore inquinamento e non si può prescindere dal prevedere prestazioni sempre più spinte e gli attuali documenti legislativi, nazionali o regionali, dovranno essere revisionati in base ai nuovi obiettivi europei.
Un’intera sessione del V Congresso ANIT sarà dedicata all’approfondimento di temi legati all’efficienza energetica in edilizia dai requisiti alle opportunità.

Requisiti minimi
Negli anni di applicazione dei provvedimenti previsti nel DM 26 giugno 2015 sono emerse diverse criticità. Le richieste di chiarimento degli associati, più di mille durante l’anno, sono il termometro che consente ad Anit di avere il polso della situazione e di acquisire le problematiche dal campo.
Per mezzo del tavolo consultivo sulla legge 90 del Comitato Termotecnico Italiano – CTI – si è cercato di risolvere tali criticità. Sulla base delle proposte pervenute, il Ministero dello Sviluppo Economico ha pubblicato due serie di FAQ dedicate ai DM 26/06/2015. Non tutto è però ancora chiaro e risolto e molte difficoltà sono tutt’ora un freno agli interventi di riqualificazione. Due interventi sono dedicati a questo tema.
Oltre alle criticità del rispetto dei limiti, è opportuno conoscere anche il punto di vista di chi controlla e verifica. Poiché il quadro legislativo nazionale impone agli enti locali il controllo delle relazioni energetiche allegate alle pratiche edilizie, saranno presenti al Congresso referenti del Comune di Milano che illustreranno in che modo i tecnici comunali eseguono il controllo e quali sono gli obblighi a livello locale, oltre che gli incentivi ottenibili attraverso il raggiungimento di determinate prestazioni energetiche.

Opportunità
Bandi regionali e locali e incentivi nazionali sono fondamentali per la fattibilità di interventi soprattutto di riqualificazione globale.

Edifici privati e edifici pubblici hanno delle opportunità non indifferenti nel caso di interventi di efficientamento energetico.
In relazione alle detrazioni fiscali legate al risparmio energetico (dal 50% al 85%), un tema di attualità è la possibilità della cessione del credito, oggetto di alcune criticità organizzative e fiscali, verrà descritto con il punto di vista dell’imprese.

Per la pubblica amministrazione un forte contributo viene dato dal Conto termico. Il GSE ci spiegherà meglio di cosa si tratta e come sono andati questi incentivi negli ultimi anni .
Anche gli enti locali hanno implementato diverse misure di incentivazione. Regione Lombardia si è rivolta agli Enti Pubblici in caso di efficientamento energetico e adeguamento di edifici pubblici ai nuovi standard prestazionali “NZEB”. I funzionari regionali presenteranno una breve sintesi dei risultati attesi da queste misure, sulla base degli interventi incentivati attualmente in corso di realizzazione nel territorio regionale.
Infine la pubblica amministrazione, che ha un compito rilevante nel promuovere l’efficienza energetica, da una parte prevede verifiche e controlli, dall’altra forme di sostegno. L’Area Ambiente Energia del Comune di Milano ha attivato un bando costruito su due forme di incentivazione: i contributi a fondo perduto e il finanziamento agevolato per soggetti privati e pubblici.
E il progettista come si muove in tutto questo ? Un intervento è dedicato alla comprensione di quali sono le competenze che il professionista deve padroneggiare per potersi orientare nel mercato della progettazione degli interventi edilizi, nel pubblico e nel privato, che mirano ad un’adeguata progettazione energetica dell’edificio.

Il Congresso ANIT è l’occasione per avere una visione d’insieme in relazione alle tematiche dell’efficienza energetica in edilizia. Al Congresso saranno infatti presenti esperti del settore che potranno confrontarsi sulle varie tematiche. E’ un’occasione da non perdere, poiché l’evento è biennale.

Per approfondire questi temi
La nostra Associazione offre diverse occasioni d’approfondimento sul tema trattato nell’articolo.
In particolare segnaliamo:

Per chi è in cerca di un corso d’aggiornamento o approfondimento sui temi dell’efficienza energetica, del controllo igrotermico degli edifici e dell’acustica edilizia, segnaliamo le nostre prossime iniziative in programma a novembre suddivise per argomento.

Corsi in primo piano:

Per iscriversi:
È sufficiente compilare la scheda di registrazione al corso disponibile sul sito. Al raggiungimento del numero minimo di interessati, sarà nostra cura contattarti per informarti dell’attivazione del corso.

Vai al calendario completo dei corsi

Negli ultimi mesi si sono avute numerose novità nell’ambito delle normative riguardanti materiali e sistemi isolanti.

E’ fondamentale per il lavoro di un professionista conoscere questi temi, trattati in dispositivi di legge e norme tecniche, soprattutto perché essi comportano l’introduzione di nuove competenze e responsabilità di cui occorre essere consapevoli.
Di seguito proponiamo una sintesi degli aspetti che i professionisti devono conoscere. Gli argomenti verranno approfonditi nella sessione “Sostenibilità e materiali” del 5° Congresso Nazionale ANIT, che si svolgerà a Milano il prossimo 29 novembre.

Il decreto CAM
Il tema della sostenibilità è al centro del decreto CAM – Criteri Ambientali Minimi (DM 11 ottobre 2017). Il decreto contiene le prescrizioni di carattere ambientale da applicare negli appalti pubblici, che comprendono sia le caratteristiche che devono avere i materiali sia richieste sulla prestazione finale degli edifici. IL DLgs n. 50/2016 sull’aggiudicazione dei contratti di concessione sugli appalti pubblici, in particolare l’articolo 34, stabilisce l’introduzione obbligatoria dei criteri ambientali minimi nei documenti progettuali e di gara per la nuova costruzione, ristrutturazione e manutenzione di edifici pubblici.
Le prescrizioni specifiche sui materiali riguardano il contenuto di materia riciclata e l’emissione di sostanze pericolose. Vengono prescritti limiti quantitativi per ciascuno dei due argomenti e le modalità per dimostrare il rispetto dei requisiti. Il progettista deve attestare e quantificare la presenza e la quantità in peso di materiali contenenti materia riciclata e deve quindi conoscere le modalità attraverso la quale questa caratteristica può essere dimostrata, che possono essere di diverso tipo. Anche sull’assenza di sostanze tossiche o potenzialmente pericolose è necessario disporre di specifiche attestazioni. Queste richieste vengono espresse per tutti i materiali da costruzione coinvolti nell’intervento. Inoltre, per i materiali isolanti termici ed acustici sono presenti richieste specifiche aggiuntive.

Il DLgs 106/2017
Un altro dispositivo di legge che ha visto la luce nell’ultimo anno è il Dlgs 106/2017 che recepisce il Regolamento 305/2011 che fissa condizioni armonizzate per la commercializzazione dei prodotti da costruzione. Questo decreto contiene essenzialmente tre tipologie di prescrizioni:
– Le regole per la commercializzazione dei materiali e la compilazione dalla Dichiarazione di Prestazione, riprese dal Regolamento 305/11
– Le regole per il riconoscimento e l’accreditamento degli organismi notificati, quegli enti che intervengono nella procedura di marcatura CE dei materiali per attestarne le prestazioni attraverso prove o la costanza delle stesse attraverso controlli in fabbrica.
– Le sanzioni previste per il non rispetto di quanto prescritto dal Regolamento 305/11 in merito alla corretta commercializzazione dei prodotti

Soprattutto quest’ultima parte introduce nuove e più severe responsabilità per tutti gli attori del mercato (produttori, importatori, distributori, progettisti). Sono infatti previste sanzioni anche molto severe per vari tipi di violazioni legate alla corretta informazione sulle caratteristiche del prodotto e sulla messa a disposizione dei documenti che le attestino.

UNI TR 11715 e UNI 11716
Un’ultima novità, che può rappresentare un utilissimo riferimento per tutto il settore dei sistemi isolanti e per i progettisti che scelgono di impiegarli, sono le norme UNI TR 11715 e UNI 11716. La prima contiene le regole per la corretta messa in opera dei sistemi di isolamento a cappotto. E’ una norma molto corposa, che comprende anche disegni di alcuni dettagli e prende in considerazione tutte le fasi della lavorazione, dalla preparazione del supporto alla finitura. La seconda norma invece riguarda le caratteristiche e le competenze che dovrebbero possedere le maestranze che posano il sistema a cappotto. Per la prima volta queste competenze vengono codificate, costituendo un riferimento, sia pur volontario, univoco. Entrambe le norme vanno nella direzione di tutelare la qualità delle realizzazioni di questo sistema molto diffuso ed utilizzato, attraverso la messa a disposizione di documenti tecnici di riferimento oggettivi.

Di tutti questi argomenti si parlerà diffusamente al Congresso ANIT, dove ci sarà un confronto con esperti del settore sulle varie tematiche. E’ importante non perdere questa importantissima occasione di aggiornamento.

Per approfondire questi temi
La nostra Associazione offre diverse occasioni d’approfondimento sul tema trattato nell’articolo. In particolare segnaliamo:

Chi si occupa di analisi energetica sa che per calcolare il fabbisogno di un edificio è necessario valutare il comportamento del cosiddetto sistema edificio-impianto. Questo vale in particolare per i servizi energetici di riscaldamento e raffrescamento per i quali si calcola prima un fabbisogno ideale di energia termica con un bilancio sull’involucro (l’edificio) e  poi il fabbisogno di energia primaria legato ai rendimenti dei sottosistemi impiantistici (l’impianto).

Di seguito proponiamo un breve articolo per fare il punto sul calcolo del bilancio energetico estivo di un edificio.
Per tutti gli interessati segnaliamo che si parlerà di questo tema in modo approfondito al Congresso ANIT il 29 novembre nella sessione “PROGETTAZIONE ESTIVA: DAL MODELLO STAZIONARIO AL MODELLO DINAMICO”

L’approccio semi-stazionario medio mensile
Per quanto riguarda il primo aspetto, ovvero il bilancio sull’involucro, siamo abituati a ragionare in termini “semi-stazionari medi mensili”.
Questo significa che: 1) costruiamo il bilancio dei flussi energetici che attraversano l’involucro utilizzando un singolo valore mensile per ogni voce di dispersione e apporto gratuito, e 2) risolviamo il bilancio mese per mese senza considerare l’eco che i vari fenomeni potrebbero avere oltre i 30 giorni.

Questo approccio, in uso ormai da diversi decenni e confermato dalle UNI/TS 11300 dal 2008 in poi, ha due grossi vantaggi e un grosso difetto. Il primo vantaggio è la semplicità: con un po’ di pazienza e una calcolatrice si può studiare (e capire) il bilancio energetico di qualunque edificio, dall’appartamento di 50 m2 al complesso polifunzionale di 2000 m2. Il secondo vantaggio è l’affidabilità dei risultati per il servizio di riscaldamento: sebbene l’analisi media mensile rappresenti una semplificazione della realtà, i risultati che si ottengono su questo servizio sono confrontabili con i valori reali. E visto che il riscaldamento è il servizio più importante, l’approccio mensile ha favorito il riscontro tra strategie energetiche e predizione dei consumi.
Il grande difetto invece riguarda l’analisi del servizio di raffrescamento: l’approccio mensile porta a risultati che non hanno nulla a che vedere con la situazione reale, e in alcuni casi suggerisce l’adozione di misure di progettazione estiva che vanno nella direzione opposta rispetto a quelle realmente efficaci.

Un esempio di calcolo
Per capire meglio questo passaggio analizziamo l’esempio proposto nell’immagine sottostante.
I due recipienti rappresentano un edificio attraversato da flussi energetici in condizioni di riscaldamento H (a sinistra) e di raffrescamento C (a destra). Secondo le norme UNI/TS 11300 in entrambi i casi il bilancio dell’involucro si risolve impostando una temperatura interna ideale, nell’immagine 20°C e 26°C, e analizzando le 4 grandezze coinvolte nel bilancio: gli apporti solari Qsol e gli apporti interni Qint in ingresso e le dispersioni per trasmissione Qtr e per ventilazione Qve in uscita.

Bilancio_estivo_ANIT
Applicando lo schema di sinistra a un mese freddo, ad esempio gennaio, è facile immaginare il prevalere delle dispersioni sugli apporti e quindi una perdita di energia nel contenitore. Questa perdita rappresenterebbe esattamente la quantità di energia richiesta dall’involucro (definita come QH,nd) da integrare nel recipiente per riportare il livello energetico al punto di partenza, ovvero 20°C, per l’analisi del mese successivo.
Per il servizio di riscaldamento lo schema di sinistra spiega bene la realtà e suggerisce di bilanciare perdite e apporti grazie soprattutto all’isolamento dell’involucro per ridurre le dispersioni e all’ottimizzazione delle superfici trasparenti e delle schermature per sfruttare gli apporti solari nei mesi invernali.

Gli errori del bilancio estivo medio mensile
Per un mese caldo, ad esempio luglio, invece lo schema di destra non funziona
e il valore di QH,nd calcolato è lontano dalla realtà.
Il metodo non è in grado infatti di considerare fenomeni reali importanti come gli effetti inerziali giornalieri delle strutture dell’edificio o l’incidenza dell’inclinazione solare oraria per il calcolo degli apporti solari. Ma soprattutto il difetto più grande è quello di considerare un unico valore di temperatura esterna per l’intero mese anziché la reale oscillazione ora per ora delle temperature.
Ne consegue che se nella località considerata la temperatura media esterna suggerita dalle norme è inferiore a 26°C (come  ad esempio a Milano 24,5°C, Bologna 24.8°C e Napoli 25.4°C), i flussi di Qtr e Qve vengono considerati costantemente in uscita, ovvero risultano essere una fonte continua di dispersione energetica per tutti i 30 giorni del mese considerato. E assecondando questo approccio sembrerebbe utile indebolire l’isolamento delle strutture per evitare il rischio di surriscaldamento.

Nei nostri climi è invece importante agire in modo contrario, ovvero proteggere l’edificio dalle sollecitazioni climatiche esterne per evitare l’ingresso di energia. Infatti una corretta strategia di progettazione estiva prevede l’isolamento dell’involucro, lo studio puntuale delle schermature solari, l’analisi dei tempi di risposta inerziale dell’intero edificio e lo sfruttamento della ventilazione naturale per favorire il comfort.

L’approccio dinamico orario
I problemi sopra descritti sono risolvibili passando a un modello di calcolo dinamico orario.
L’idea infatti è che con un passo temporale ridotto all’ora (e non più al mese) e un modello in grado di considerare la ripercussione dei fenomeni nel tempo (e non più stazionario) possiamo avvicinare la nostra analisi al reale comportamento dell’edificio sia nei periodi freddi che caldi.
Queste considerazioni sono alla base dell’attuale sviluppo normativo che porterà alla sostituzione delle UNI/TS 11300 a favore di un nuovo modello dinamico orario grazie alla norma UNI EN ISO 52016 “Prestazione energetica degli edifici – Fabbisogni energetici per riscaldamento e raffrescamento, temperature interne e carichi termici sensibili e latenti”.
Questo cambiamento normativo è previsto nell’arco dei prossimi due anni e sarà accompagnato dalla diffusione di strumenti di calcolo avanzati tra tutti i progettisti. Crediamo quindi sia importante iniziare ad aggiornarsi su questi temi per arrivare preparati all’appuntamento con il nuovo metodo di calcolo dinamico orario – di seguito alcuni suggerimenti.

Per approfondire questi temi
La nostra Associazione offre diverse occasioni d’approfondimento sul tema dell’analisi energetica degli edifici, in particolare segnaliamo:

Corsi attivati:

Altri corsi in calendario:
Abbiamo messo in programma più di 40 corsi tra ottobre e dicembre.
I corsi sono previsti ad Aosta, Lecco, Novara, Treviso, Udine, Perugia , Civitanova Marche… e molte altre località.

Guarda l’elenco completo dei corsi

ANIT pubblica un nuovo Manuale che analizza il rumore provocato dagli scarichi dei bagni.

Il documento descrive la legislazione in vigore, le indicazioni per ottenere un adeguato comfort acustico e le soluzioni che permettono di ridurre il disturbo.

Nell’ultimo capitolo un caso studio analizza il rumore generato dalle cassette WC durante la fase di ricarica.

[button link=”https://www.anit.it/pubblicazione/manuale-anit-rumore-degli-scarichi-dei-bagni/”]”SCARICA” IL MANUALE[/button]

 

Abbiamo pubblicato il calendario dei prossimi corsi da settembre 2018 a febbraio 2019. Puoi guardare tutte le novità cliccando su questa pagina.
Segnaliamo che il calendario è in costante aggiornamento e sarà ulteriormente integrato con nuove iniziative in altre province.

Quali sono i corsi in programma?
L’elenco dei corsi è disponibile in ordine cronologico sul sito, ma puoi anche cercare l’iniziativa di tuo interesse selezionando:

  • il filtro degli argomenti,
  • il filtro della provincia,
  • una parola chiave (ad es. “Legge 10”).

Filtri_corsoANIT

Sul sito trovo tutti i dettagli?
Sì, abbiamo pubblicato tutti i dettagli. Infatti per aiutarti nella scelta, ogni corso è dotato di una scheda completa che riporta tutte le informazioni su:

  • organizzazione (data, sede, durata),
  • crediti formativi previsti (CFP),
  • contenuti e i relatori del corso (locandina in formato.pdf),
  • quota di partecipazione standard e scontata.

Come funziona la registrazione?
Puoi prenotare la partecipazione cliccando sul bottone “REGISTRATI” dalla scheda del corso. In questo modo consenti alla nostra segreteria di monitorare il numero di interessati e decidere sull’attivazione del corso. La registrazione è gratuita e non vincolante.

Contattaci: per ulteriori informazioni puoi scrivere a corsi@anit.it

[button link=”https://www.anit.it/eventi-e-prodotti/corsi/”]GUARDA IL CALENDARIO DEI CORSI[/button]

ACUSTICA EDILIZIA. ANALISI PREVISIONALI E DATI DI INGRESSO NEI MODELLI DI CALCOLO
Sala 3, dalle 15.30 alle 17
Modera: Ing. Stefano Benedetti, Esperto ANIT

La sessione del pomeriggio è dedicata alle analisi previsionali che permettono al professionista di valutare i requisiti acustici passivi a partire dalla prestazione dei sistemi previsti nel progetto. Negli anni questi metodi hanno subito un’evoluzione e ne subiranno ancora nei prossimi. Ne parlerà il Dott. Fabio Scamoni, Presidente della Sottocommissione UNI acustica edilizia.
La recente pubblicazione delle UNI EN ISO 12354, revisione delle UNI EN 12354, prevede in Italia l’aggiornamento del “nostro” UNI TR 11175 che recepirà il metodo semplificato delle norme internazionali e si occuperà delle future banche dati per i requisiti acustici passivi delle diverse soluzioni tecnologiche in circolazione. Della prima parte della norma, riguardante i calcoli previsionali, ne parlerà Il prof. Luca Barbaresi dell’università di Bologna, che ha seguito da vicino i lavori in sede europea, mentre la seconda parte, riguardante le banche dati, verrà esposta dall’Ing. Matteo Borghi, esperto ANIT di Acustica Edilizia, che ne coordina la stesura.

Interventi:

ore 15.30 – Evoluzione dei metodi di valutazione dei requisiti acustici passivi

ore 16.00 – La nuova Parte 1 di UNI TR 11175. Modelli di calcolo e dati di ingresso

ore 16.30 – La nuova impostazione di UNI TR 11175 – Parte 2. Nuove banche dati per i requisiti acustici passivi

Iscrizioni

Il numero 64 della rivista scientifica neo-Eubios è da oggi on-line, sfogliabile gratuitamente a questo link.
In questo numero parliamo di giusto equilibrio tra esigenze invernali ed estive per il comfort degli edifici, di “fluoresceina sodica” per ricercare le infiltrazioni d’acqua nelle strutture, efficienza energetica, materiali di rivestimento innovativi e opportunità negli interventi di riqualificazione. Inoltre, grazie alla collaborazione con referenti di Regione Lombardia, abbiamo approfondito l’accordo di programma quadro Malpensa, come buon esempio di azione pubblica, in due articoli tecnici. Infine, nell’Editoriale, parliamo di nudge e di un bel libro che può risultare un’utile lettura estiva. neo-Eubios è scaricabile in formato .pdf da tutti i Soci ANIT che lo ricevono anche a casa in formato cartaceo.
Scopri come iscriversi ad ANIT.

È strano pensare che il DPCM 5-12-1997, decreto sui requisiti acustici degli edifici che sarà tra i temi del prossimo CONGRESSO ANIT , ha ormai più di vent’anni!

Sembra che la normativa di acustica edilizia si è fermata agli anni ’90, anche se il nostro “ambiente acustico quotidiano” si è radicalmente modificato e sono passati 4 Presidenti della Repubblica e 11 Presidenti del Consiglio.

In realtà non è proprio così. Sono successe un bel po’ di cose.

In due decenni sono stati pubblicati almeno 8 documenti ministeriali di chiarimento sul Decreto, 9 Regioni hanno definito nella propria legislazione come si applicano i requisiti del DPCM e molti regolamenti edilizi comunali hanno introdotto il tema dell’acustica edilizia.

Inoltre c’è stata una importante evoluzione per la normativa tecnica di riferimento. Sono state più volte aggiornate le norme UNI per misure in opera e calcoli previsionali, sono stati pubblicati nuovi documenti per la “corretta posa acustica” dei sistemi costruttivi e, a luglio 2010, la UNI 11367 ha introdotto anche nel nostro Paese il tema della Classificazione acustica delle unità immobiliari, richiamata negli appalti pubblici dal recente “Decreto CAM” sui Criteri ambientali minimi.

Cosa succederà nel prossimo futuro?
Non è dato sapere se verrà proposto un nuovo decreto sull’acustica edilizia. Gli ultimi due tentativi del 2010 e 2016 non sono andati a buon fine. Al momento però risultano in revisione molte norme: la UNI TR 11175 per i calcoli previsionali, la UNI 11532 sulle caratteristiche acustiche interne degli ambienti confinati, le norme che trattano l’incertezza di misura. Infine, visto che molto probabilmente verrà pubblicata una nuova norma internazionale sulla classificazione acustica, è in previsione l’aggiornamento della UNI 11367.

A breve ci saranno quindi un bel po’ di novità da analizzare. Per questo stiamo organizzando una specifica sessione sul tema dell’acustica edilizia al prossimo CONGRESSO ANIT in programma il prossimo 29 novembre a Milano.

Di seguito alcuni link per approfondire i temi dell’articolo.


PER APPROFONDIRE:

Prenota il tuo posto al CONGRESSO ANIT

Consulta il DPCM 5-12-1997 e tutte le circolari di chiarimento

Scarica la GUIDA ANIT su CAM e ACUSTICA

PAROLA all'esperto 2018-3

Si è tenuto lo scorso 9 luglio un nuovo incontro “La parola all’esperto” dedicato alle Aziende ANIT, sul tema dei CAM (Criteri Ambientali Minimi) con la partecipazione del Dott. Saporetti del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare,  Direzione Clima ed Energia – Divisione II, Clima e Certificazione ambientale.
L’evento è stato organizzato per aiutare nella comprensione di alcune criticità di applicazione dei criteri da parte delle Aziende del settore. Si è parlato del piano d’azione per la sostenibilità ambientale dei consumi nel settore della Pubblica Amministrazione (PANGPP), sono state poi presentate le questioni generali di applicazione dei CAM e approfonditi i temi più critici legati a materiali e sistemi per l’efficienza energetica e l’acustica in edilizia.
All’incontro hanno partecipato 56 referenti tecnici, rappresentanti delle Aziende associate ANIT: ARMACELL, BAMPI, BIOISOTHERM, BOERO, BRIANZA PLASTICA, BRIANZA PLASTICA, CELENIT, CLIMACELL, CROMOLOGY, DAW, EDILTEC, EDILTECO, ELLE ESSE, FERMACELL, FIBRAN, FIVRA, FORTLAN, GERFLOR, ISOLMANT, ISOTEX, IVAS, KERAKOLL, KNAUF, KNAUF INSULATION, MAPEI, NATURALIA, BAU, PPG, PRIMATE, ROCKWOOL, ROEFIX, ROTHOBLAAS, SAINT GOBAIN, SAN MARCO, SINIAT, SOPREMA, STIFERITE e YTONG.
Siamo molto soddisfatti della grande partecipazione all’incontro da parte delle nostre Aziende associate, che rileva il grande interesse per il tema e la concreta volontà di aggiornarsi e formarsi tecnicamente per rispondere ai requisiti di sostenibilità con i più alti standard qualitativi “. Così commenta Valeria Erba, Presidente ANIT dal 2009, presente all’incontro insieme al Direttore tecnico, Rossella Esposti e agli esperti ANIT Matteo Borghi e Giorgio Galbusera.
Entro la fine del 2018 sono previsti altri due appuntamenti “La parola all’esperto” sui temi “ETICS, la marcatura CE del sistema a cappotto” e “Il comportamento estivo degli immobili” dove si parlerà dei parametri di riferimento di materiali e sistemi, analisi in regime dinamico e nuove norme di riferimento.

IMG-20180709-WA0002 IMG-20180709-WA0004 IMG-20180709-WA0006

Il 28 e 29 giugno ha avuto luogo la terza edizione della visita ANIT ai laboratori igrotermici di Eurac Research a Bolzano e del Fraunhofer IBP a Holzkirchen (in Baviera). La visita di quest’anno ha visto la partecipazione di 15 professionisti da tutta Italia ed è stata una preziosa occasione per capire come si studiano i  materiali e i sistemi rispetto ai fenomeni igroscopici (molto più complessi dei fenomeni termici).
Di seguito alcune immagini delle due giornate. Presso i laboratori Eurac: la camera climatica e alcuni strumenti di misurazione del laboratorio, il confronto sulle modalità di misura, il polo tecnologico Noi Park di Bolzano; presso il Fraunhofer IBP: provini per la misura della resistenza al vapore, alghe e funghi studiati nel laboratorio di biologia, modelli di prova esterni per lo studio della durabilità dei materiali. Per segnalare il proprio interesse alla visita che si terrà nel 2019 (i posti sono limitati), si prega di contattare la segreteria Corsi ANIT a partire da gennaio 2019.

P_20180629_132950 P_20180628_112819 P_20180628_114309 P_20180629_145520 P_20180629_151251 P_20180629_123448

Lo scorso 3 luglio abbiamo invitato presso gli uffici ANIT, 15 professionisti esperti di simulazione energetica degli edifici per un workshop sul nuovo Software ANIT “ICARO”. E’ da mesi infatti che stiamo lavorando per realizzare un nuovo software per la simulazione dinamica degli edifici in accordo con la norma UNI EN ISO 52016. L’idea è quella di sviluppare uno strumento per la simulazione dinamica oraria:
–       del fabbisogno energetico di riscaldamento e raffrescamento
–       del comfort adattivo a partire dalla temperatura operante
–       delle potenze necessarie al mantenimento delle temperature impostate.

La giornata di lavoro è stata l’occasione per condividere aspettative da parte del mondo professionale rispetto a uno strumento di calcolo avanzato e informazioni per ottimizzare la fruizione del prodotto. Presto saranno disponibili maggiori dettagli sul progetto che speriamo di poter completare per il rientro dalla pausa estiva! 🙂

P_20180703_115253 P_20180703_115834 P_20180703_120110 P_20180703_120647

01-googleDPCM2

Google, il ben noto motore di ricerca, ha mosso i primi passi alla fine del 1997. Proprio come il DPCM 5-12-1997, decreto (certamente un po’ meno noto…) che definisce i requisiti acustici degli edifici e che sarà tra i temi del prossimo CONGRESSO ANIT. Negli ultimi 20 anni però Google si è costantemente rinnovato ed ha cambiato il mondo; la legislazione di acustica edilizia invece sembra essersi fermata agli anni ’90, anche se il nostro “ambiente acustico quotidiano” si è radicalmente modificato e sono passati 4 Presidenti della Repubblica e 11 Presidenti del Consiglio.

02-google

DPCM2

In realtà sono accadute un bel po’ di cose. In due decenni sono stati pubblicati almeno 8 documenti ministeriali di chiarimento sul Decreto, 9 Regioni hanno definito nella propria legislazione come si applicano i requisiti del DPCM e molti regolamenti edilizi comunali hanno introdotto il tema dell’acustica edilizia.

04-google

DPCM2

Inoltre c’è stata una importante evoluzione per la normativa tecnica di riferimento. Sono state più volte aggiornate le norme UNI per misure in opera e calcoli previsionali, sono stati pubblicati nuovi documenti per la “corretta posa acustica” dei sistemi costruttivi e, a luglio 2010, la UNI 11367 ha introdotto anche nel nostro Paese il tema della Classificazione acustica delle unità immobiliari, richiamata negli appalti pubblici dal recente “Decreto CAM” sui Criteri ambientali minimi.

06-google

DPCM2

Cosa succederà nel prossimo futuro?
Non è dato sapere se verrà proposto un nuovo decreto sull’acustica edilizia. Gli ultimi due tentativi del 2010 e 2016 non sono andati a buon fine. Al momento però risultano in revisione molte norme: la UNI TR 11175 per i calcoli previsionali, la UNI 11532 sulle caratteristiche acustiche interne degli ambienti confinati, le norme che trattano l’incertezza di misura. Infine, visto che molto probabilmente verrà pubblicata una nuova norma internazionale sulla classificazione acustica, è in previsione l’aggiornamento della UNI 11367.

07-google

DPCM2

A breve ci saranno quindi un bel po’ di novità da analizzare. Per questo stiamo organizzando una specifica sessione sul tema dell’acustica edilizia al prossimo CONGRESSO ANIT in programma il prossimo 29 novembre a Milano.
Di seguito alcuni link per approfondire i temi dell’articolo.
Un’ultima curiosità: se cercate “DPCM 5-12-1997” su Google, molto probabilmente il primo risultato sarà la pagina del sito ANIT dedicata al Decreto.


PER APPROFONDIRE:

Partecipa al CONGRESSO ANIT

Consulta il DPCM 5-12-1997 e tutte le circolari di chiarimento

Scarica la GUIDA ANIT su CAM e ACUSTICA

E’ ufficialmente on-line il programma dei lavori del V° Congresso Nazionale ANIT che si terrà il prossimo 29 novembre, a Milano. I relatori invitati a partecipare a questa quinta edizione sono esperti e referenti istituzionali di efficienza energetica, materiali e acustica in edilizia. Saranno presenti, per parlare di efficienza energetica, i referenti di: Ministero dello Sviluppo economico, Regione Lombardia, Comune di Milano, Agenzia delle Entrate, ENEA e CTI.
Nella sessione “Materiali e sostenibilità” saranno presenti: ITC-CNR, CEN, Federchimica, Coordinatore Norma UNI 11532 sulla posa cappotti.
Nella sessione dedicata all’acustica in edilizia interverranno: Federlegno, Coordinatore Norma UNI 11532, Università di Bologna, ITC- CNR, Università di Padova e Ministero dell’Ambiente.
Nella sessione dedicata al comfort estivo interverranno il Politecnico di Torino e il Politecnico di Milano.
Inoltre sarà presente lo staff ANIT, oltre al Presidente, il Vice Presidente e il Direttore tecnico, per moderare e coordinare la giornata. L’invito è stato esteso anche alla stampa tecnica che sarà presente con alcuni referenti di testate e portali specializzati nel settore.

Vai al Programma

Isolare e contabilizzare per il risparmio energetico ed economico. Ne parliamo giovedì 28/06 a Bergamo. Il tema della contabilizzazione e suddivisione delle spese per il riscaldamento degli edifici è infatti caratterizzato da un’elevata complessità dovuta alle progressive modifiche legislative, all’articolata norma UNI 10200 e al processo decisionale che coinvolge differenti soggetti con interessi, logiche, linguaggi e riferimenti legislativi differenti (condomini, amministratori, professionisti, ecc..).

Isolare termicamente = riduzione dei consumi?
Un argomento di facile comprensione è che gli interventi di isolamento termico degli edifici comportano una riduzione delle dispersioni energetiche e quindi dei consumi. Gli obblighi legati alla termoregolazione e alla contabilizzazione portano a valorizzare la riduzione delle dispersioni dell’edificio e delle singole unità abitative anche in termini economici. E’ importante quindi scegliere tecnologie di isolamento termico che siano efficaci: prodotti in commercio con schede tecniche e dichiarazioni in accordo con le regole europee e corretta posa dei sistemi di isolamento termico. Parallelo al beneficio economico è sempre presente anche il beneficio di comfort: gli interventi di isolamento termico innalzano la temperatura superficiale interna delle strutture portando ad una migliore percezione del comfort durante la stagione di riscaldamento.

Contesto legislativo
Gli interventi di isolamento termico degli edifici, se è presente la contabilizzazione, la termoregolazione e la suddivisione delle spese, comportano dei benefici economici. Per potere realizzare gli interventi è opportuno conoscere la legislazione di riferimento: il DM requisiti minimi del 2015 e i vari recepimenti regionali indicano i limiti di legge: trasmittanze limite U, coefficienti globali di scambio H’T , verifiche igrotermiche. Le legislazione dedicata all’efficienza energetica indica i limiti se si interviene, ma il DLgs 102 integrato dal DLgs 141 è in vigore anche per gli edifici non oggetto di interventi. E’ bene quindi separare i due aspetti e conoscere in modo approfondito il contesto legislativo.

UNI 10200 e UNI TS 11300
Le due norme sono centrali nella comprensione della corretta suddivisione delle spese legate al servizio di riscaldamento. La norma UNI 10200 infatti richiama in molti punti la valutazione analitica del fabbisogno del sistema edificio-impianto: per la valutazione dei millesimi di fabbisogno delle singole unità abitative e anche per la valutazione del consumo involontario.

I temi della contabilizzazione, termoregolazione e suddivisione delle spese sono quindi fortemente legati all’efficacia degli interventi di isolamento termico.

PER CHI VOLESSE APPROFONDIRE

RISERVATO AGLI ASSOCIATI

 

Vieni a scoprilo nella visita tecnica che organizziamo presso i laboratori di EURAC Research a Bolzano e del Fraunhofer IBP a Holzkirchen (vicino a Monaco di Baviera).

Visita tecnica il 28 e 29 giugno
L’evento (in italiano) è una rara occasione per tutti i progettisti e operatori del settore per vedere di persona come sono studiati i fenomeni igrotermici e i materiali da costruzione sia in laboratorio che in opera. L’iniziativa è pensata anche per presentare e confrontare le potenzialità di diversi strumenti di analisi igrotermica come i moduli avanzati di PAN (lambda di progetto e condensa oraria), i software WUFIplus e Wufi2D distribuiti dal Fraunhofer IBP e il motore di calcolo Delphin studiato dall’università di Dresda.

I laboratori di Eurac Research e del Fraunhofer IBP
Il primo giorno è organizzato a Bolzano presso Eurac Research e si parlerà di risanamento energetico di edifici storici e analisi igrotermica assieme a tecnici di laboratorio e ricercatori specializzati.
Il secondo giorno è organizzato in Germania presso l’istituto di fisica tecnica del Fraunhofer e sarà dedicato alla presentazione di alcuni strumentini calcolo, alla visita dei laboratori interni dell’istituto e degli edifici per la ricerca in campo.

Evento per i tecnici “igrotermici”
La visita è pensata per progettisti, tecnici di aziende produttrici di materiali isolanti, DL, CTU, imprese di costruzione e attori del processo edilizio interessati al tema della corretta progettazione igrotermica. Sappiamo bene infatti che nella progettazione di un intervento di riqualificazione spesso ci si scontra con problematiche quali:

  • l’effettiva necessità di prevedere una barriera al vapore,
  • la scelta della caratteristica di traspirabilità dei materiali per un intervento sull’esistente,
  • l’analisi del rischio di formazione di muffa nei ponti termici,
  • l’analisi igrotermica per elementi a contatto col terreno e la correlazione tra valori calcolati e valori riscontrati in opera.

Se vuoi prenotare il tuo posto o semplicemente conoscere altri dettagli:
vai alla pagina del corso “Laboratori di analisi igrotermica”

Informiamo che nella mattinata di lunedì 10 giugno, i nostri tecnici saranno impegnati in un corso di aggiornamento aziendale. Non sarà quindi attivo il servizio di chiarimenti telefonici per i Soci ANIT che riprenderà martedì 11 giugno. Grazie e buon lavoro.

Pronti i primi incarichi ai nuovi ispettori per verificare la conformità degli APE selezionati dal catasto CENED secondo i criteri del Decreto 53/2018.

Facciamo un passo indietro
Da settembre 2007 (data in cui la Regione Lombardia ha introdotto l’obbligo di certificazione energetica in accordo con la prima delibera autonoma DGR VIII/5018) ad oggi risultano registrati sul catasto regionale 2.2 milioni di attestati come indicato sul sito www.cened.it, con un ritmo di circa 200.000 attestati all’anno.
È facile capire che istituire una procedura di controllo su una mole così grande di documenti non è un’operazione banale. Nonostante questo le regole impongono a Infrastrutture Lombarde spa (ente che ha l’incarico di gestire il mondo della certificazione energetica in Lombardia) un controllo di almeno il 2% degli attestati depositati, ovvero circa 4.000 APE ogni anno.

Come avvengono i controlli
Gran parte dei controlli avvengono automaticamente attraverso la registrazione degli attestati stessi. Infatti il passaggio obbligato attraverso il software CENED+2 o software accreditati per la certificazione lombarda risulta essere il primo atto formale di analisi dei dati inseriti dal certificatore energetico. Sebbene ancora oggi l’uso di CENED+2 e il meccanismo dei “warning” e/o “error” automatici susciti qualche perplessità nei certificatori più esperti, è bene ricordare che il monitoraggio non riguarda i risultati del calcolo, ma i dati di input inseriti dall’utente. In altre parole, i dati controllati dal software sono relativi alle informazioni compilate dal certificatore (e quindi di sua totale responsabilità) e non ai risultati riportati sull’attestato finale, come la classe energetica. È il caso ad esempio della superficie netta calpestabile, della potenza degli impianti di generazione o dei dati sugli ausiliari elettrici.

Il ruolo dei nuovi ispettori
Una seconda fase di controllo, che a regime riguarderà circa 1.000 attestati all’anno, è affidata ai nuovi ispettori CENED. Gli ispettori incaricati pro-tempore avranno il compito di analizzare la documentazione caricata in fase di registrazione dell’APE e verificare attraverso un sopralluogo la conformità dei dati utilizzati. Anche in questo caso il controllo riguarderà i parametri previsti dal Decreto 53/2018 inputati dal certificatore e non i risultati elaborati dal software di calcolo.
La selezione degli ispettori è avvenuta negli ultimi mesi attraverso una manifestazione d’interesse, con graduatoria per titolo d’esperienza e superamento di un esame scritto (severo). Ad oggi risultano iscritti come ispettori CENED 16 professionisti suddivisi in 3 aree di competenza territoriale: Area 1 per le province di Milano, Lodi, Pavia e Varese, Area 2 per le province di Bergamo, Brescia, Cremona e Mantova e Area 3 per le province di Como, Monza e Brianza, Lecco e Sondrio.

Come redigere un APE in piena conformità
L’esito di un eventuale controllo si basa su una doppia verifica amministrativa e tecnica. La verifica amministrativa prevede il controllo dei dati catastali, della firma digitale e della modalità di calcolo, mentre quella tecnica prevede accertamenti di tipo “documentale” e “con rilievo”. Ovvero di controlli senza sopralluogo sulla base della scheda catastale, e controlli più rigorosi con rilievo in situ e acquisizione di tutti i parametri contenuti nella Tabella 2 e Tabella 3 del Decreto 53/2018. Qualora lo scostamento tra il dato dichiarato dal certificatore e quello rilevato dall’ispettore rientri nella tolleranza stabilita l’esito dell’accertamento è positivo, in caso contrario l’esito è negativo e viene associato un punteggio di penalità. La funzione di penalità (FP) individua il limite massimo degli errori che è possibile commettere.

PER CHI VUOLE APPROFONDIRE:
Alla luce di quanto detto, riteniamo utile per chi si occupa di certificazione energetica in Lombardia prendere consapevolezza sulle nuove procedure di controllo e documentarsi su temi quali:

  • l’elenco degli errori considerati “gravi”,
  • le tolleranze utilizzate nel calcolo della funzione di penalità (FP),
  • i criteri di selezione degli APE oggetto di accertamento,
  • le procedure da seguire con i propri committenti in caso di monitoraggio di un APE depositato,
  • il regime sanzionatorio nei casi di esisto negativo.

Per chi vuole approfondire questi argomenti con ANIT segnaliamo i nuovi corsi organizzati con un ispettore CENED a SERIATE, BRESCIA, MONZA, VARESE e MILANO:
vai alla pagina con tutti i dettagli

Chi si occupa di progettazione e riqualificazione degli edifici sa che con “Relazione Legge 10” si intende il documento da consegnare in Comune per dimostrare le verifiche sul contenimento dei consumi energetici e delle prestazioni del sistema edificio-impianto.
Il nome è legato alla Legge 10 del 1991 che per prima ha proposto un modello di relazione tecnica per documentare il rispetto dei limiti allora in vigore (ricordiamo ad esempio il FEN fabbisogno energetico normalizzato e il CD coefficiente di dispersione).

Oggi per redigere a regola d’arte una relazione Legge 10 è necessario avere ben chiari 3 aspetti.

Il primo riguarda la collocazione dell’intervento da progettare nel corretto ambito d’applicazione legislativo.

Ovvero il decreto sui requisiti minimi (DM 26/6/15) che disciplina l’argomento, introduce dieci macro-casistiche alle quali il progettista deve riferirsi per identificare il proprio intervento. Per procedere correttamente è necessario quindi conoscere nel dettaglio la descrizione degli ambiti d’applicazione e tutte le FAQ che il Ministero ha pubblicato per far luce sugli aspetti ambigui (ad es. come considerare il cambio di destinazione d’uso o come calcolare la % di superfici disperdente in un appartamento condominiale).

Il secondo aspetto da conoscere riguarda i contenuti della relazione Legge 10 stessa,

ovvero l’individuazione dell’elenco delle verifiche richieste dal legislatore e delle modalità per documentarne il rispetto. La compilazione di tutti i campi del modello di relazione proposto dal Ministero o la compilazione di tutte le schermate di un software di calcolo, spesso non sono condizioni necessarie e sufficienti per adempiere adeguatamente a tale compito.
Se la relazione Legge 10 è lo strumento attraverso il quale il progettista dà una risposta a tutte le verifiche previste, allora è bene essere consapevoli su come presentare i risultati, su come si sviluppano i calcoli e su quali allegati aggiungere per giustificare le scelte.

A titolo d’esempio citiamo la verifica di H’T: per documentare i risultati il progettista deve presentare separatamente le schede delle stratigrafie coinvolte, il calcolo dei ponti termici e il computo geometrico e contestualmente il risultato della media pesata di tali fattori. Operazioni che richiedono sia l’utilizzo di strumenti di calcolo dedicati che di capacità di sintesi delle informazioni.

Il terzo e ultimo aspetto riguarda ciò che ruota attorno al tema della Legge 10.

Per ottimizzare il lavoro è bene sapere fin da subito quali deroghe, scomputi, esclusioni o detrazioni possono riguardare il nostro intervento. Il progettista deve poter valutare la soluzione migliore conoscendo il quadro completo normativo e legislativo.
Ad esempio un intervento che può accedere alle detrazioni del 65% offre opportunità differenti da un intervento che invece non può accedervi. Con conseguenze che coinvolgono risultati e ragionamenti da inserire nella relazione Legge 10.

Crediamo che capire come redigere la “Relazione Legge 10” sia un tema importante sebbene si presti a numerose critiche. Questo vale non solo da un punto di vista formale, per adempiere in modo corretto alla legge, ma soprattutto dal punto di vista della qualità della progettazione su temi quali il risparmio energetico e il benessere abitativo.

PER CHI VUOLE APPROFONDIRE:

ANIT mette a disposizione diversi strumenti pensati per il mondo professionale
Di seguito ti segnaliamo i principali:

Per chiarimenti e informazioni: tel. 02-89415126, info@anit.it

Anche ANIT ha aggiornato la sua informativa sulla Privacy in accordo con il nuovo Regolamento europeo sul trattamento dei dati personali GDPR 2016/679. Invitiamo tutti i nostri utenti a prenderne visione!
Vai all’informativa

Di seguito una selezione dei corsi di formazione ANIT delle prossime settimane.

EFFICIENZA ENERGETICA
La conformità dell’APE e il sistema dei controlli  (6 ore)
Como, 5 Giugno
Varese, 7 Giugno
Milano, 14 Giugno
Iscriviti

Il calcolo del fabbisogno energetico degli edifici (4 ore)
Pavia, 18 Maggio
Firenze, 5 Giugno
Reggio Emilia, 5 Giugno
Iscriviti

ACUSTICA
Progettazione acustica (4 ore)
Bologna, 24 Maggio
Genova, 25 Maggio
Firenze, 14 Giugno
Iscriviti

Tecnico competente in acustica TCA (180 ore)
Milano, 12 Giugno
Iscriviti

IMPIANTI E GESTIONE DELL’ENERGIA
Capire l’analisi impiantistica (8 ore)
Firenze, 25 Maggio
Rimini, 5 Giugno
Iscriviti

Preparazione all’esame per EGE (32 ore)
Monza,  19 giugno
Iscriviti

Vai al calendario completo di tutti i corsi ANIT 2018

E’ prevista a giugno 2018, a Milano, la seconda edizione del corso ANIT abilitante per Tecnici Competenti in Acustica (TCA) da 180 ore. Il corso è stato riconosciuto dalla Regione Lombardia con Decreto del 19/03/2018, n. 3791 e prevede il riconoscimento di 20 CFP per gli Architetti, 83 CFP per i Periti Industriali e 136 CFP per gli Ingegneri (in fase di accreditamento). E’ in corso la richiesta per i Geometri.
Il percorso didattico si sviluppa attraverso i moduli formativi previsti dalla legge e si conclude con un esame riconosciuto a livello nazionale. Coloro che supereranno con esito positivo l’esame finale, potranno presentare domanda per essere inseriti nell’elenco nazionale dei TCA.

Vai al Programma

È disponibile il calendario dei corsi di maggio.
Per iscriversi a un evento in programma è sufficiente compilare la scheda di registrazione dedicata. Al raggiungimento del numero minimo di interessati, sarà nostra cura contattarti per informarti dell’attivazione del corso. Di seguito l’elenco dei corsi in primo piano.

  • Il calcolo del fabbisogno energetico degli edifici – incontri da 4 ore a Como, Milano, Venezia Mestre, Gorizia, Pavia e Firenze
  • Come preparare la Legge 10 e approfondimenti sugli impianti – incontri da 8 e 24 ore a Bari, Milano, Bologna, Firenze, Rimini e Padova
  • Progettazione acustica con le nuove norme UNI EN ISO 12354 – incontri da 4 ore a Udine, Bologna, Genova
  • Analisi igrotermica e risanamento energetico – approfondimenti tecnici di 4, 16 e 24 ore a Milano, Torino, Varese e Parma
  • Simulazione dinamica degli edifici con EnergyPlus – corso completo di 64 ore a Bologna
  • Preparazione all’esame per EGE settore civile – corso di 32 ore a Brescia

Guarda il calendario completo

Il primo corso ANIT (da 180 ore) per Tecnici Competenti in Acustica (TCA) – secondo il DLgs 42/2017 – è in partenza il prossimo 6 aprile 2018 a Milano (posti esauriti).
Il corso è stato riconosciuto dalla Regione Lombardia con Decreto del 19/03/2018, n. 3791.
Iscriviti alla prossima edizione di giugno 2018

È disponibile il calendario dei prossimi corsi a Catania, Pescara, Alessandria, Roma, Lucca, Bologna, Brescia, Milano e molte altre località…

In primo piano:

  • Analisi energetica degli edifici – approfondimento tecnico sul calcolo del comportamento invernale ed estivo dell’involucro edilizio per pesare le scelte progettuali in accordo con leggi e norme in vigore.
  • Progettazione acustica – corso per progettisti interessati alle novità introdotte dalle norme UNI EN ISO 12354  sulle valutazioni delle prestazioni acustiche di edifici.
  • Guida al Cened+ – occasione di confronto con i nostri esperti per acquisire o confermare un metodo collaudato per utilizzare a regola d’arte il software per la certificazione energetica in Lombardia.
  • Termografia in edilizia – corso abilitante alla qualifica di operatore termografico di 2° livello, l’iniziativa è aperta a tutti gli interessati anche alle prime armi.
  • Diagnosi energetica e igrotermica – incontri dedicati all’analisi e alle indagini strumentali di edifici esistenti per un risanamento energetico e igrotermico.

Per iscriversi: vai al calendario completo
È sufficiente compilare la scheda di registrazione del corso per segnalare il proprio interesse. Al raggiungimento del numero minimo di interessati, sarà nostra cura contattarti per segnalare l’attivazione del corso.

Il 6 marzo 1984 si costituiva a Milano, in piazza S. Fedele 2, l’Associazione Nazionale per l’Isolamento Termico e acustico. Tanta strada è stata fatta da allora e tanta ancora si farà! 😉 Buon lavoro a tutti.

ANIT conferma la sua autorevolezza e rappresentatività sul mercato anche grazie ai nuovi importanti ingressi in associazione da parte di cinque Aziende del settore.
Diamo il benvenuto in ANIT a: BRIANZA PLASTICA, LAPI, POLITOP, STIFERITE e UNICALCE.
Le aziende associate ANIT sono ad oggi 89 e comprendono produttori di isolanti, di sistemi costruttivi, sistemi a secco, impermeabilizzazioni, isolamento riflettente, isolamento degli impianti, sistemi per la ventilazione, sistemi trasparenti, strumentazione, laboratori di prova e associazioni di categoria.
Lo scopo dell’Associazione ANIT – il prossimo 6 marzo attiva in Italia da ben 34 anni – è quello di diffondere e promuovere l’utilizzo e lo sviluppo dell’isolamento termico e acustico nell’edilizia e nell’industria, nonché contribuire al suo progresso tecnologico e applicativo.
Requisito fondamentale per ogni associato è la condivisione degli scopi e delle considerazioni tecniche e scientifiche che l’Associazione divulga e diffonde.
Tutti gli associati ANIT s’impegnano a promuovere l’impiego di tecnologie e applicazioni tecnicamente corrette e a divulgare sul mercato e nella professione, solo informazioni scientificamente valide in coerenza con la normativa vigente.

Consulta l’elenco completo delle Aziende ANIT
Scarica il Poster Aziende ANIT 2018

Sei mai venuto a un corso ANIT?
Alla pagina corsi trovi tutti i titoli in calendario suddivisi per categoria e località.
Le 5 categorie sono: Efficienza energetica, Acustica, Impianti, Igrotermia e Altro.

Le proposte:
I corsi abbracciano diversi argomenti attraverso format brevi di 4 ore oppure corsi approfonditi organizzati su una o più giornate. Al link sottostante trovi l’elenco completo con il dettaglio su contenuti, CFP e costi.

Dove sono previsti i prossimi corsi:
Il calendario di marzo prevede corsi a Milano, Padova, Seriate (BG), Aosta, Pavia, Udine, Perugia, Catania, Genova, Bari, Lucca e Monza.

Guarda il calendario completo

ANIT ripropone anche quest’anno oltre 30 date di convegni itineranti per i professionisti in tutta Italia. Le proposte sono quest’anno differenziate su più temi – sempre con la collaborazione tecnica delle Aziende associate – per approfondire il più possibile i requisiti legislativi e tecnologici richiesti nella professione.
Scopri di più

È disponibile il calendario dei prossimi corsi.
Tra questi segnaliamo i corsi in programma a breve a:
Brescia: corso abilitante in termografia in edilizia: 1° e 2° livello insieme
Firenze e Milano: il risanamento energetico di edifici esistenti
Udine: guida completa per preparare la relazione tecnica Legge 10
Seriate (BG): aggiornamento sul progetto dei requisiti acustici passivi
Padova: corso avanzato sulla migrazione del vapore in regime dinamico

Altri corsi in arrivo:
Abbiamo in programma corsi anche ad Aosta, Perugia, Catania, Genova, Bari, Lucca, Monza, Bologna, Pescara, Alessandria, Rimini, Roma, Gorizia, Salerno, Torino, ecc.

Guarda il calendario completo

I software ANIT permettono di calcolare tutti gli aspetti dell’efficienza energetica e del comfort acustico degli edifici.
Tutti gli interessati possono scaricare una versione a tempo dei software e provarla liberamente per 30 giorni. Dopodiché per continuare ad utilizzare i software per altri 12 mesi è sufficiente diventare Socio ANIT al costo di 95€+IVA.

I software ANIT sono:

  • Completi, rigorosi e aggiornati. I software traducono in modo rigoroso i contenuti delle norme tecniche per stampare relazioni tecniche chiare e complete.
  • Facilmente utilizzabili in abbinamento ad altri software. I software possono essere visti anche come strumenti integrativi (ad esempio per il calcolo agli elementi finiti dei ponti termici) da abbinare ad altri software commerciali.
  • Arricchibili con database aziendali già pronti. Dal sito ANIT è possibile scaricare banche dati gratuite aziendali per integrare materiali e soluzioni tecniche a quelle già incluse nei software.

Vai alla pagina dei software e scarica la versione 30 giorni >>LINK
Diventa Socio ANIT per utilizzare tutti i software per 12 mesi i software e la nostra assistenza tecnica >>LINK

Al via la fiera di Bolzano
La fiera Klimahouse è l’occasione per aggiornarsi sulle tecnologie per l’isolamento tecnico e acustico. La fiera è organizzata a Bolzano dal 24 al 27 gennaio 2018.

5 motivi per venirci a trovare
Abbiamo pensato a 5 motivi per arricchire la tua esperienza in fiera.
Eventi, speed date tecnico, miniGuida2018, ecc.
Scarica il .pdf di tutte le iniziative ANIT in fiera.

Ecco 5 motivi per venirci a trovare in fiera

ANIT pubblica la versione del software ECHO, per il calcolo dei requisiti acustici passivi e la verifica dei limiti del DPCM 5-12-1997, aggiornato alle recenti norme UNI EN ISO 12354:2017

Tra le novità introdotte:
– Il calcolo della prestazione acustica dei sistemi di isolamento a cappotto
– L’analisi del livello di calpestio per ambienti affiancati in orizzontale
– La valutazione della prestazione di isolamento ai rumori aerei per edifici leggeri

ECHO 8.0 è compreso nella Quota Soci ANIT

[button link=”http://www.anit.it/echo/”]PROVA ECHO 8.0[/button]

Al via la fiera Klimahouse di Bolzano in programma dal 24 al 27 gennaio 2018.
ANIT sarà presente
in fiera con un ricco calendario di eventi, un’area espositiva di 882mq, una mostra tecnologica e uno stand con i nostri esperti.
Klimahouse è la fiera per l’efficienza energetica in edilizia e ANIT sarà allo stand B06/08 in cui sarà presente con i propri tecnici e con la mostra delle tecnologie delle aziende associate presenti nell’Area ANIT.
Scopri gli eventi e gli espositori dell’Area ANIT 2018

È il momento giusto per iscriversi, ti segnaliamo i prossimi corsi in programma:

  • il corso sul fabbisogno energetico degli edifici a Torino, Lucca e Trento;
  • il corso sul bilancio energetico dell’involucro a Seriate (BG);
  • il corso sull’isolamento acustico degli edifici a Rimini;
  • e il primo corso per Tecnico Competente in Acustica (TCA) a Milano a partire da febbraio 2018.

Guarda il calendario completo

ANIT partecipa anche nel 2018 alla Fiera Klimahouse dedicata all’efficienza energetica e all’edilizia sostenibile.
L’Associazione sarà presente a Bolzano da mercoledì 24 a sabato 27 gennaio 2018 (presso lo stand B06/08) con i propri tecnici e con la mostra delle tecnologie delle aziende associate presenti nell’Area ANIT.
Sono 884 i mq di area curata da ANIT e dedicata alle eccellenze della tecnologia per l’isolamento termico e acustico degli edifici. Espongono quest’anno nell’AREA ANIT: Aerauliqa, Bampi, Climacell, De Faveri, Ecosism, Ediltec, Fermacell, Finstral, Fischer, Fortlan-DiBi, Isosystem, Isotex, ITW, Mapei, Over-All, Soprema, Tecnosugheri, Testo e Ytong. Presso lo stand dell’Associazione sarà possibile confrontarsi con gli esperti ANIT per tutta la durata della manifestazione e ritirare una copia del Volume “Prestazioni estive degli edifici” (ed. 2017) al prezzo scontato di 20 €.
Infine ANIT organizza cinque eventi speciali per i professionisti. Vai agli eventi

Quanto conosci veramente la normativa tecnica in vigore?
Hai mai pensato di diventare socio ANIT?

Conoscenza tecnica:
se sei interessato ad approfondire le tue conoscenze in materia di calcolo del fabbisogno energetico degli edifici, certificazione energetica e buone prassi per l’isolamento acustico, ti segnaliamo i nostri corsi in programma a breve a Seriate, Torino, Monza, Como, Lucca, Chieti, La Spezia, Rimini e Trento. Si tratta di corsi brevi (4 o 6 ore) per approfondire ed esemplificare l’applicazione della normativa tecnica.

Vuoi diventare Socio ANIT? 
Se sei interessato ai servizi offerti da ANIT (chiarimenti al telefono, guide tecniche, software, sconti, ecc.) puoi diventare Socio e godere fin da subito degli sconti per partecipare i nostri corsi.
Vai alla pagina corsi e prenota il tuo posto.

Tra le iniziative in calendario segnaliamo i due corsi sulla norma ISO 12354 per il progetto dei requisiti acustici passivi in programma a Padova e Concorezzo (MB) e gli incontri da 4 ore dedicati al calcolo del fabbisogno energetico degli edifici ( con promozione speciale per diventare socio ANIT).
I prossimi corsi sono in programma anche a Bari, Pordenone, Belluno, Milano, Vicenza, Torino, Sondrio, Bergamo, ecc.

Dal link sottostante accedi al calendario completo con tutti i dettagli.
Se trovi un corso che ti piace, registrati e prenota il tuo posto.

Vai alla pagina corsi

Quando si affronta un intervento di ristrutturazione è sempre opportuno considerare la possibilità di migliorare le prestazioni di isolamento acustico dell’immobile. Infatti, a prescindere dall’esistenza o meno di specifici limiti di legge, un incremento dei requisiti acustici passivi determina migliore comfort abitativo e un aumento del valore commerciale dell’edificio. Se si considera inoltre che gli interventi di ristrutturazione vengono effettuati raramente, è più che opportuno “cogliere l’occasione” per migliorare le caratteristiche acustiche dell’abitazione.

In aggiunta a questo occorre però ricordare che vari documenti impongono anche valori minimi da rispettare. I limiti di legge per l’acustica edilizia sono definiti dal ben noto DPCM 5-12-1997, e varie circolari ministeriali (scaricabili a questo link) indicano che è necessario rispettare le prescrizioni del decreto anche in caso di riqualificazione. A queste si aggiungono le indicazioni riportate in specifiche leggi regionali e in molti regolamenti edilizi comunali. Inoltre il recente Decreto 11 gennaio 2017 sui Criteri ambientali minimi (CAM) individua nuovi obblighi anche per le gare d’appalto per la ristrutturazione o manutenzione di edifici pubblici.

Ma quali sistemi si possono utilizzare per riqualificare acusticamente gli edifici esistenti?
Esistono sul mercato varie soluzioni tecnologiche e la scelta del prodotto più adeguato per il proprio intervento dipende da vari fattori.

In primo luogo occorre considerare che la presenza di elementi acusticamente deboli (ponti acustici) può ridurre drasticamente l’efficacia di alcuni interventi.  Si consideri ad esempio la necessità di dover incrementare l’isolamento acustico rispetto ai rumori esterni. Se si interviene solo sulle pareti e si trascurano serramenti caratterizzati da prestazioni molto scadenti, l’intervento può risultare poco efficace o nullo dal punto di vista acustico. Similmente un intervento di fonoisolamento su una parete divisoria tra unità immobiliari può risultare poco significativo se le pignatte del solaio in laterocemento mettono in comunicazione ambiente emittente e ricevente.

controparete

Inoltre non bisogna dimenticare che alcuni interventi di ristrutturazione possono anche peggiorare le prestazioni acustiche dell’immobile. Ad esempio:

  • L’asportazione della pavimentazione e dello strato di supporto e la sostituzione con piastrelle posate su un nuovo massetto, può comportare il peggioramento del livello di rumore da calpestio nell’appartamento sottostante.
  • Se si ristruttura un bagno e si installano nuovi impianti (ad es. una nuova vasca idromassaggio), è concretamente possibile che verrà aumentato il livello di rumore da impianto nelle vicine unità immobiliari.
  • Alcune tipologie di contropareti possono peggiorare la prestazione fonoisolante delle partizioni su cui vengono applicate

In generale quindi, prima di intervenire su un edificio esistente, si raccomanda di:

  • definire quale “obiettivo di isolamento” si vuole raggiungere (Rispetto di limiti di legge? Prescrizioni del committente?)
  • realizzare una “diagnosi acustica“, mediante calcoli previsionali e/o misure in opera (a questo link le norme di riferimento), per valutare quali sono le prestazioni acustiche “ante operam”, l’entità dei vari percorsi di rumore e la presenza di eventuali “ponti acustici”.

In questo modo sarà possibile definire quali sono gli elementi deboli che richiedono priorità di intervento e individuare le soluzioni da proporre.

[fourcol_one]Guida acustica ristrutturazioni - Copertina[/fourcol_one] [fourcol_three_last]

Per approfondire questi temi ANIT ha realizzato per i propri soci la nuova guida ACUSTICA E RISTRUTTURAZIONI.

Il documento analizza i limiti di legge in vigore e gli accorgimenti da seguire durante la diagnosi acustica. Inoltre riporta 18 schede sulle possibili soluzioni tecnologiche da utilizzare.

[/fourcol_three_last]

[button link=”/pubblicazione/guida-anit-acustica-ristrutturazioni”]SCOPRI LA GUIDA[/button]

Con largo anticipo rispetto alla stagione estiva 2018, ANIT ha redatto la nuova edizione del Volume su “Le prestazioni estive degli edifici” per aiutare i professionisti nello studio del controllo del fabbisogno di raffrescamento e del comfort estivo. Il libro cartaceo è disponibile dai primi di novembre 2017 e acquistabile on line al link: http://www.anit.it/prodotto/libri/vol-5-prestazioni-estive-degli-edifici/. E’ previsto uno sconto per i Soci ANIT.

Nel 2017 è nato il Gruppo di lavoro (GdL) ANIT XPS con lo scopo di analizzare, studiare, approfondire e spiegare tutte le caratteristiche del polistirene espanso estruso. I materiali isolanti spesso vengono utilizzati nella maniera errata proprio per una mancata conoscenza da parte del professionista delle proprietà e peculiaretà.
Del gruppo fanno parte le Aziende associate ANIT Ediltec, Soprema e Ursa, che con i loro esperti sono al lavoro per rispondere a tutte le domande su questo materiale.
ANIT è lieta di presentare la prima guida creata dalle Aziende in collaborazione con l’Associazione per fare conoscere il materiale e le sue applicazioni.
Nei prossimi mesi il GdL XPS presenterà un secondo Manuale sul tema dei ponti termici controterra.
L’approfondimento è scaricabile al seguente Link.

Indagini termografiche per il settore civile e industriale

1 L’indagine termografica è definita come una “prova non distruttiva”
Il personale addetto alle prove non distruttive può acquisire un’abilitazione ufficiale, spendibile all’interno della Comunità Europea, in accordo con la norma UNI EN ISO 9712.

2 Esistono 3 livelli di qualificazione del personale
Un operatore di 1° livello è qualificato a effettuare correttamente l’indagine termografica, un operatore di 2° livello oltre a effettuare l’indagine è qualificato a commentare i dati rilevati, un operatore di 3° livello può svolgere attività di docenza nei corsi di formazione sulle PND.

3 Sono codificate 6 procedure di indagine termografica
Le procedure possono essere di tipo quantitativo, comparativo e qualitativo abbinate a tecniche di sollecitazione attiva o passiva. Un buon operatore termografico sceglie la procedura migliore in base al proprio obiettivo.

4 La norma descrive un metodo “per avere successo”
La norma sulle prove termografiche UNI EN 16714-1 pubblicata nel 2016 prevede una capitolo “per avere successo”. Un buon operatore termografico non può che seguire queste indicazioni…

5 ANIT organizza corsi completi per l’abilitazione di 2° livello
I corsi attualmente in calendario sono in programma a Milano, Torino e Roma. Scopri tutti i dettagli dal link sottostante.

Vai alla pagina dei corsi abilitanti al 2°livello in programma Milano, Torino e Roma

ANIT pubblica un nuovo Manuale  tecnico per descrivere come è possibile ridurre i rumori da calpestio con i pavimenti resilienti in PVC.

Il documento analizza i limiti di legge in vigore e le soluzioni tecnologiche presenti sul mercato.
Nell’ultimo capitolo sono riportati i risultati di misure fonometriche comparative su vari prodotti.

Il Manuale è stato realizzato in collaborazione con l’azienda associata Gerflor e può essere scaricato A QUESTO LINK

Mettiamo al centro le scelte progettuali
I corsi sono dedicati a chi vuole governare in modo consapevole le scelte progettuali rispetto alle ricadute energetiche, igrotermiche e acustiche. I corsi hanno un taglio pratico e sono accompagnati da esercitazioni operative.

Obiettivo: analizzare e semplificare
La progettazione di un edificio nuovo o la riqualificazione di un edificio esistente passa attraverso l’analisi approfondita del sistema edificio-impianto. Vista la complessità dell’argomento, è facile (anche per un esperto) non ricordare i contenuti normativi, oppure affidarsi ciecamente ai risultati estrapolati dal software di calcolo. Un corso ANIT è l’occasione per un confronto con i nostri esperti.

Corsi itineranti
Legge 10, requisiti acustici passivi, termografia, Energy Plus, igrotermia dinamica…
I corsi sono in programma in molte località da Aosta a Bari e da Genova a Udine.
Consulta l’elenco dei corsi in calendario e scarica la locandina con tutti i dettagli

Vai al calendario completo dei corsi autunnali

VIDEO guarda il video che approfondisce il tema.
IRIS 4.1 prova il software già predisposto per la ponderazione dei coefficienti lineari dei ponti termici.

Il calcolo dei coefficienti lineari dei ponti termici è necessario ai fini delle valutazioni energetiche in accordo con UNI TS 11300-1 per la redazione di legge 10, APE e diagnosi energetiche.

La normativa consente di ripartire il coefficiente lineare di una percentuale del 50% nei casi di interventi su singola zona termica a contatto con altra zona termica, ma se si compiono valutazioni in accordo con UNI EN 10211 questa percentuale può positivamente diminuire.

Affrontare la ponderazione dei ponti termici vuol dire stabilire se l’oggetto di studio è una superficie o se è una zona termica. Successivamente, individuando i ponti termici di confine, è necessario stabilire se riguardano solo l’oggetto di studio o se riguardano altri aspetti.

La norma UNI TS 11300-1, correttamente, prevede al paragrafo 11.1.3 dedicato ai ponti termici, di valutare i coefficienti lineari ѱ e viene indicata la via da seguire nel caso di ponti termici appartenenti a zone termiche differenti: “Nel caso in cui il ponte termico si riferisca ad un giunto tra due strutture che coinvolgono due zone termiche diverse, il valore di trasmittanza termica lineare, dedotto dalla UNI EN ISO 14683, deve essere ripartito in parti uguali tra le due zone interessate.” Questa via è corretta se il nodo è simmetrico rispetto ad un asse di taglio posto tra le due zone termiche; nel caso non vi sia simmetria, caso molto frequente in molti degli interventi di isolamento termico sugli edifici esistenti, è presente una nota che dice “Nel caso in cui si effettui il calcolo analitico del ponte termico in base alla UN EN ISO 10211, anche la suddivisione dei flussi lineari attribuiti alle due zone termiche può derivare da calcolo analitico”.

In quali casi è utile procedere con una ponderazione migliore del 50% e come si realizzano i calcolo?
Per approfondire nel dettaglio il tema ANIT propone CORSI FORMATIVI per i professionisti del settore.
I Soci inoltre possono confrontarsi con lo Staff ANIT, su problematiche pratiche di applicazione, utilizzando il servizio di CHIARIMENTO TECNICO e usando il software IRIS compreso nella quota annuale di 95€ + iva.

 

22 Convegni gratuiti
Riparte il tour dei convegni ANIT con due proposte: “Progettare la riqualificazione dell’involucro” e “Comfort e sicurezza in edilizia (efficienza e antisismica).
I convegni sono in programma nelle seguenti città:
Aosta, Bari, Bassano del Grappa (VI), Belluno, Benevento, Borgaro Torinese (TO), Brescia, Ferentino (FR), Francavilla al Mare  (CH), L’Aquila, La Spezia, Lucca, Napoli, Parma, Pesaro, Roma, Seriate (BG), Sondrio, Termoli, Viterbo

70 Corsi per professionisti
Pubblicato il calendario dei prossimi corsi
con numerose proposte. Le iniziative spaziano da brevi corsi d’aggiornamento tecnico a titoli con programmi articolati su più giornate.
I corsi sono in programma a:
Aosta, Bari, Belluno, Bologna, Borgomanero (NO), Brescia, Carate Brianza (MB), Chieti, Como , Frosinone, Genova, Ivrea (TO), La Spezia, Legnano (MI), Lucca, Milano, Monza, Padova, Parma, Pordenone, Reggio Emilia, Rimini, Roma, Seriate (BG), Sondrio, Torino, Trento, Udine, Vicenza, Vimercate (MB), Viterbo

Riparte la stagione, prenota il tuo posto!
>> vai alla pagina dei Convegni
>> vai alla pagina dei Corsi

Abbiamo messo in programma più di 60 nuovi corsi con molti titoli inediti.
Consulta l’elenco dal link sottostante e pianifica per tempo il tuo percorso con ANIT
Ogni evento è accompagnato da una locandina dettagliata e da una scheda di registrazione per consentirti di valutare e prenotare il corso che fa per te.
Se sei interessato a proporre un corso ANIT presso il tuo Ordine o Collegio scrivi a corsi@anit.it

I corsi sono in programma a:
Aosta, Bari, Bassano, Belluno, Bologna, Borgomanero, Brescia, Carate, Chieti, Como, Frosinone, Genova, Ivrea, La Spezia, Legnano, Lucca, Milano, Monza, Padova, Parma, Pesaro, Pordenone, Reggio Emilia, Rimini, Roma, Seriate, Sondrio, Torino, Trento, Udine, Vimercate, Viterbo.

Vai all’elenco dei corsi

 

Chi è il TCA?
Il Tecnico Competente in Acustica (TCA) è la figura professionale qualificata per la redazione di valutazioni di clima e impatto acustico, la determinazione dei requisiti acustici passivi degli edifici, la classificazione acustica dei Comuni e, in generale, l’esecuzione di misure fonometriche.
Il DLgs 42/2017, in vigore da aprile 2017, ha introdotto nuovi percorsi per diventare TCA. Tra le opzioni è stata istituita la possibilità di iscriversi all’elenco nazionale dei tecnici dopo aver partecipato a un corso di 180 ore e superato l’esame finale.

Quando inizia il corso ANIT?
Riteniamo opportuno non iniziare il corso per TCA fintanto che tutte le procedure di riconoscimento nazionali e regionali non verranno chiarite.
Non c’è garanzia che un corso avviato senza autorizzazione possa essere riconosciuto a posteriori, col rischio di far perdere tempo e denaro ai partecipanti.
Attualmente infatti le procedure di verifica non sono state definite e non si hanno informazioni in merito al tavolo tecnico nazionale di coordinamento con le regioni.

Sei interessato?
Ragionevolmente i suddetti aspetti verranno chiariti entro la fine del 2017 e il primo corso ANIT accreditato potrà iniziare a gennaio 2018. Invitiamo quindi tutti gli interessati a registrarsi al link che segue per ricevere maggiori informazioni non appena disponibili.

Vai al corso per TCA
Vai al documento di approfondimento

Comunichiamo che i ns uffici saranno chiusi la settimana dal 14 al 18 agosto.
Buone vacanze a tutti!

Il software LETO 4 ha ricevuto la garanzia di conformità da parte del Comitato Termotecnico Italiano CTI con il numero di certificazione 80. Il protocollo o la garanzia sono necessarie per l’utilizzo del software ai fini della redazione della relazione ex Legge 10 e ai fini della produzione degli attestati di prestazione energetica (e di qualificazione). Il software inoltre, esporta il formato .xml v5 e v12 impiegabile nei catasti regionali aggiornati per la certificazione energetica.

LETO 4 è compreso nella quota associativa ANIT e dialoga con i software PAN, IRIS e APOLLO. Il software è disponibile in versione gratuita per 30 giorni oppure è utilizzabile per 12 mesi dai soci ANIT.

Scarica il software LETO 4 (versione gratuita per 30 giorni)

Ultimi giorni per registrarsi al workshop in programma a Milano il 20 e 21 luglio. L’evento è pensato come laboratorio d’apprendimento pratico: i partecipanti si cimenteranno nell’analisi di un caso reale lavorando in autonomia o in piccoli gruppi. I dati di partenza saranno forniti dai relatori e rispecchieranno le condizioni tipiche per una simulazione energetica dinamica.

Il corso è pensato come aggiornamento pratico per chi ha già seguito il corso ANIT di simulazione dinamica con EnergyPlus o in generale per chi ha dimestichezza col software EnergyPlus. Per chi affronta per la prima volta l’uso del software EnergyPlus, è più indicato il corso completo in programma ad ottobre (>>link).

Ultimi giorni per registrarsi
Tutte le informazioni sul corso e la scheda di registrazione sono disponibili al link sottostante. I posti sono limitati (max 18 persone).
Vai alla pagina “Workshop di simulazione energetica con EnergyPlus”

Sono state pubblicate le FAQ 2017 del MISE di chiarimento per l’applicazione delle disposizioni del DLgs 102 e del DLgs 141. I temi rilevanti riguardano:

  • proposta di calcolo per valutare le differenza di fabbisogno del 50%;
  • approfondimenti sulle modalità di calcolo della relazione tecnica motivare eventuali deroghe;
  • integrazione definizione dell’edificio polifunzionale.

Per tutti i Soci ANIT è disponibile la versione aggiornata della “Guida alla contabilizzazione e termoregolazione degli edifici”.

Scarica il testo delle FAQ
Scarica la Guida ANIT

Vieni a trovarci in uno dei prossimo corsi in programma prima della pausa estiva. Sarà l’occasione per un approfondimento tecnico con i nostri esperti. E per chi non è socio anche l’occasione per conoscere i servizi dedicati al mondo professionale.

I prossimi corsi sono in programma a:
UdineIl calcolo del fabbisogno energetico
TrevisoIl calcolo del fabbisogno energetico
BergamoAcustica nelle ristrutturazioni
MilanoIsolamento acustico degli edifici
CagliariAggiornamento sulle norme UNI/TS 11300
CuneoIl calcolo del fabbisogno energetico
PescaraIl calcolo del fabbisogno energetico
ComoGuida al Cened+2
AscoliIl calcolo del fabbisogno energetico
GenovaAggiornamento sulle norme UNI/TS 11300

E’ da oggi disponibile un nuovo database per i software ANIT realizzato in collaborazione con l’Azienda Socia Ediltec. Il database contiene:
– Pannelli isolanti in poliuretano espanso rigido POLIISO
– Lastre in polistirene estruso X-FOAM
– Pannelli sandwich prefabbricati e pendenzati
– Pannelli fresati e ventilati
Vai la database

Abbiamo aggiornato la Guida di Acustica ANIT, documento che riassume la legislazione e le norme tecniche sui requisiti acustici passivi degli edifici.

Rispetto alla versione precedente (luglio 2016) sono state inserite alcune novità normative (Dlgs 41 e 42) ed aggiornate le informazioni su Tecnico Competente in Acustica e Decreto Criteri Ambientali Minimi.

Potete scaricarla a questo link

Corsi sulla corretta progettazione energetica, igrotermica e acustica degli edifici.
I corsi sono accompagnati da esercitazioni ed esempi svolti in aula con l’ausilio di software legati al tema trattato (PAN, IRIS, ECHO, LETO, WUFI, CENED, ENERGYPLUS, ecc.).
I corsi sono riconosciuti per l’attribuzione di CFP (crediti formativi), tutti i dettagli su numero e tipologia di crediti sono riportati sulla locandina.

Scopri tutti i corsi e prenota il tuo posto

È disponibile la nuova versione di IRIS 4.0 per l’analisi dei ponti termici controterra. Il software consente di simulare i ponti termici in accordo con la norma UNI EN ISO 10211 per valutare la trasmittanza lineica (ψ) e verificare il rischio di muffa e condensa.

IRIS 4.0 coniuga la facilità di imputazione dei dati di ingresso alla potenza di un motore di calcolo agli elementi finiti.
Se ti piace IRIS 4.0 diventa Socio ANIT, il software infatti è incluso nella quota associativa al costo di 95€+IVA.

Guarda il video di presentazione
Prova IRIS 4.0 per 30 giorni

Il Manuale, realizzato in collaborazione con l’azienda associata Knauf, analizza la riqualificazione termica e acustica di edifici esistenti, con interventi dall’interno, utilizzando sistemi costruttivi a secco. Dopo una panoramica sulla legislazione in vigore vengono descritte possibili soluzioni tecnologiche, esempi di calcolo e casi di studio. Vai al Manuale

Di seguito l’elenco delle iniziative già confermate. Per partecipare clicca sulla località di interesse e compila la scheda di registrazione.

Dalla pagina dei corsi sono visionabili tutti i corsi in programma. Clicca in basso per scoprire le iniziative iniziative in programma anche a Piacenza, Genova, Como, Caserta, Massa Carrara, Milano, Cuneo, Catania, Palermo, Firenze, Bari, Monza, Lecco, Torino, Cagliari, Pescara, Ascoli P., Udine e Treviso.
Guarda l’elenco completo dei corsi.

Gli obblighi sulla contabilizzazione del calore degli edifici esistenti descritti nel DLgs 102/14 (con le modifiche del DLgs 141/16) sono stati prorogati al 30 giugno 2017 dal DL 244/2016 (decreto Milleproroghe).

Entro questa data per ogni edificio esistente con impianto centralizzato dovrà essere possibile suddividere le spese “energetiche” delle singole utenze sulla base dei consumi misurati.

ANIT approfondisce questo tema con un nuovo corso di formazione e una nuova GUIDA

Rispetto alla precedente edizione (febbraio 2017) la nuova guida, scaricabile dagli associati, riporta nuovi schemi per comprendere le logiche della norma UNI 10200 e un esempio di calcolo completo per un edificio con 4 appartamenti.

Il numero 59 della rivista scientifica neo-Eubios è da oggi on-line, sfogliabile gratuitamente a questo link.
In questo numero parliamo di patrimonio edilizio e rischio sismico, di modelli avanzati di benessere termo-igrometrico,  di studi di simulazione igrometrica dinamica, della Barys Arena (Ice Hockey Arena) in Kazakhstan, dello scenario degli investimenti finanziari dopo Parigi COP21, della svolta negli appalti pubblici  post-CAM e del comfort acustico di un progetto di edificio polifunzionale.
Il periodico trimestrale è scaricabile da tutti i Soci ANIT che lo ricevono a casa in formato cartaceo.
Scopri come iscriversi ad ANIT.

Di seguito il punto della situazione sui corsi in programma a breve divisi per argomento. Tutti i dettagli e le schede di registrazione sono disponibili alla pagina corsi.

Simulazione dinamica con EnergyPlus
La figura dell’Energy Modeller inizia a diffondersi nel mercato dell’edilizia come elemento per la progettazione energetica avanzata. Riportiamo i risultati di un sondaggio condotto tra i partecipanti dei nostri corsi con le impressioni sul futuro della simulazione dinamica.
Prenota il tuo posto al prossimo corso in arrivo a Milano (inizio il 9 maggio).

Calcolo del fabbisogno energetico e UNI/TS 11300
L’analisi energetica di un edificio nuovo o da riqualificare non è un’operazione banale. Per approfondire questo aspetto sono proponiamo due iniziative: un corso in pillola di 4 ore a 35€+iva (Matera, Mantova, Livorno, AvellinoCaserta, Massa) e un corso esteso di due giorni sull’analisi delle norme (BariBologna).

Guida alla preparazione della relazione “Legge 10”
Proponiamo un percorso didattico di 3 giorni che ha il fine di fornire ai partecipanti una metodologia per predisporre correttamente la relazione “Legge 10” da portare in Comune. Gli argomenti sono spiegati attraverso numerose esercitazioni pratiche. Il corso è previsto a Firenze, Brescia, BergamoMilano.

Termografia e igrotermia
Sono previsti in calendario diversi corsi pensati per tutti i professionisti interessati alle indagini termografiche e all’analisi igrotermica dell’involucro edilizio. Le iniziative spaziano tra moduli di 4 ore (Como, Bergamo, Lecco, Piacenza, Genova) a corsi completi sull’igrotermia dinamica (Milano, Genova, Bologna) a corsi per diventare operatori termografici di 2° livello (Milano, Como).

Requisiti minimi
La legislazione energetica in vigore in Piemonte è quella nazionale o regionale?
In Piemonte sono in vigore sia i requisiti minimi del DM 26/06/2015 e sia le delibere regionali DGR 46-11968 e 45-11967 con le revisioni introdotte dalla DGR 29-3386 e dalla “nota esplicativa”.
Scarica la legislazione piemontese

La Guida ANIT Piemonte aggiornata
Per tutti i Soci ANIT è disponibile la versione aggiornata della Guida regionale piemontese (versione aprile 2017) integrata con gli ultimi provvedimenti regionali e la “nota esplicativa”.
In Piemonte è necessario usare parallelamente la guida regionale e quella nazionale.
Scarica la guida ANIT Piemonte
Scarica la guida ANIT nazionale

Il software LETO e il catasto SIPEE
La certificazione energetica è allineata con il DM requisiti minimi, il DPR 75/15 e la DGR 24-2360/15. Il catasto regionale SIPEE dal 4 aprile è stato aggiornato con la possibilità di importare in formato XML (V5). Per gli associati ANIT è stata sviluppata l’esportazione del file XML con il software Leto dalla versione (4.0.2.7).
Gli associati possono scaricare la versione di Leto che ha la funzione “esporta XML” per il catasto regionale SIPEE.
Scarica la versione aggiornata di LETO

Per chi vuole approfondire
Vista la continua evoluzione legislativa e la complessità degli argomenti segnaliamo i nostri corsi d’aggiornamento sui seguenti temi in programma a Cuneo e Torino:
• Aggiornamento sulle norme UNI/TS 11300 (16 ore)
• Il DLgs 28 e la copertura da fonti rinnovabili (8 ore)
• Guida pratica alla certificazione energetica (16 ore)
• Come preparare la relazione tecnica legge 10 (24 ore)
• Termografia in edilizia: 1° e 2° livello (48 ore)
• Calcolo del fabbisogno energetico (4 ore)
Vai ai corsi ANIT

Informiamo che i nostri uffici rimarranno chiusi per festività lunedi 17 e lunedì 24 aprile 2017. Buone vacanze! 😉

La figura dell’Energy Modeller inizia a diffondersi nel mercato dell’edilizia come elemento per la progettazione energetica avanzata.

Ma qual è la sensazione del mondo professionale in merito?
Riportiamo di seguito un’anticipazione del prossimo numero di neo-Eubios, con i risultati del sondaggio condotto tra i corsisti delle 3 edizioni del corso “Simulazione dinamica degli edifici con EnergyPlus” organizzato da ANIT tra il 2015 e il 2016.
Scarica l’articolo “L’ESPERIENZA ANIT SUI CORSI DI SIMULAZIONE DINAMICA.” >>link

Vuoi approfondire l’argomento e imparare a usare EnergyPlus?
Partecipa a uno dei prossimi corsi in programma a Milano:

  • Dal 9 maggio: corso completo su EnergyPlus da 64 ore >>link
  • 20 e 21 luglio: workshop d’approfondimento >>link
  • 3 ottobre: la simulazione di un tetto verde >>link
  • 4 ottobre: la ventilazione meccanica in regime dinamico >>link
  • 5 e 6 ottobre: l’analisi del comfort con simulazione dinamica >>link
  • Dal 24 ottobre: corso completo su EnergyPlus da 64 ore >>link

La copertura del fabbisogno energetico attraverso fonti rinnovabili è un obbligo di legge per diversi ambiti d’applicazione. Purtroppo però le regole e le modalità di calcolo non sono sempre chiare e spesso il progettista si trova a dovere interpretare in modo autonomo e a volte “creativo” le indicazioni normative.
Inoltre a partire dal 2018, la percentuale di fonte rinnovabile richiesta a copertura dei servizi termici di riscaldamento, raffrescamento e acqua calda sanitaria salirà dal 35 al 50% (in Lombardia il limite è già al 50%).

Su questo tema proponiamo un corso per fare il punto sia sul quadro legislativo (DLgs 28/2011, DM 26/6/2015 e Regolamenti regionali) che normativo (UNI/TS 11300 parte 5). Il corso è anche un’occasione di confronto didattico sulle possibilità tecnologiche per il rispetto delle richieste di legge (solare termico, fotovoltaico, pompe di calore, impianti a biomassa, ecc.).

Il corso è in programma a:

  • Milano, 31 marzo >>link  (ultimi posti liberi)
  • Torino, 10 aprile >>link
  • Padova, 8 maggio >>link
  • Cuneo, 19 maggio >>link
  • Firenze, 26 maggio >>link
  • Udine, 29 settembre >>link

È stato pubblicato in data 20 marzo 2017, il nuovo decreto della Regione Lombardia n. 2456. Il Decreto aggiorna l’intero corpo legislativo in materia di regole per l’efficienza energetica e sostituisce il precedente (e recente) Decreto 176/2017.

Il testo del Decreto 2456/2017 propone:

  • una ripubblicazione complessiva delle disposizioni sull’efficienza energetica
  • una nuova procedura per calcolare l’energia rinnovabile estratta dall’ambiente con le pompe di calore
  • una nuova indicazione per la verifica di H’T nel caso di ristrutturazioni che interessano superfici con parti di proprietà comune e altre di proprietà di singoli.

Scaricare il testo e gli allegati del Decreto 2456/2017 dal seguente >>LINK

La guida ANIT Lombardia aggiornata
Per tutti i Soci ANIT è disponibile la versione aggiornata della Guida regionale lombarda (versione marzo 2017) con le modifiche del nuovo decreto in azzurro per consentire a colpo d’occhio una verifica delle novità .
La Guida è stata anche oggetto di una revisione complessiva con particolare attenzione ai punti B (verifica del coefficiente H’T) ed L (copertura da fonti rinnovabili).
Per i Soci ANIT: scarica la Guida Lombardia >>LINK
Per tutti gli altri: scopri come diventare Socio >>LINK

Per chi vuole approfondire
Vista la continua evoluzione legislativa e la complessità degli argomenti segnaliamo i nostri corsi d’aggiornamento sui seguenti temi:

  • Come preparare la Legge 10 (24 ore)
  • Guida pratica alla certificazione (16 ore)
  • Guida al CENED+2 (6 ore)
  • Calcolo del fabbisogno energetico (4 ore)

I corsi sono in programma a Milano, Bergamo, Brescia, Cremona, Como, Lecco e Monza. Tutti i dettagli dal seguente >>LINK

 

Si riparte il 30 marzo con il nuovo Tour ANIT 2017 che prevede per quest’anno oltre 40 date di convegni itineranti e gratuiti in tutta Italia, in due proposte:
PROGETTARE LA RIQUALIFICAZIONE DELL’INVOLUCRO. Diagnosi, progetto e posa delle soluzioni per l’isolamento termico e acustico.
COMFORT E SICUREZZA IN EDILIZIA. Efficienza energetica, acustica e antisismica.

Per le date e le località in programma, clicca qui

È disponibile un nuovo Manuale ANIT per fare il punto sulla progettazione igrotermica delle coperture e sulle modalità di calcolo offerte dalla normativa di settore.
Infatti nel “pacchetto” di una copertura coesistono strati isolanti ad alta resistenza termica e membrane impermeabili ad alta resistenza al vapore il cui mix necessita obbligatoriamente di una particolare attenzione sotto il profilo igrotermico.

  • Cosa prescrive la legge per la progettazione igrotermica delle coperture?
  • Esistono dei criteri generali per la corretta progettazione secondo norma?
  • Quali sono gli errori da evitare?

Il manuale fornisce una serie di esempi di soluzioni tecniche pensate in collaborazione con l’azienda Riwega associata ad ANIT dal 2009.

Scarica il manuale

Le regole sul contenimento dei consumi energetici degli edifici e sulla corretta progettazione igrotermica sono in continua evoluzione ormai da molti anni. Per affrontare l’attuale regolamentazione nazionale e/o regionale è richiesto ormai un alto livello di conoscenza tecnica abbinato a una buona consapevolezza normativa e burocratica sulla gestione del sistema edificio-impianto.

Sei un progettista o termotecnico interessato alla relazione tecnica Legge 10? Gli strumenti ANIT dedicati a questo tema sono:

  1. Le guide di chiarimento: aggiornate e disponibili per tutti i soci
  2. Un corso di formazione completo per redigere la relazione tecnica
  3. Il software LETO, protocollato dal CTI, per verificare i fabbisogni secondo le norme UNI/TS 11300

Guarda tutti i dettagli su come diventare un Socio ANIT >> vai

Pubblicato il nuovo calendario dei corsi ANIT.
Prendi nota e prenota il tuo posto registrandoti dalla pagina corrispondente sul sito. Per approfondire basta selezionare il corso di interesse e scaricare la locandina con tutti i dettagli su contenuti, obiettivi formativi, relatori, crediti formativi e quote di partecipazione.

Per saperne di più

ANIT ha di recente redatto due Guide tecniche per fare il punto sulla situazione normativa dell’efficienza energetica in Emilia Romagna e Lombardia.  Nello specifico, le guide affrontano i limiti normativi da rispettare fornendo un prezioso aiuto ai professionisti che si trovano ad operare in queste regioni. I documenti sono riservati ai Soci ANIT e scaricabili al seguente link.

Il numero 58 della rivista scientifica neo-Eubios è da oggi on-line, sfogliabile gratuitamente a questo link.
In questo numero parliamo di com’è andato l’anno associativo 2016 e dei progetti per il 2017, la riduzione del disturbo sonoro di un impianto continuo, l’uso della fibra di poliestere riciclato per la correzione acustica degli ambienti interni, i controlli sulle relazioni tecniche (ex-Legge 10) a Milano, l’analisi igrotermica nel calcolo in regime stazionario vs regime dinamico, le misure in campo per la diagnosi energetica in estate e di un mito dell’acustica: Leo Beranek.
Il periodico trimestrale è scaricabile da tutti i Soci ANIT che lo ricevono a casa in formato cartaceo.
Scopri come iscriversi ad ANIT.

Grazie a tutti i partecipanti e visitatori della Fiera Klimahouse 2017. Con grande entusiasmo accogliamo i 4 fortunati estratti tra i Soci 2017: Arch. Gozzoli (BS), Geom. Targa (RO), Arch, Curto (BG) e Arch. De Zanetti (PD) e invitiamo tutti a visionare la raccolta fotografica dell’evento al link.
A breve sarà disponibile il Comunicato Stampa con la raccolta delle iniziative di questa edizione. Vi aspettiamo alla prossima Klimahouse da mercoledì 24 a sabato 27 gennaio 2018. Buon lavoro!

Come ogni anno in occasione della fiera Klimahouse proponiamo due corsi di formazione per i progettisti interessati al mondo dell’efficienza energetica.
Gli appuntamenti per l’edizione 2017 sono:

venerdì 27 gennaio 2017 ore 10.00 – 13.00
Corso di formazione: Calcolo degli indici EPh,nd e EPc,nd – Esempi completi di valutazione

sabato 28 gennaio 2017 ore 10.00 – 13.00
Corso di formazione: Obblighi sulle fonti rinnovabili. L’applicazione del Dlgs 28 nel 2017

I corsi sono organizzati presso l’Hotel Sheraton adiacente alla Fiera di Bolzano
Ai partecipanti è fornito un ingresso omaggio per entrare in fiera.

Attivato a Padova, in collaborazione con la Fondazione Ingegneri, il corso per l’abilitazione al 2° livello per operatori termografici secondo UNI EN ISO 9712:2012 nei settori civile e industriale.
L’iniziativa è rivolta sia a chi ha già ottenuto un certificato di 1° livello, che a chi è senza qualificazioni in campo termografico.
Ampio spazio alle esercitazioni pratiche e alla post analisi delle immagini termografiche rilevate.
L’esame finale è incluso nel prezzo di partecipazione.

I posti sono limitati.
Per maggiori informazioni e iscrizioni clicca qui.

ANIT ha rinnovato la partnership con la Fiera Klimahouse e propone per quest’edizione un’area ANIT dedicata alle sue Aziende associate. Sono programmati inoltre alcuni eventi formativi per i professionisti i cui dettagli sono descritti alla pagina dedicata all’evento. Vi aspettiamo numerosi!

Segnaliamo a tutti i Soci che ora è possibile aggiungere 12 mesi alla scadenza della propria iscrizione ad ANIT senza dover aspettare il termine del servizio.
Acquistando una nuova quota associativa viene automaticamente prolungata di un altro anno la possibilità di usufruire, senza interruzioni, dei servizi riservati agli associati.

Chi fosse interessato a estendere l’associazione anche per gli anni successivi, può procedere acquistando più volte la quota di iscrizione.

Aggiungi 12 mesi alla tua quota associativa

Il 31 dicembre 2016 è la data ultima per provvedere agli obblighi sulla contabilizzazione del calore negli edifici esistenti.

Il decreto che specifica quali sono le prescrizioni da rispettare è il DLgs 102/14, aggiornato e integrato dal DLgs 141/16

La norma tecnica che spiega come ripartire le spese di riscaldamento è la UNI 10200, documento strettamente legato alla conoscenza delle UNI/TS 11300 per la parte di fabbisogno energetico.

Gli obblighi da rispettare seguono logiche diverse dalle prescrizioni sull’efficienza energetica degli immobili (D.M. 26-06-2015) e devono essere attuati indipendentemente dalla possibilità di intervenire o meno sull’involucro o sugli impianti.

Tali obblighi però contribuiscono attivamente a stimolare interventi per l’incremento del comfort abitativo e l’efficientamento energetico dell’involucro edilizio.

Il monitoraggio dei consumi di ogni unità immobiliare, anche in edifici con impianti centralizzati, incentiva infatti gli utenti a migliorare le prestazioni energetiche dell’edificio e quindi la qualità abitativa della propria abitazione.

Per approfondire nel dettaglio questi temi ANIT propone una NUOVA GUIDA per gli associati e CORSI FORMATIVI per i professionisti del settore.

I Soci inoltre possono confrontarsi con lo Staff ANIT, su problematiche pratiche di applicazione, utilizzando il servizio di CHIARIMENTO TECNICO

[button link=”http://www.anit.it/pubblicazioni/guide-anit/”]SCARICA LA GUIDA[/button]

[button link=”http://www.anit.it/eventi-e-prodotti/corsi/?categ=corsi&s=contabilizzazione”]SCOPRI I CORSI IN PROGRAMMA[/button]

 

Si è chiuso giovedi 24 novembre 2016 alle ore 18, il IV Congresso Nazionale ANIT. Ringraziamo gli oltre 200 partecipanti, le Aziende Sponsor, i relatori e tutto lo Staff ANIT per aver reso possibile questo importante evento! A breve saranno disponibili le presentazioni delle sessioni e la Rassegna Stampa e fotografica dell’iniziativa. Nel frattempo auguriamo a tutti buon lavoro. ANIT 🙂
Scarica il Programma del Congresso

IRIS è il software per il calcolo dei ponti termici agli elementi finiti in accordo con la norma UNI EN ISO 10211. La simulazione di IRIS coniuga potenza di calcolo  (non è un abaco…) e velocità di compilazione grazie agli schemi preimpostati. Tra i risultati: distribuzione di temperatura, flusso termico e umidità nel nodo, valori dei coefficienti lineici (Ψ) e analisi del rischio muffa sui punti deboli del ponte termico.

Qualche esempio con la versione 3.1
Guarda l’estratto del manuale con alcuni esempi ricorrenti sviluppati con IRIS.
Con la versione 3.1 è stata incrementata la flessibilità del nodo Balcone, è stato aggiornato il Manuale e tra i risultati ora è possibile vedere il peso energetico parziale dei coefficienti lineici Ψ sui diversi lati del ponte termico.

Quanto costa IRIS?
IRIS costa 95€+IVA perché è incluso nella quota associativa ANIT. Infatti diventando socio ANIT hai accesso a tutti i servizi per 12 mesi: software, guide, chiarimenti, sconti, ecc.

Guarda gli esempi sviluppati con IRIS 3.1
Scarica IRIS 3.1 e provalo per 30 giorni

Come si applicano i limiti del DM 26 giugno 2015 sull’efficienza energetica in edilizia? ANIT risponde con una nuova sintesi di approfondimento e un aggiornamento della Guida sulle regole per l’efficienza energetica.

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha pubblicato a più riprese una serie di FAQ (ovvero risposte a domande frequenti) di chiarimento sull’applicazione del DM 26/6/2015. Per facilitarne la lettura proponiamo:

  • L’elenco ragionato delle FAQ organizzato per macro argomenti e sfoltito di tutti i passaggi poco interessanti o ridondanti (disponibile per tutti).
  • La Guida ANIT Nazionale di ottobre 2016 “Regole per l’efficienza energetica degli edifici” con l’integrazione completa delle FAQ ministeriali (disponibile per i soci ANIT)

Vai al documento d’approfondimento sulle FAQ
Scarica la Guida ANIT di Ottobre 2016

E’ on-line il numero 57 della rivista neo-Eubios di settembre 2016. Fondata nel 1988, la rivista è un trimestrale indipendente di tecnologia per il risparmio energetico e l’acustica in edilizia. I contenuti editoriali comprendono temi di interesse internazionale e locale pubblicati con un taglio scientifico e approfondito. La rivista serve da piattaforma di divulgazione per ricercatori, professionisti, scienziati e studiosi.La rivista è distribuita in abbonamento e formato cartaceo a tutti i Soci ANIT.
Scarica il numero
Leggi la rivista on-line

A supporto della nuova versione del software LETO 4.0 per l’analisi del fabbisogno energetico degli edifici, è disponibile il nuovo manuale di utilizzo con spiegazioni dettagliate su involucro e impianti. Solo per i Soci ANIT.
Leggi di più

Il Manuale, realizzato in collaborazione con Flir Systems e Naturalia Bau, descrive un caso di studio reale sviluppato su un edificio con problematiche di umidità superficiale.

L’analisi parte dall’indagine strumentale preliminare, per poi approfondire lo studio con un’indagine avanzata volta alla validazione del progetto con dati di misura. Si procede quindi con la progettazione della risoluzione della problematica isolando dall’interno. Descritte le fasi di posa si verifica l’intervento di isolamento termico con indagini strumentali volte al controllo dell’efficacia e della durabilità.

Scarica il manuale

Tre corsi di formazione completa per la qualifica professionale come operatore termografico di 2° livello, esperto in gestione dell’energia  ed energy modeller.
I corsi sono in programma a Milano, Brescia, Bergamo,  Bari e Padova.

Termografia in edilizia: 1° e 2° livello UNI EN ISO 9712:2012
Dal 3 ottobre 2016 (48 ore totali)
Il corso abilita alla qualifica di operatore di 2° livello secondo UNI EN ISO 9712:2012 per il metodo termografico nei settori civile e industriale. L’obiettivo è la formazione di figure professionali esperte e qualificate nel campo dell’indagine termografica, ponendo l’accento sulle applicazioni legate al mondo dell’edilizia.

Preparazione all’esame per Esperto in Gestione dell’Energia
Dall’11 ottobre 2016 (32 ore totali)
Il corso ha l’obiettivo di preparare all’esame di Esperto in Gestione dell’Energia (EGE) per il settore Civile in accordo con la norma UNI CEI 11339. Il percorso formativo proposto è pensato per fornire informazioni sulla corretta gestione tecnica ed economica di sistemi di gestione dell’energia, sugli aspetti operativi della diagnosi energetica, sulle norme tecniche che governano la materia.

Simulazione dinamica degli edifici con EnergyPlus
Dal 20 ottobre 2016 (64 ore totali)
Il corso si rivolge a tutti i professionisti interessati all’analisi e all’ottimizzazione delle scelte progettuali sotto il profilo energetico e del comfort del sistema edificio-impianto. Il corso è pensato per architetti, ingegneri, geometri e periti industriali che vogliono imparare ad usare uno dei software più diffusi e affidabili di simulazione dinamica.

Vai alla pagina con tutti i dettagli su questi corsi

Per calcolare i parametri termici di una struttura, ad esempio trasmittanza, sfasamento termico e condensa interstiziale, dobbiamo inserire nei software di calcolo parametri quali conducibilità, calore specifico e fattore di resistenza al passaggio del vapore dei materiali.

Ma quali regole dobbiamo seguire e dove possiamo ricavare questi dati?
Quali norme UNI dobbiamo utilizzare?
I dati della Marcatura CE devono essere “corretti” in qualche modo?

ANIT RISPONDE con questo VIDEO DI CHIARIMENTO TECNICO

anit-risponde-2-youtube

 

Ormai la formazione professionale è diventata obbligatoria per tutte le categorie di progettisti. Pianifica per tempo il tuo percorso formativo per sviluppare nuove competenze o consolidare il tuo bagaglio professionale.

Per aiutarti abbiamo aggiornato la pagina corsi semplificando la ricerca:

  • consulta l’elenco col calendario da settembre 2016 a febbraio 2017
  • individua la categoria di tuo interesse attraverso i filtri e le parole chiave
  • scarica la locandina con tutti i dettagli su contenuti, costi, relatori e crediti
  • pre-registrati gratuitamente per essere aggiornato sull’attivazione del corso

Vai all’elenco dei corsi ANIT
Per approfondimenti o domande: corsi@anit.it oppure tel. 02-89415126

L’aggiornamento dei gradi giorno introdotto dalla nuova norma sui dati climatici UNI 10349:2016 pubblicata lo scorso marzo, ha posto il problema del riferimento da utilizzare per la definizione della zona climatica. Secondo tale aggiornamento infatti circa il 25% dei comuni italiani è collocato in una zona climatica differente da quella precedente nota e indicata dal DPR 412/93.

Ricordiamo però che la definizione della zona climatica (e di conseguenza dei valori limite di legge) deve essere eseguita secondo il DPR 412/93, poiché ad oggi è ancora il riferimento ufficiale con peso legislativo maggiore.

Vai al documento d’approfondimento
Verifica i gradi giorno con i software ANIT, scarica la versione di prova

Prepara il tuo percorso formativo consultando i corsi in programma da settembre 2016 a febbraio 2017.

Efficienza energetica
Corsi dedicati all’attuazione dei requisiti minimi secondo il DM 26/6/2015, all’aggiornamento normativo con le novità delle UNI/TS 11300 e alla preparazione tecnico/pratica dei certificatori energetici.

Acustica
Buone prassi di progettazione acustica e soluzioni per la ristrutturazione di edifici esistenti. A gennaio 2017 in programma il secondo corso per Tecnici Competenti in Acustica Ambientale (TCAA).

Igrotermia
Corsi sulla progettazione e diagnosi igrotermica avanzata dell’involucro edilizio: analisi dei ponti termici agli elementi finiti e verifiche della migrazione del vapore in regime dinamico.

Impianti
Approfondimenti tecnici sulla copertura delle fonti rinnovabili in accordo col DLgs 28/2011 e sulla modellizzazione impiantistica ai fini dell’analisi energetica e della contabilizzazione degli edifici esistenti.

Altri corsi
Nuovi corsi dedicati alla preparazione dell’esame per Esperto in Gestione dell’Energia (EGE), all’abilitazione di operatori termografici di 1° e 2° livello e alla simulazione dinamica con EnergyPlus.

Guarda il calendario e prenota il tuo posto

LETO 4 è il software della suite ANIT per il calcolo del fabbisogno energetico degli edifici protocollato dal CTI (n. 85/2016) in conformità con le nuove norme UNI/TS 11300 parte 4, 5 e 6 e i nuovi dati climatici UNI 10349.

LETO 4 può essere utilizzato per tutti i calcoli energetici che richiamano le UNI/TS 11330, ovvero per:

  • la predisposizione della relazione tecnica “ex Legge 10”
  • la certificazione energetica degli edifici e la stampa dell’APE
  • tutte le analisi del fabbisogno energetico dei servizi di riscaldamento, raffrescamento, acqua calda sanitaria, ventilazione, illuminazione e trasporto
  • la diagnosi energetica degli edifici e degli impianti
  • la stampa dell’attestato di qualificazione energetica (AQE)

È possibile provare gratuitamente LETO 4?
Sì,  dalla pagina dei software ANIT è possibile scaricare gratuitamente la versione di prova (30 giorni) di tutti i software ANIT. La versione di prova è completa per quanto riguarda il calcolo e le varie funzionalità, ma è limitata nel tempo. >>LINK

Come faccio ad acquistare LETO 4?
LETO 4 e tutti i software ANIT sono inclusi nella quota associativa al costo di 95€+IVA. L’associazione dura 12 mesi a partire dalla sua attivazione e include oltre all’utilizzo dei software, l’accesso a tutte le guide ANIT, l’abbonamento annuale alla rivista neo-Eubios e al servizio di chiarimento telefonico o via mail. >>LINK

Vai alla pagina con tutti i dettagli

Il DM 26/6/2015 ha introdotto importanti novità sul calcolo del fattore di ombreggiamento delle schermature mobili.
Ma quando è necessario eseguire il calcolo?
E come si fa?
ANIT RISPONDE con questo video di chiarimento tecnico.

video schermi

In collaborazione col Collegio dei Geometri di Lecco, sono aperte le adesioni al corso del 12 luglio dedicato alla simulazione dei ponti termici con i software IRIS e THERM
Una corretta analisi energetica non può prescindere dalla valutazione analitica dei ponti termici: il ricorso ad abachi statici può portare ad errori dell’ordine del 20-50%, mentre con metodi di calcolo agli “elementi finiti” l’errore scende al 5%. Il corso è pensato come guida operativa per imparare a simulare un nodo architettonico e a valutarne il peso sotto il profilo energetico e igrotermico con due software di calcolo avanzati: IRIS e THERM.

Associazione ad ANIT inclusa nel corso
Per i non iscritti ad ANIT la quota di iscrizione al prezzo pieno (135€+IVA) include anche un anno di associazione (valore commerciale della sola associazione ad ANIT pari a € 95,00+IVA).

Vai alla pagina con tutte le informazioni

Con grande soddisfazione informiamo che il IV Congresso ANIT 2016, in occasione dei 32 anni dell’Associazione, si terrà a Milano il prossimo 24 novembre 2016.
L’evento dedicato ai professionisti e alle Aziende ANIT sarà l’occasione per formarsi e aggiornarsi sui temi più attuali legati al mondo dell’isolamento termico e acustico.
Iscrizioni

Il nuovo software ANIT per l’analisi dell’involucro trasparente e il controllo delle schermature solari.

APOLLO 1.0 consente di calcolare e verificare:

  • la trasmittanza termica dei serramenti e delle chiusure tecniche
  • l’efficacia delle schermature attraverso il fattore solare g gl +sh
  • le caratteristiche ottiche della struttura vetrata
  • la resistenza termica aggiuntiva degli elementi oscuranti

Inoltre con APOLLO 1.0 è possibile:

  • preparare la scheda dei serramenti per la relazione tecnica “ex Legge 10”
  • salvare il progetto dei file .apollo e dialogare col software LETO
  • eseguire le verifiche con i dati climatici della nuova UNI 10349
  • approfondire i temi attraverso il manuale e i video tutorial aggiornati

Vai alla pagina con tutti i dettagli

 

Segnaliamo l’VIII Edizione del Premio per lo Sviluppo Sostenibile organizzato dalla Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile, in collaborazione con Ecomondo e con il  Patrocinio del Ministero dell’Ambiente e delle Tutela del Territorio e del Mare. Il Premio ha lo scopo di promuovere le buone pratiche e le migliori tecniche delle imprese italiane che raggiungano rilevanti risultati ambientali, con iniziative innovative, buone possibilità di diffusione e positivi risultati economici e occupazionali. La scadenza per la partecipazione è il prossimo 30 giugno.
Vai al Regolamento del Premio

 

 

ANIT pubblica la nuova GUIDA “Requisiti acustici passivi e classificazione acustica degli edifici”.

Il documento esamina i limiti di legge in vigore e le normativa del settore.

Rispetto ai contenuti delle precedenti GUIDE ANIT sono stati aggiornati i riferimenti legislativi e normativi ed è stato inserito un nuovo paragrafo su acustica e ristrutturazioni.

Scarica l’indice

Vai alla pagina di download

Quattro giornate per imparare a impostare e governare una simulazione dinamica con il software gratuito EnergyPlus.
I partecipanti saranno infatti guidati da 2 relatori durante tutte le giornate del corso attraverso una serie di esercitazioni per prendere dimestichezza con l’uso dei software e dei concetti della simulazione dinamica.

Quota scontata per i soci ANIT, gli Ingegneri di Bari e i Geometri di Bari.
Per maggiori informazioni e iscrizioni clicca qui.

Segnaliamo che l’ultimo numero della rivista neo-Eubios di marzo 2016 è scaricabile dai Soci ANIT alla pagina “La rivista” (formato .pdf). Per i professionisti non ancora Soci il numero è  sfogliabile al seguente Link.
Per maggiori informazioni e per abbonarvi, vi invitiamo a visitare il sito web dedicato.
Buona lettura! 😉

Le nuove guide analizzano i regolamenti nazionali e regionali (per Lombardia ed Emilia Romagna) in materia di requisiti minimi per l’efficienza energetica e certificazione energetica degli edifici attraverso schemi e tabelle di facile consultazione.

La nuove guide sono:

  • Guida Nazionale (aggiornata con il DM 26/6/2015)
  • Guida Lombardia (aggiornata con DDUO e Decreto 224)
  • Guida Emilia Romagna (aggiornata con DGR 967 e DGR 1275 )

Le guide sono riservate ai soci ANIT
Se sei socio: scarica subito le nuove guide
Se vuoi diventare socio: scopri tutti i dettagli
(l’associazione dura 12 mesi dall’attivazione)

È in programma a Latina, in collaborazione con l’Ordine degli Ingegneri, il corso di preparazione all’esame di Esperto in Gestione dell’Energia (EGE) per il settore Civile in accordo con la norma UNI CEI 11339.
Il percorso formativo proposto è pensato per fornire informazioni sulla corretta gestione tecnica ed economica di sistemi di gestione dell’energia, sugli aspetti operativi della diagnosi energetica, sulle norme tecniche che governano la materia. L’esame finale di accreditamento non è incluso nel corso.

L’accreditamento dell’EGE diventa obbligatorio dal 19 luglio 2016 per le diagnosi energetiche presso le grandi imprese e le imprese energivore e per i certificati bianchi.

Nel caso di interesse si consiglia di verificare i pre-requisiti obbligatori previsti dalla norma UNI CEI 11339: LINK

Per chiarimenti sul corso è possibile contattare la segreteria organizzativa dell’Ordine Ingegneri di Latina: LINK

 

Proponiamo una sintesi sui recenti aggiornamenti normativi riguardanti:

  • le norme UNI/TS 11300 per la valutazione dei fabbisogni energetici;
  • la norma UNI 10349 con l’aggiornamento dei dati climatici italiani;
  • l’aggiornamento dei software ANIT.

Ricordiamo che sebbene una norma tecnica entra in vigore alla data della propria pubblicazione, per le verifiche previste dal DM 26/6/15, la stessa si applica decorsi 90 giorni da tale data (Art. 7 comma 5 del Decreto).

Per maggiori dettagli vai al documento di approfondimento.

E’ disponibile la versione 7.0 del software PAN. Il software consente di calcolare e verificare:
– la trasmittanza termica invernale ed estiva
– il rischio di muffe e condense interstiziali
– il tempo di asciugatura delle strutture
– l’analisi agli elementi finiti per il comportamento estivo “cool roof”
– la valutazione semplificata del lambda di progetto
– l’analisi rapida dei ponti termici (interoperabilità con software IRIS)
– le dispersioni verso il terreno e verso locali non riscaldati
Novità versione PAN 7.0:
– analisi oraria della migrazione di vapore in regime stazionario
– struttura a progetto dei file .pan (come IRIS e LETO)
– dati climatici in accordo con la nuova UNI 10349
– manuale e video tutorial aggiornati

Il Software è compreso nella Quota Soci ANIT.

Scarica la versione 30 gg.

È disponibile dalla pagina corsi il calendario completo dei corsi ANIT.
Tutti i corsi sono descritti con una locandina aggiornata e completa per illustrare obiettivi formativi, contenuti didattici, materiale distribuito ai corsisti.
È possibile segnalare il proprio interesse pre-registrandosi gratuitamente dalla pagina dell’evento.
Guarda tutti i dettagli e prenota il tuo posto.

Come si determinano le prestazioni dei materiali anticalpestio che vengono utilizzati nei massetti galleggianti? E come possono essere utilizzate nei calcoli previsionali?

ANIT pubblica un nuovo articolo che analizza questi temi.

Per scaricare l’articolo CLICCA QUI

I contenuti del documento sono approfonditi in una nuova GUIDA ANIT (riservata ai Soci)

Come devono essere progettate e realizzate le coperture in accordo il DM 26/06/2015?
Le verifiche per l’isolamento termico invernale o le verifiche inerziali estive sono cambiate rispetto al DPR 59/09?
Devo isolare una copertura esistente di un capannone industriale?
ANIT ha predisposto un nuovo manuale ANIT per capirne di più. Il Manuale è stato elaborato in collaborazione con Polyglass S.p.A e Tep s.r.l per rispondere a questi e altri quesiti ed è strutturato come una guida Anit: in relazione all’ambito di applicazione vengono indicati e spiegati i requisiti. Nella parte finale sono presenti anche una serie di stratigrafie tipo.
Il Manuale può essere scaricato gratuitamente da qualsiasi utente registrato al sito ANIT a questo link.

Le verifiche igrotermiche sulle strutture dell’involucro sono da sempre obbligatorie, ma con l’introduzione dei nuovi regolamenti nazionali (DM 26/6/15) e regionali, è ora richiesto un livello d’analisi più elevato che prevede il controllo totale del rischio di formazione di muffa e della condensazione interstiziale.
A questo punto è lecito chiedersi se le verifiche tradizionali condotte in accordo con UNI EN ISO 13788 (modello di Glaser) possono portare ad errori di semplificazione, e se conviene analizzare i fenomeni igrotermici con metodi più sofisticati come da UNI EN 15026 (simulazione dinamica).

Su questo tema è disponibile un documento di chiarimento ANIT dal titolo “Assenza di condensazione? dalla UNI EN ISO 13788 alla UNI EN 15026”.

Per chi vuole approfondire inoltre è previsto il corso avanzato di igrotermia “Migrazione del vapore in regime dinamico” della durata di 16 ore in programma a:
Brescia, 7 e 14 aprile
Bologna, 20 e 21 aprile
Milano, 10 e 17 maggio
Firenze, 18 e 25 maggio

Un nuovo corso dedicato alla progettazione delle prestazioni energetiche per la preparazione della relazione tecnica e per le pratiche di detrazione fiscale.
Il corso ha l’obiettivo di fornire le istruzioni per governare le scelte progettuali ai fini del rispetto dei regolamenti sull’efficienza energetica e per inquadrare correttamente le pratiche per le detrazioni.

Il corso è in calendario a:
Udine 8 e 15 aprile
Asti  14 e 22 aprile
Verona 15 e 29 aprile
Torino 10 e 17 maggio
Milano 27 maggio e 10 giugno
Bologna 16 e 23 giugno

La Regione Lombardia ha recentemente aggiornato la propria legislazione sul tema dell’efficienza energetica degli edifici.

Il Decreto 224, pubblicato a gennaio 2016, ha modificato alcuni passaggi del Decreto 6480 per quanto riguarda l’applicazione dei nuovi requisiti minimi e i modelli APE.

Inoltre un chiarimento sul sito CENED ha definito che per la preparazione della Relazione tecnica “ex Legge 10” si possono usare software conformi alla normativa nazionale purchè “il modello della relazione sia conforme all’Allegato C del Decreto 6480”.

ANIT ha realizzato una nuova GUIDA di sintesi della legislazione regionale, integrata con le disposizioni del Decreto 224, ed ha aggiornato il software LETO, per il calcolo del fabbisogno energetico. La nuova versione del software stampa relazioni anche in modo conforme al modello in vigore in Lombardia.

I Soci ANIT, durante i 12 mesi di associazione, possono scaricare tutte le GUIDE ANIT e utilizzare tutti i software compresi nella quota associativa.

Scopri la GUIDA ANIT – Regione Lombardia
Scopri il software LETO
Diventa Socio ANIT

L’associazione ANIT festeggia i suoi primi 32 anni con 84 Aziende del settore e oltre 2.000 professionisti associati. Dal 1984 sosteniamo tutti i progetti e gli strumenti presentati a sostegno dell’efficienza energetica con un occhio più attento all’involucro edilizio. Promuovendo la qualità dei prodotti e delle Aziende che rappresenta, ANIT sostiene l’economia del Paese, la ricerca scientifica e l’innovazione. Non essendo un’associazione di categoria, ma un ente che vuole creare cultura sul corretto isolamento, ANIT e i suoi Soci sono diretti promotori della diffusione, della promozione e dello sviluppo dei sistemi di isolamento termico e acustico nell’edilizia e nell’industria in Italia. Tanti auguri e grazie a tutti coloro che da tanti anni ci sostengono!!! 😉

Intervista al ns Presidente ANIT, Valeria Erba, alla trasmissione di Radio24 “SmartCity” condotta dal giornalista scientifico Maurizio Melis. In occasione dell’approfondimento realizzato dall’associazione sui prodotti, proposti come isolanti termici, che non hanno in realtà funzione di isolamento termico, risponde con chiarezza ANIT. Le prestazioni indicate dalle Aziende che commercializzano tali prodotti inducono in errore chi crede di poter risolvere il problema energetico con uno strato millimetrico di rivestimento.
Vai al link della trasmissione.

I corsi in programma nei prossimi mesi per l’aggiornamento, l’approfondimento e l’abilitazione professionale.
Per visualizzare tutti i dettagli sui singoli corsi vai alla pagina corsi >>LINK

Aggiornamento sulla nuova Legge 10 e su CENED+2
Guida al Cened+2, esempio su edificio residenziale (MI, BG, BS, VA, CO)
Guida al Cened+2, esempio su edificio per uffici (BS, BG, VA, CO, MI)
Guida alla nuova Legge 10 – esercitazione (MB, MI, MN, PD, TS, NO, AT)
Come preparare la nuova Legge 10 (BG, PI)
Riqualificazione dell’involucro edilizio (UD, VR, TO)
Contabilizzazione e termoregolazione del calore (CN)

Approfondimento sull’analisi igrotermica
Simulazione dei ponti termici agli elementi finiti (VA, MI, BS, VR, PG, FI)
Migrazione del vapore in regime dinamico (CN, BS, MI, BO)
Diagnosi energetica del condominio (TO)

Acustica in edilizia
Strategie di progettazione acustica (PD)
Acustica in cantiere, l’isolamento acustico in pratica (VR, TO)

Termografia in edilizia, abilitazione al 2° livello
Corso per l’abilitazione di operatore termografico di 2° livello (BG, PD, VI, RM)
Il corso è aperto anche a chi non ha un’abilitazione di 1° livello.

Il DM 26/6/15 (pubblicato sulla G.U. 15 luglio 2015), che definisce i requisiti minimi per l’efficienza energetica degli edifici in vigore dal 1 ottobre 2015, riporta all’allegato 1 art. 2.3 comma 2:
“Nel caso di intervento che riguardi le strutture opache delimitanti il volume climatizzato verso l’esterno, si procede in conformità alla normativa tecnica vigente (UNI EN ISO 13788), alla verifica dell’assenza:
– di rischio di formazione di muffe, con particolare attenzione ai ponti termici negli edifici di nuova costruzione;
– di condensazioni interstiziali.”
Queste prescrizioni appaiono più restrittive rispetto a quelle precedentemente previste dal DPR 59/09, che prevedeva la verifica del rischio di condensazioni superficiali (in luogo del rischio di muffa) e prevedeva la possibilità di presenza di condensazione interstiziale purché in quantità limitata e completamente rievaporabile nell’arco di un anno.
Per la valutazione della condensazione interstiziale, è possibile usare il metodo di calcolo di migrazione del vapore in regime variabile descritto dalla norma UNI EN 15026?
ANIT fa chiarezza con un nuovo documento di approfondimento.

E’ possibile diventare un operatore termografico qualificato partecipando a uno dei prossimi corsi ANIT in programma. L’obiettivo dei nostri corsi è la formazione di figure professionali preparate nel campo dell’indagine termografica, ponendo l’accento sulle applicazioni legate al mondo dell’edilizia.
I corsi hanno una durata di 48 ore e si concludono con l’esame (incluso nel prezzo) per l’accesso al 2° livello secondo UNI EN ISO 9712:2012
.

I corsi sono in programma a:
Udine a partire dal 2 marzo
Seriate (BG) a partire dal 15 marzo
Roma a partire dal 4 aprile
Padova a partire dall’11 aprile
Vicenza a partire all’11 maggio

Tutti i dettagli sono disponibili alla pagina dei singoli corsi. Le iniziative sono rivolte sia a chi ha già ottenuto un certificato di 1° livello, che a chi è senza qualificazioni in campo termografico.

Segnaliamo che è on-line il numero 54 del ns trimestrale neo-Eubios (in download solo per i Soci ANIT). La rivista è in distribuzione postale in formato cartaceo per gli abbonati e tutti i Soci ANIT oltre che disponibile per la lettura on-line al seguente link.
In questo numero parliamo di sistemi impiantistici, ponti termici, efficienza energetica, rumori da calpestio, requisiti acustici passivi, rumorosità della VMC, conto termico, UNI 10351: 2015 e per finire della Conferenza COP21 di Parigi 2015.
In copertina il Tempio della Dea Kalì di Dakshineswar nello Stato dell’Orissa in India. Maggiori info.

Negli ultimi anni l’efficienza energetica è diventata non solo un obbligo ma anche una richiesta degli utenti finali. Sul mercato sono presenti prodotti, proposti come isolanti termici, che non hanno in realtà funzione di isolamento termico. Le prestazioni indicate dalle Aziende che commercializzano tali prodotti inducono in errore chi crede di poter risolvere il problema energetico con uno strato millimetrico di rivestimento.
Spesso infatti le prestazioni non sono definite chiaramente in accordo con la normativa tecnica vigente. Per fare chiarezza ANIT ha redatto un documento di approfondimento proprio su questo tema.
Scarica il Documento ANIT.

Ringraziamo tutti coloro che hanno partecipato alla realizzazione del Mosaico ANIT fornendo il proprio ritratto. Il Mosaico è stato esposto (e molto apprezzato!) allo Stand ANIT a Klimahouse 2016. Informiamo che è possibile scaricarne una versione al seguente link. Grazie anche all’artista che lo ha pazientemente elaborato. A presto!

Disponibile il calendario dei prossimi corsi in programma a Milano, Brescia, Trento, Reggio Emilia, Napoli, Monza, Roma, Udine, Padova, Bergamo, Latina, Cuneo, Varese, Como, Perugia, Firenze, Torino, Pisa, Novara, Piacenza.

Scopri tutti i dettagli e prenota il tuo posto

I titoli dei corsi pubblicati sono:
– Termografia in edilizia: corso abilitante al 2° livello (48 ore)
– Migrazione del vapore in regime dinamico (16 ore)
– Simulazione dei ponti termici agli elementi finiti (12 ore)
– Come preparare la relazione tecnica Legge 10 (24 ore)
– Guida alla nuova legge 10, esercitazione (6 ore)
– Guida al Cened+2, esempio su edificio residenziale (6 ore)
– Guida al Cened+2, esempio su edificio per uffici e commerciale (6 ore)
– Contabilizzazione e termoregolazione di un edificio esistente (6 ore)
– Requisiti acustici passivi, come predisporre la relazione tecnica (12 ore)
– Acustica in cantiere, l’isolamento acustico in pratica (8 ore)
– Strategie di progettazione acustica (12 ore)

Iniziamo l’anno 2016 con nuovi importanti ingressi in ANIT. Per l’anno appena cominciato diamo il benvenuto alle Aziende: ANFIT (Associazione Nazionale per la tutela della finestra made in Italy), DECEM s.r.l., FIBRAN S.p.A., LINK INDUSTRIES S.p.A., STO ITALIA s.r.l., THESAN S.p.A. e URSA ITALIA s.r.l. che entrano a far parte della ns realtà associativa.
Per il 2016 le Aziende associate ANIT sono in totale 84 con un’ampia rappresentatività sul mercato degli isolanti, dei sistemi costruttivi per l’isolamento termico e acustico, dei sistemi a secco, delle impermeabilizzazioni, dell’isolamento riflettente, dell’isolamento degli impianti, dei sistemi per la ventilazione, dei sistemi trasparenti, della strumentazione, oltre a contare tra i suoi associati 3 laboratori (CSI, ISTITUTO GIORDANO, il CONSORZIO LEGNOLEGNO) e l’associazione FIVRA.
Lo spirito di ANIT e delle sue Aziende associate – fin dal suo primo anno di fondazione nel 1984 – è quello di impegnarsi a promuovere l’impiego di tecnologie e applicazioni tecnicamente corrette e a divulgare sul mercato solo informazioni coerenti con la comunicazione tecnica.
Consulta l’elenco delle Aziende ANIT 2016

TOUR 2.inddAnche per il 2016 ANIT conferma il proprio Tour di convegni itineranti e gratuiti in tutta Italia. Alla luce delle recenti novità legislative del settore termico (DM 26-06-2015) e degli sviluppi normativi in campo acustico, il titolo del convegno scelto è: “Le nuove regole del gioco per l’edilizia. La nuova legislazione sull’efficienza energetica in edilizia presente nel DM 26 giugno 2015 in relazione alla progettazione del comfort acustico”.
Come sempre i convegni proposti si rivolgono ai professionisti del settore (Ingegneri, Architetti, Geometri e Periti) che vogliono tenersi aggiornati sui temi più recenti della progettazione del comfort in edilizia senza dimenticarsi della legislazione, spesso complessa e variegata.
La partecipazione ai convegni dà diritto al riconoscimento dei Crediti formativi previsti dai singoli Collegi e Ordini locali (per i dettagli fare riferimento ai programmi dei singoli eventi).
All’interno del programma dei convegni non mancheranno i contributi tecnologici delle eccellenze aziendali che hanno aderito al Tour come sponsor: Caparol, Celenit, Ecosism, Fermacell, Finstral, Flir, Fischer, Fortlan-Dibi, Knauf, Mapei, San Marco, Sardategole, Serisolar, Siniat, Sirap Insulation e Ytong.

Maggiori info e registrazioni

Informiamo che da giovedi 28.01 a domenica 31.01.2016 tutti i ns tecnici saranno alla Fiera Klimahouse di Bolzano per rispondere alle vs domande tecniche. Non potremo quindi garantire in queste giornate il servizio di chiarimento tecnico telefonico ai Soci. Venite a trovarci a Klimahouse (Stand A06/08), oppure ci sentiamo lunedi 01.02.2016. Buon lavoro!

ANIT vi aspetta dal 28 al 31 gennaio alla Fiera Klimahouse (Stand B06/08) con tante novità e le sue Aziende associate. Sono in programma convegni e corsi e convegni di approfondimento sui temi de settore.
Scopri tutti gli eventi ANIT.

Sempre più spesso si sente parlare di “simulazione dinamica” per la progettazione energetica e igrotermica avanzata, ma poche sono le occasioni per capire di cosa si tratta.

Su questi temi proponiamo due corsi a Bolzano in occasione della Fiera Klimahouse 2016. Le due iniziative sono dedicate a tutti coloro che sono interessati al tema della simulazione dinamica in campo energetico e all’analisi della migrazione del vapore non più mensile ma oraria.

Guarda tutti i dettagli e prenota il tuo posto:
Venerdì 29/01: “EnergyPlus, introduzione alla simulazione dinamica
Sabato 30/01: “Migrazione del vapore in regime dinamico

Con piacere informiamo che sono in stampa le nuovissime edizioni 2016 dei volumi della Collana ANIT “I materiali isolanti” e “Muffa, condensa e ponti termici”. I volumi saranno disponibili per l’acquisto allo Stand ANIT (B06/08) presso la Fiera Klimahouse 2016, dal 28 al 31 gennaio 2016.

Scopri di più

Ultimi giorni per iscriversi alla prima edizione del corso ANIT per Tecnici Competenti in Acustica Ambientale (128 ore) in partenza a Milano il prossimo 21 gennaio 2016.
Maggiori informazioni e programma.

 

ANIT partecipa anche nel 2016 alla Fiera per l’efficienza energetica Klimahouse con un’area di oltre 800 mq insieme alle sue aziende associate. Sono previsti due convegni di approfondimento:
giovedi 28 gennaio – ore 10.00: “La progettazione avanzata dell’involucro: simulazione dinamica con Energy Plus, Wufi e Pan 7.0
venerdi 29 gennaio – ore 14.00: “Le nuove regole del gioco per l’edilizia. Efficienza energetica e acustica dopo il DM 26.06.15“.

Scopri di più

Per chi già si occupa di efficienza energetica degli edifici, è interessante ampliare le proprie competenze in tema di contabilizzazione e termoregolazione degli edifici esistenti.
Il corso in programma il 17.12.15 a Trento, è l’occasione per fare il punto sulle novità normative e per capire come governare un impianto di termoregolazione e contabilizzazione sotto il profilo tecnico/economico.
L’obiettivo è quello di illustrare gli obblighi legislativi (DLgs 102/14 e DM 26/6/15), i criteri di ripartizione delle spese (UNI 10200), le criticità tecnologiche degli interventi e le potenzialità di risparmio energetico per potersi interfacciare con maggior successo/consapevolezza col cliente finale.
Sono previsti 8 CFP per gli Architetti, 11 CFP per i Periti Industriali e 7 CFP per gli Ingegneri.

Iscrizioni

Proponiamo un nuovo corso di acustica con l’obiettivo di trasmettere le basi di acustica e i principi di propagazione e controllo del suono all’interno di spazi chiusi, al fine di permettere al progettista architettonico di avere il controllo di tale aspetto evitando di scoprire ala fine dei lavori che l’ambiente, esteticamente perfetto, risulti acusticamente inaccettabile o per l’elevato riverbero e il conseguente disturbo acustico tra gli utilizzatori o per la difficoltà di percezione del parlato o della musica.
Il corso è in programma l’11.12.15 presso la Scuola Edile di Bergamo e tenderà ad essere pratico, con esempi dal vivo e in tempo reale di trattamenti acustici per far capire e sentire immediatamente al corsista la differenza tra un ambiente acusticamente scarso ed un ambiente adeguato.
Il corso si rivolge a progettisti di locali pubblici e non (tra cui bar, ristoranti, palestre, aule scolastiche, ambienti ufficio e conferenze).

Iscrizioni

I nuovi regolamenti sull’efficienza energetica in vigore dal 1° gennaio 2016 sottolineano l’importanza della correzione dei ponti termici, sia per quanto riguarda le dispersioni energetiche che per la verifica del rischio di muffa.
Non è più pensabile oggi affrontare un intervento di riqualificazione edilizia (o di nuova costruzione) senza un’analisi approfondita dei ponti termici. E per farlo la normativa vigente (UNI/TS 11300, UNI EN ISO 14683 e UNI EN ISO 10211) suggerisce il calcolo agli elementi finiti.
Ne parliamo in due giornate con i partecipanti del corso del 10.12.15 in programma a Vicenza.
Il corso è pensato come guida introduttiva per imparare a simulare un nodo architettonico e a valutarne il peso sotto il profilo energetico e igrotermico con numerose esercitazioni in aula.
Ai partecipanti è richiesto l’uso di un proprio PC portatile. Sono previsti 15 CFP per Architetti, 16 CFP per Periti Industriali e 14 CFP per gli Ingegneri.

Iscrizioni

Un corso pratico per capire come cambiano le regole sull’efficienza energetica degli edifici. Attraverso una serie di esempi, i relatori guideranno i corsisti all’analisi dei nuovi regolamenti (nazionali e regionali)È richiesto l’uso di un proprio pc portatile.

Il corso è in programma a Novara, Verona, Bologna e Lecco.

Quando si parla di isolamento acustico, la fase di realizzazione dell’edificio è la più delicata, perché può compromettere il risultato finale anche in presenza di un progetto valido. Spesso, durante la posa in opera, si commettono errori in grado di annullare completamente il contributo dei materiali e delle tecnologie isolanti. Per questo è necessario conoscere quali sono i modi in cui il rumore si propaga all’interno degli edifici e come riuscire a fermarlo in pratica, ovvero quali materiali e tecnologie impiegare, come posarli correttamente evitando errori e ponti acustici. Ne parliamo al corso ANIT in programma a Pisa il 26.11.15. Sono previsti 8 CFP per i Periti Industriali e 7 CFP per gli Ingegneri. Sconto per i Soci ANIT.
Iscrizioni

Le verifiche igrotermiche sulle strutture dell’involucro sono da sempre obbligatorie, ma con l’introduzione dei nuovi regolamenti nazionali (DM 26/6/15) e regionali, è ora richiesto un livello d’analisi più elevato che prevede il controllo totale del rischio di formazione di muffa e della condensazione interstiziale. Ne parliamo al corso avanzato di igrotermia ANIT in programma a Trento il 25.11.15. Sono previsti per i partecipanti 15 CFP (Architetti), 16 CFP (Periti Industriali) e 14 CFP (Ingegneri). Iscrizioni

 

L’ ultima tappa del Tour di convegni gratuiti ANIT 2015 è Milano, presso la sede di ASSIMPREDIL-ANCE (Via San Maurilio 21). Ci vediamo con il convegno ANIT “Energia e rumore quasi zero” per parlare di novità legislative e di soluzioni innovative per raggiungere le performance richieste per gli edifici del futuro. L’edificio ad energia quasi zero non è più così lontano e non potrà prescindere dall’essere altamente prestazionale anche dal punto di vista acustico.

Iscrizioni

L’arch. Daniela Petrone, Vice Presidente ANIT, spiega in un breve video come affrontare la valutazione dell’area solare equivalente a seguito della pubblicazione dei Decreti Ministeriali del 26 giugno 2015.

LINK Video: http://www.anit.it/video/area-solare-equivalente/

Vi aspettiamo mercoledi 18 novembre a Palermo per il convegno gratuito ANIT “Energia e rumore quasi zero”. Parleremo di efficienza energetica, sostenibilità e rispetto dell’ambiente alla luce dei requisiti legislativi e delle soluzioni tecnologiche richieste per raggiungere le performance degli edifici del futuro.
Ai partecipanti verranno riconosciuti Crediti per la Formazione Continua (Ingegneri, Architetti, Geometri e Periti).

L’inizio lavori è previsto per le ore 15.

Dove: Hotel SAN PAOLO PALACE, Via Messina Marine 91, Palermo

Iscrizioni

Vi aspettiamo venerdì 13 novembre presso la Fiera ComoCasaClima (Viale Resegone, Erba) per il seminario gratuito “Come cambia la riqualificazione degli edifici“.
Durante il pomeriggio si farà il punto sull’attuale situazione legislativa (nuovi obblighi della Regione Lombardia), sulle novità normative (della UNI/TS 13300 in poi) e tecnologiche.

Ai geometri partecipanti è riconosciuto 1 CFP.
L’inizio lavori è previsto per le ore 14.30.

Iscrizioni

Attivato il corso di Torino dedicato all’analisi igrotermica avanzata.
Il corso è l’occasione per fare il punto sui nuovi regolamenti regionali sul controllo del rischio di muffa e di condensa intesrstiziale, ma soprattutto per capire come e quando conviene passare ad un’analisi dinamica in accordo con UNI EN 15026.

Per approfondire questi temi proponiamo un corso di due giornate con esercitazioni, confronti e  simulazioni con i software WUFI e PAN.
Sono previsti crediti per Ingegneri, Architetti e Periti Industriali.

Prenota il tuo posto al corso di TORINO (18 e 25 novembre).
Altre edizioni in arrivo a TRENTO e VICENZA.

Corsi d’approfondimento in programma a VICENZA , TREVISO, ROMA e MILANO.

Non è più pensabile oggi affrontare un intervento di riqualificazione edilizia (o di nuova costruzione) senza un’analisi approfondita dei ponti termici. E per farlo la normativa vigente (UNI/TS 11300, UNI EN ISO 14683 e UNI EN ISO 10211) suggerisce il calcolo agli elementi finiti.
Su questo tema proponiamo un corso di 2 giorni pensato come guida alla simulazione con i software IRIS e THERM per valutare i ponti termici  sotto il profilo energetico e igrotermico.

Sempre più spesso si sente parlare di “simulazione dinamica” per la progettazione energetica avanzata, ma poche sono le occasioni di formazione al di fuori dei corsi universitari.

Con questa iniziativa ANIT e l’associazione Energia di Classe intendono porre il progettista al centro del processo formativo.

Il corso è pensato come guida passo passo alla comprensione dei processi di simulazione e alla creazione di un modello per l’analisi dinamica del sistema edificio-impianti.

Scopri i dettagli del corso in programma a Milano

Vi aspettiamo martedi 20 ottobre presso la sede di Confindustria di Mantova (Via Portazzolo, 9) per il convegno gratuito “Energia e rumore quasi zero”. L’evento sarà un’occasione per parlare di efficienza energetica, sostenibilità e rispetto dell’ambiente alla luce delle recenti novità legislative e delle soluzioni tecnologiche richieste per raggiungere le performance degli edifici del futuro. Ai partecipanti verranno riconosciuti Crediti per la Formazione Continua (Ingegneri, Architetti, Geometri e Periti).

L’inizio lavori è previsto per le ore 15.

Iscrizioni

Con la pubblicazione dei nuovi regolamenti nazionali (Decreto Requisiti minimi) e regionali si apre una nuova stagione per la quale è fondamentale avere un buon livello di conoscenza tecnica e consapevolezza normativa sul sistema edificio-impianto.
ANIT in collaborazione con l’Ordine degli Ingegneri di Bologna organizza un corso di 3 giorni dedicato alla preparazione della relazione “Legge 10”.
Il corso è in programma il 21, 28 ottobre e 4 novembre.
Guarda la pagina con tutti i dettagli.

Vi aspettiamo oggi a Reggio Calabria e domani a Catania per il convegno gratuito “Energia e rumore quasi zero”. Gli eventi sono un’occasione per parlare di efficienza energetica, sostenibilità e rispetto dell’ambiente alla luce dei requisiti legislativi e delle soluzioni tecnologiche richieste per raggiungere le performance degli edifici del futuro. Ai partecipanti verranno riconosciuti Crediti per la Formazione Continua (Ingegneri, Architetti, Geometri e Periti).

L’inizio lavori per entrambi i convegni è alle ore 15.

Iscrizioni

 ANIT ha implementato il software PAN (per il calcolo dei parametri estivi e invernali delle strutture opache e trasparenti) in modo da permettere l’importazione di prodotti aziendali nella sua banca-dati.
In questo modo il professionista che progetta strutture opache non deve più preoccuparsi di aggiornare le schede tecniche dei prodotti e di inserire manualmente i dati negli archivi dei software. Il database comprende: schermi e membrane traspiranti, membrane igrosensibili e materiali isolanti in fibra di legno.
Scarica gratuitamente l’app a questo link.

Convegno gratuito questo pomeriggio a Macerata e domani 7 ottobre a Rimini con ANIT. Gli eventi sono un’occasione per parlare di efficienza energetica, sostenibilità e rispetto dell’ambiente alla luce dei requisiti legislativi e delle soluzioni tecnologiche richieste per raggiungere le performance degli edifici del futuro. Ai partecipanti verranno riconosciuti Crediti per la Formazione Continua (Ingegneri, Architetti, Geometri e Periti).

Inizio lavori: ore 15

Iscrizione

In programma dall’8 ottobre, il corso dedicato alla Termografia in edilizia presso la sede ANIT.
Sono previsti 48 CFP per gli Ingegneri, 15 CFP per Architetti, 28 CFP per i Periti Industriali.
Il corso permette di conseguire l’abilitazione di Operatore Termografico di 2° Livello in conformità con la norma UNI EN ISO 9712:2012. Il certificato è rilasciato previo superamento dell’esame finale previsto nell’ultimo giorno del corso (e incluso nel prezzo).

Per maggiori informazioni e iscrizioni: vai alla pagina del corso.
Il corso è in programma anche a COMO, CUNEO e UDINE

Vi aspettiamo domani 30 settembre e il 1 ottobre rispettivamente a Cuneo e Genova per i convegni gratuiti ANIT “Energia e rumore quasi zero”. Gli eventi sono un’occasione per parlare di efficienza energetica, sostenibilità e rispetto dell’ambiente alla luce dei requisiti legislativi e delle soluzioni tecnologiche richieste per raggiungere le performance degli edifici del futuro. Ai partecipanti verranno riconosciuti Crediti per la Formazione Continua (Ingegneri, Architetti, Geometri e Periti).

Inizio lavori: ore 15

Iscrizione

I nuovi regolamenti nazionali (DM 26/6/15) e regionali, richiedono un livello d’analisi igrotermica più elevato del passato, che prevede il controllo totale del rischio di formazione di muffa e della condensazione interstiziale.
Ad oggi è lecito chiedersi se le verifiche tradizionali condotte in accordo con UNI EN ISO 13788 (modello di Glaser) possono portare ad errori di semplificazione, e se conviene analizzare i fenomeni igrotermici con metodi più sofisticati come indicato dalla norma UNI EN 15026 (simulazione dinamica).

Per approfondire questi temi proponiamo un corso di due giornate con esercitazioni, confronti e  simulazioni con i software WUFI e PAN.
Sono previsti crediti per Ingegneri, Architetti e Periti Industriali.

Scopri i dettagli del corso ANIT “Migrazione del vapore in regime dinamico” in programma a Milano, Torino, Trento e Vicenza

Corsi di formazione avanzata per tutti coloro che vogliono acquisire nuove competenze tecniche.
I corsi in programma riguardano tre argomenti:
– l’abilitazione quale operatore termografico di 2° livello,
– la simulazione dinamica degli edifici col software EnergyPlus,
– l’analisi della migrazione del vapore in regime dinamico.

I corsi sono in programma a MILANO, COMO, CUNEO, UDINE, TORINO, TRENTO e VICENZA

Tutti i dettagli sono pubblicati alla pagina corsi

Vi aspettiamo i prossimi 22 e 23 settembre rispettivamente a Matera e Bari per i convegni gratuiti ANIT “Energia e rumore quasi zero”. L’evento sarà occasione per parlare di efficienza energetica, sostenibilità e rispetto dell’ambiente alla luce dei requisiti legislativi e delle soluzioni tecnologiche richieste per raggiungere le performance degli edifici del futuro. Ai partecipanti verranno riconosciuti Crediti per la Formazione Continua (Ingegneri, Architetti, Geometri e Periti).

Inizio lavori: ore 15

Iscrizione

Vi aspettiamo domani mercoledi 16 settembre alle ore 15 all’Auditorium Capretti (via Piamarta 6) per il convegno ANIT “Energia e rumore quasi zero”. Parleremo di efficienza energetica, sostenibilità e rispetto dell’ambiente alla luce dei requisiti legislativi e delle soluzioni tecnologiche richieste per raggiungere le performance degli edifici del futuro. Ai partecipanti verranno riconosciuti Crediti per la Formazione Continua (Ingegneri, Architetti, Geometri e Periti).

Dove: Auditorium Capretti

Inizio lavori: ore 15

Iscrizione

È disponibile il nuovo calendario dei corsi di formazione. L’elenco di tutte le iniziative è consultabile dalla pagina corsi del sito oppure dalla mappa degli eventi ANIT.

Mondo CENED+2
Per chi si occupa di certificazione energetica in Lombardia, dal 1° ottobre 2015 sarà necessario  utilizzare il nuovo software CENED+2. Per agevolare questo passaggio è possibile seguirci in un corso a MILANO, BRESCIA, BERGAMO, MANTOVA e MONZA.

Nuovi decreti sull’efficienza energetica DM 26/6/15
In programma diverse iniziative per aggiornarsi e approfondire le novità introdotte dai nuovi requisiti minimi. Corsi in programma a MILANO, COMO, AOSTA, PESCARA, PAVIA, VERBANIA, LA SPEZIA, UDINE e FIRENZE.

Acustica in edilizia
Progettare e garantire l’isolamento acustico di un edificio non è affatto banale. Incrementare le proprie competenze in questa direzione può essere utile per avere più chance sul mercato. I nostri corsi sono in programma a MILANO, TORINO, BRESCIA, VARESE, PISA, CUNEO, GENOVA, VERONA, PERUGIA, L’AQUILA, NAPOLI e ROMA.

Termografia: l’abilitazione al 2° livello
Il corso permette al professionista di conseguire l’abilitazione di Operatore Termografico di 2° Livello in conformità alla norma UNI EN ISO 9712:2012 ed è pensato per chi si occupa di indagini nel mondo delle costruzioni. Il corso è in programma a MILANO, COMO, UDINE e CUNEO.

Simulazione dinamica: energia e igrotermia
Proponiamo due corsi avanzati per chi desidera approfondire il livello d’analisi sul sistema edificio-impianto. Per l’analisi energetica è previsto un corso per imparare a gestire una simulazione dinamica col software EnergyPlus. Per l’analisi igrotermica è previsto un corso sulla migrazione del vapore in regime dinamico con l’ausilio del software Wufi. I corsi sono in programma a MILANO, TORINO, TRENTO e VICENZA

Capire gli impianti
Ormai è imprescindibile un buon livello di conoscenze sul mondo impiantistico. I nostri corsi hanno l’obiettivo di fare luce sugli aspetti più critici di norme e leggi in vigore e di fornire strumenti d’analisi per chi affronta per la prima volta questi temi. Seguici a TORINO, BERGAMO, VERONA, MILANO, FIRENZE e TRENTO.

Vi aspettiamo martedi 15 settembre alle ore 15 presso il Centro Servizi Santa Chiara (Trento) per il convegno gratuito ANIT “Energia e rumore quasi zero”. Si parlerà di efficienza energetica, sostenibilità e rispetto dell’ambiente alla luce dei requisiti legislativi e delle soluzioni tecnologiche richieste per raggiungere le performance degli edifici del futuro. Ai partecipanti verranno riconosciuti Crediti per la Formazione Continua (Ingegneri, Architetti, Geometri e Periti).

Dove: Centro Servizi culturali Santa Chiara, via S. Croce 67

Inizio lavori: ore 15

Iscrizione

Con l’arrivo dal 1° ottobre delle nuove regole sull’efficienza energetica degli edifici, si presenta l’occasione giusta per aggiornare e  approfondire le proprie competenze.
ANIT ha organizzato nuovi corsi e convegni che spaziano dall’analisi del sistema edificio-impianto alla nuova Legge 10, dall’acustica in edilizia alla diagnosi energetica, dalla simulazione dei ponti termici alla termografia civile e industriale.

Oltre i crediti formativi
I corsi e i convegni si caratterizzano per un alto contenuto pratico con l’obiettivo di fornire strumenti, metodi e consigli per incrementare le competenze lavorative.
Inoltre ANIT è riconosciuta come ente autorizzato dal CNI, CNAPPC e CNPI per l’attribuzione di crediti formativi per Ingegneri, Architetti e Periti Industriali.

Guarda la mappa degli eventi ANIT
Vai alla pagina corsi
Vai alla pagina Convegni

A seguito dell’emanzione dei Decreti attuativi della Legge 90/2013, numerose sono le novità nel campo dell’efficienza energetica previste dal 1 ottobre 2015.
ANIT ha aggiornato la sua GUIDA di approfondimento per comprendere cosa cambia nella legislazione (gratuita per i Soci ANIT).

Vai alla Guida

A 10 anni dall’emanazione del DLgs 192/05 il mondo dell’efficienza energetica cambia nuovamente le regole del gioco. Con questa nuova proposta editoriale ANIT risponde al bisogno di sbrogliare la matassa legislativa e normativa attraverso approfondimenti ed esempi pratici: la prima parte del volume presenta gli schemi semplificativi messi a punto da ANIT per identificare le nuove verifiche da rispettare, la seconda parte riassume il quadro delle principali norme di calcolo, la terza parte è interamente dedicata all’esemplificazione di un caso di studio e infine la quarta parte raccoglie una serie di appendici utili, tra cui ad esempio i nuovi schemi di presentazione della relazione tecnica.

272 pp, Terza Edizione, Settembre 2015.

Acquista subito il Volume

E’ finalmente possibile abbonarsi e acquistare i numeri arretrati della ns rivista neo-Eubios dal sito ANIT.IT.
Fondata nel 1988, neo-Eubios è una rivista trimestrale indipendente di tecnologia  per il risparmio energetico e l’acustica in edilizia.
I contenuti editoriali comprendono temi di interesse internazionale e locale  pubblicati con un taglio scientifico e approfondito.
La rivista serve da piattaforma di divulgazione per ricercatori, professionisti,  scienziati e studiosi e viene spedita gratuitamente e in forma cartacea agli associati ANIT. I registrati al sito ANIT.IT possono scaricare in .pdf i numeri arretrati. Vai alla Rivista

La nuova versione del software IRIS 3 consente di valutare il coefficiente lineico anche dei ponti termici nei nodi con serramenti e con pilastri fuori spessore.

Maggiori informazioni

Video tutorial
I video da 13 a 17 raccontano le nuove funzioni.

La visita organizzata da ANIT (in italiano) è una rara occasione per tutti i progettisti e operatori del settore per vedere di persona come sono studiati i fenomeni igrotermici (rischio muffa e rischio condensa) e i materiali sia in laboratorio che in opera.

Nella prima giornata ci sarà spazio anche per un workshop dimostrativo presso la sede di Naturalia Bau a Merano (BZ) su tenuta all’aria e sistemi di isolamento dall’interno con prove in opera dal vivo.

Per maggiori informazioni e iscrizioni vai alla pagina corsi

Un nuovo corso per fare il punto su come ottimizzare il progetto “termotecnico” anche sotto il profilo acustico.
Durante le due giornate si vedrà come studiare e impostare la relazione previsionale dei requisiti acustici passivi partendo dalle nozioni presenti nella Legge 10.

Il corso è in programma a Brescia l’8 e 15 luglio.
Previsti CFP per Architetti, Geometri e Periti Industriali.
Guarda tutti i dettagli

 

I decreti attuativi della Legge 90/2013 cambiano tutte le regole sull’efficienza energetica degli edifici. Il corso ha l’obiettivo di presentare in modo chiaro le novità che riguardano le pratiche di deposizione della nuova Legge 10 e in generale di presentare come cambiano le regole del gioco per la progettazione energetica del sistema edificio-impianto.

Il corso è in programma a Belluno l’8 luglio con un approfondimento sui ponti termici il 9 luglio.
Previsti CFP per Ingegneri, Architetti, Geometri e Periti Industriali.
Guarda tutti i dettagli

La progettazione igrotermica sta assumendo un ruolo cruciale per almeno tre aspetti: l’esigenza di un alto livello di comfort degli spazi abitati, il rispetto delle verifiche di legge e la garanzia di non incappare in contenziosi a intervento ultimato.
In programma a Latina un corso per valutare questi temi ponendo l’accento sulla corretta applicazione delle procedure normative (UNI EN ISO 13788:2013 e UNI EN ISO 14683) analizzandone i risvolti pratici attraverso numerose esercitazione in aula.

Il corso è organizzato in collaborazione con l’Ordine degli Ingegneri di Latina.
Previsti 8 CFP per gli Ingegneri.
Guarda tutti i dettagli

Seminario gratuito a Torino per fare il punto sul problema dei ponti termici.
Partendo dall’inquadramento dell’attuale situazione legislativa/normativa si affronteranno diversi casi di studio per capire come limitare gli effetti dei ponti termici sotto il profilo energetico (dispersioni) e igrotermico (rischio di muffa e condensa).

Il seminario è in programma a Torino il 6 luglio presso la sede dei Periti Industriali.
L’incontro è riservato ai Periti Industriali
Guarda tutti i dettagli

La recente evoluzione legislativa e normativa obbliga ormai il progettista e il certificatore a conoscere molti aspetti legati alle nuove tecnologie impiantistiche.
In particolare, nell’ambito della nuova progettazione e della riqualificazioni impiantistica, una delle soluzioni più diffuse prevede il ricorso alla pompa di calore a all’integrazione con solare termico.

In programma un corso a Bari il 3 luglio per approfondire questi aspetti con i nostri esperti.
Previsti CFP per Ingegneri, Architetti, Geometri e Periti Industriali.

Guarda tutti i dettagli

Vi aspettiamo giovedì 25 giugno alle ore 15 presso l’Auditorium S. Anna di Pallanza (Verbania) per il convegno gratuito ANIT “Energia e rumore quasi zero”. Si parlerà di efficienza energetica, sostenibilità e rispetto dell’ambiente alla luce dei requisiti legislativi e delle soluzioni tecnologiche richieste per raggiungere le performance degli edifici del futuro. Ai partecipanti verranno riconosciuti Crediti per la Formazione Continua (Ingegneri, Architetti, Geometri e Periti).
Dove: via Belgio 2
Inizio lavori: ore 15
Iscrizione

Sono disponibili 3 corsi ANIT dalla piattaforma per la formazione a distanza.
I corsi, suddivisi in moduli didattici, sono un’ottima occasione per un ripasso dei principali concetti di fisica tecnica in accordo con le norme vigenti in tema di efficienza energetica, progettazione igrotermica e requisiti acustici degli edifici.

Preparati all’uscita dei nuovi decreti!
I decreti attuativi della Legge 90/2013 (in arrivo a breve, probabilmente entro l’estate) cambieranno tutte le regole sui requisiti minimi per gli edifici nuovi e riqualificati.
Non cambieranno invece le modalità di calcolo di tali requisti in accordo con le norme vigenti. ​Pertanto prima dell’uscita dei decreti, può essere utile un ripasso delle procedure di calcolo!

Guarda le anteprime e scarica la locandina:
Acustica in edilizia, norme e procedure di calcolo
Dispersioni energetiche e verifiche igrotermiche
Ponti termici e bilancio energetico

E’ stato pubblicato l’ultimo numero (52) della rivista tecnica neo-Eubios in abbonamento gratuito per i Soci ANIT 2015. In questo numero parliamo di schermature solari, di materiali, della corretta valutazione dell’isolamento termico, di ponti termici e della nuova versione del Software ANIT Echo 7.1. Non poteva mancare anche un piccolo aggiornamento sui Decreti attuativi della L90 e qualche esempio di calcolo, in attesa della loro imminente pubblicazione. Per sfogliare il numero clicca qui.

Vi aspettiamo mercoledì 10 giugno alle ore 15 presso l’Auditorium Città Studi di Biella per il convegno gratuito ANIT “Energia e rumore quasi zero”.  Si parlerà di efficienza energetica, sostenibilità e rispetto dell’ambiente alla luce dei requisiti legislativi e delle soluzioni tecnologiche richieste per raggiungere le performance degli edifici del futuro. Ai partecipanti verranno riconosciuti Crediti per la Formazione Continua (Ingegneri, Architetti, Geometri e Periti).

Dove:
Corso G. Pella 2/b

Inizio lavori: ore 15.

Iscrizione

La qualifica degli operatori in campo termografico segue le regole previste dalla norma UNI EN ISO 9712 “Prove non distruttive – Qualificazione e certificazione del personale addetto alle prove non distruttive”. La qualifica come operatori di 1° o 2° consente di valorizzare la propria posizione professionale e in alcuni casi può dare accesso a bandi per la diagnosi energetica e a indagini per contenzioni o perizie assicurative.

Su questo tema ANIT organizza un corso completo per ottenere la qualifica di 2° livello che si distingue per:

  • durata: programma di 48 ore arricchito con workshop strumentale
  • esame finale: incluso nel prezzo
  • esercitazioni: ampio spazio alle esercitazioni “pratiche”
  • esperienza: corpo docenti ANIT ed esperti del settore
  • corso on-line: incluso il corso FAD sulle verifiche igrotermiche”

Per maggiori informazioni e iscrizioni vai alla pagina del corso.

Consulta il calendario dei corsi e prenota il tuo posto!
I corsi in primo piano sono:

– Guida alla preparazione della Legge 10 – MI, TV, BA, CA
– Igrotermia dinamica e visita ai laboratori del Fraunhofer IBP – TN, BZ, D
– Acustica in edilizia, strategie di buona progettazione  – PD, MI, BS
– Termografia in edilizia, abilitazione al 2° livello – MI
– Diagnosi energetica del condominio – BO
– Contabilizzazione, termoregolazione, pompe di calore – RN, NA, BA

Guarda tutti i dettagli dalla pagina corsi

Pubblicato oggi il nuovo manuale ANIT “La corretta valutazione dell’isolamento termico” che chiarisce i dubbi su come valutare l’efficacia di materiali e sistemi per l’isolamento termico e le regole per la loro corretta commercializzazione.

Scarica il documento

Guarda il corso da casa!
Le nuove proposte FAD sono disponibili dalla piattaforma ANIT senza limiti di visualizzazione per 30 giorni dall’attivazione e consentono l’acquisizione di crediti formativi per Architetti e Periti Industriali.

Vai alla pagina dei corsi on-line
Guarda un’anteprima

Oggi 26 maggio alle ore 15 presso l’Hotel Ramada di Napoli si terrà il convegno gratuito ANIT “Energia e rumore quasi zero” per i professionisti del settore.  Si parlerà di efficienza energetica, sostenibilità e rispetto dell’ambiente alla luce dei requisiti legislativi e delle soluzioni tecnologiche richieste per raggiungere le performance degli edifici del futuro. Ai partecipanti verranno riconosciuti Crediti per la Formazione Continua (CFP).

Dove:
Via Galileo Ferraris 40, Napoli

Inizio lavori: ore 15.

Iscrizione

Corsi in arrivo a Pescara, Rimini, Treviso, Padova, Bologna e Trento.
Guarda tutti i dettagli e prenota il tuo posto!

26 maggio, PescaraMuffa, condensa e ponti termici
4 giugno, RiminiContabilizzazione e termoregolazione del condominio
Dal 10 giugno, TrevisoCome preparare la relazione Legge 10
10 e 11 giugno – PadovaCome preparare la relazione acustica
Dall’11 giugno – BolognaDiagnosi energetica del condominio
11 e 12 giugno – TrentoMigrazione del vapore in regime dinamico

Se cerchi un professionista esperto di isolamento termico e acustico degli edifici, guarda l’elenco dei soci individuali ANIT

I SOCI sono costantemente aggiornati sull’evoluzione legislativa e normativa, ricevono strumenti quali software di calcolo e manuali tecnici e possono pubblicare online le proprie competenze e qualifiche.

Mercoledi 20 maggio e giovedi 21 maggio rispettivamente a Taranto e a Lecce si terranno i convegni gratuiti ANIT “Energia e rumore quasi zero” per i professionisti del settore.  Si parlerà di efficienza energetica, sostenibilità e rispetto dell’ambiente alla luce dei requisiti legislativi e delle soluzioni tecnologiche richieste per raggiungere le performance degli edifici del futuro. Ai partecipanti verranno riconosciuti Crediti per la Formazione Continua (CFP).

Dove:
viale dei Micenei 65, Taranto
via Giorgio De Chirico 1, Lecce

Inizio lavori: ore 15.

Iscrizione

In calendario 6 corsi ANIT validi per l’attribuzione di CFP per tutti gli ingegneri.

Dal 28 maggio, BolognaPreparazione alla Legge 10
Dal 4 giugno, MilanoCome preparare la relazione Legge 10
Dall’11 giugno, Bari – Come preparare la relazione Legge 10
Dal 25 giugno, MilanoTermografia in edilizia, 1° e 2° livello
3 luglio, Bari – Capire gli impianti: pompe di calore e solare termico
16 e 17 luglio, Bolzano e Holzkirchen (D)Visita ai laboratori Fraunhofer

 

Al via i primi 3 corsi FAD di ANIT dedicati all’approfondimento delle norme tecniche per la corretta progettazione degli edifici.
Tutti i corsi sono disponibili senza limiti per 30 giorni dall’acquisto.
È prevista la quota scontata del 50% per i Soci ANIT!
Inoltre i corsi consentono l’acquisizione di crediti formativi per Architetti e Periti Industriali.

Vai alla pagina dei corsi on-line

In fase di attivazione i corsi in programma a Bari, Treviso, Rimini, Brescia e Reggio Emilia. Scopri tutti i dettagli e le informazioni sui crediti formativi dai link sottostanti:

Giovedi 7 maggio e venerdi 8 maggio rispettivamente a L’Aquila e a Roma si terranno i convegni gratuiti ANIT “Energia e rumore quasi zero” per i professionisti del settore.  Si parlerà di efficienza energetica, sostenibilità e rispetto dell’ambiente alla luce dei requisiti legislativi e delle soluzioni tecnologiche richieste per raggiungere le performance degli edifici del futuro. Ai partecipanti verranno riconosciuti Crediti per la Formazione Continua (CFP).

Dove:
via Rodolfo Volpe, L’Aquila
viale Eroi di Cefalonia 15, Roma

Inizio lavori: ore 15.

Iscrizione

Abbiamo messo in programma numerosi eventi pensati ad hoc per ingegneri, architetti, geometri e periti industriali interessati alla formazione ad alto contenuto pratico.
Tutti i dettagli e le modalità di registrazione sono disponibili dalla pagina corsi del sito.

Prenota il tuo posto!
Corsi a Firenze, Milano, Verona, Reggio Emilia, Roma, Bergamo, Brescia, Treviso, Bari, Rimini, Padova, Napoli, Bologna…

Sempre più spesso si sente parlare di “simulazione dinamica” per la progettazione energetica avanzata, ma poche sono le occasioni di formazione al di fuori dei corsi universitari.
Il corso è pensato come guida passo passo alla comprensione dei processi di simulazione e alla creazione di un modello per l’analisi dinamica del sistema edificio-impianti. Durante il corso verranno utilizzati diversi strumenti open source tra cui il software gratuito EnergyPlus e i programmi di modellizzazione OpenStudio e SketchUp.

Guarda tutti i dettagli da questo link

Presso l’Ordine dei Commercialisti di Monza e Brianza martedi 28 aprile si terrà il convegno gratuito ANIT “Energia e rumore quasi zero” per i professionisti del settore. All’incontro si parlerà di efficienza energetica, sostenibilità e rispetto dell’ambiente alla luce dei requisiti legislativi e delle soluzioni tecnologiche richieste per raggiungere le performance degli edifici del futuro. Ai partecipanti verranno riconosciuti Crediti per la Formazione Continua (CFP).

Dove: via Lario 15, Monza
Inizio lavori: ore 15.

Iscrizione

É online il nuovo sito ANIT!

Un nuovo strumento per diffondere, promuovere e sviluppare l’isolamento termico ed acustico degli edifici.

I Soci ANIT possono accedere a nuovi servizi e funzionalità.

Naviga anche tu!

Il software ANIT per il calcolo dei ponti termici agli elementi finiti.

  • con IRIS 3 puoi calcolare i coefficienti lineici Ψi e Ψe con assoluta precisione
  • con IRIS 3 puoi eseguire tutte le verifiche igrotermiche sul nodo: muffa, condensa superficiale e interstiziale
  • con IRIS 3 puoi dialogare con PAN 6.1 per richiamare le strutture già create
  • con IRIS 3 puoi ricavare i diagrammi di temperatura per i pilastri in ausilio all’indagine termografica

Guarda i video tutorial
Scarica la versione a tempo
Diventa socio ANIT

Il software ANIT per i calcoli di fabbisogno energetico degli edifici in accordo con le UNI/TS 11300.

  • LETO 3 è gratuito per i soci ANIT 2015
  • LETO 3 è protocollato dal CTI
  • LETO 3 è l’ideale per la Legge 10, la certificazione e la diagnosi

Guarda i video tutorial
Scarica la versione a tempo
Diventa socio ANIT

Resta in contatto con ANIT!

Iscriviti alla newsletter e resta sempre aggiornato sulle nostre attività

Iscriviti alla newsletter
  • Iscrizione alla newsletter

    Leggi l'informativa Privacy